Sergio Marchionne L'alleanza con Gm: "Inconcepibile non considerarla"

 
marchionne

Dei "no", secchi e ripetuti, che ha ricevuto finora, non se n'è fatto una ragione. Di fronte ai suoi calcoli, alle proiezioni dei ricavi (che schizzerebbero verso quota 30 miliardi di dollari, dice), Sergio Marchionne non si arrende, e continua a insistere per un'alleanza con la General Motors. L'ultimo atto del corteggiamento, un incontro con i giornalisti nel suo studio a Detroit, trasformatosi in una lunga disamina della questione. E in un messaggio - nemmeno troppo indiretto - ai dirimpettai del Reinassance Center, che l'ad vuole convincere con l'evidenza dei numeri.

Marchionne alla ricerca di un "contatto". "Inconcepibile non insistere" sentenzia Marchionne, che in riferimento allo scenario del "merger" argomenta: "Ci sono diversi tipi di abbraccio: si può abbracciare piacevolmente, si può abbracciare strettamente, si può abbracciare come un orso. Tutto, però, inizia con un contatto fisico", ha osservato l'ad. Considerazioni che però continuano a ottenere repliche sarcastiche dal grattacielo a cilindro: "Perché Gm dovrebbe salvare Fca?", ha chiesto ironicamente un portavoce del Costruttore concorrente, citato da Automotive News.

"I mercati non capiranno il no di Gm". "Qui non stiamo parlando di miglioramenti marginali, ma di cambiamenti cataclismatici, enormi, nelle performance finanziarie". È il Marchionne "drogato di capitali" a parlare: "Ho proposto loro di vederci per illustrargli le cifre, ma non ho ottenuto ascolto. I mercati non capiranno perché Gm stia rifiutando i colloqui: o pensano di essere al di sopra di tutto questo, o credono che i mercati siano pieni di stupidi che gli devono qualcosa".

"Trenta miliardi". L'ad, nel gioco di strategia che sta conducendo, inserisce anche un ulteriore elemento: "Abbiamo avuto contatti da parte di altri potenziali partner interessati a discutere un accordo con noi. Sono gli interlocutori che mi interessano? La risposta è probabilmente no, perché è possibile un accordo migliore". Quello con General Motors, naturalmente, che secondo le stime in possesso del dirigente sarebbe in grado di generare un Ebitda annuo da 30 miliardi, come detto. Una cifra non confutata da Arndt Ellinghorst, analista automotive di spicco, che dà credito al valore riferito, presupponendo un quadro ottimistico per l'andamento del mercato Usa.

Lo scetticismo di Gm. Il potenziale finanziario dell'alleanza, tuttavia, non è sufficiente a suscitare gli entusiasmi del terzo Costruttore automobilistico del mondo: parlando con Automotive News, un dirigente Gm si è detto scettico sui target citati da Marchionne, difficili da raggiungere mantenendo intatta la rete produttiva e il network di vendita Fca, come promesso dall'ad la scorsa settimana, all'incontro con i concessionari tenuto a Las Vegas.

Uno stallo di fatto. La situazione, insomma, pare ferma al punto in cui si trovava lo scorso giugno, quando la Ceo di Gm Mary Barra aveva gelato Marchionne. "Siamo sufficientemente grandi, e siamo impegnati a fonderci con noi stessi", aveva dichiarato la dirigente, riferendosi al processo di riorganizzazione globale delle competenze dei singoli brand. Replica che non va giù al timoniere di Fca: "Capisco il desiderio di portare avanti da soli i loro programmi, ma non me la bevo: non puoi fonderti con te stesso dopo 107 anni di attività".

Fabio Sciarra

Massimo Micaletti

Saprà allora benissimo che gli americani quando prestano i soldi non vglliono poi indietro solo i soldi ma pure il plusvalore che essi hanno generato: a questo alludo quando dico che i soldi dovevano tornare indietro. Quei soldi non erano solo quei soldi ma la vita di un'azienda enorme come Chrysler e secondo Lei il governo americano li avrebbe erogati per far sì che la Casa finisse fagocitata da Fiat? Andiamo...

COMMENTI

  • Saprà allora benissimo che gli americani quando prestano i soldi non vglliono poi indietro solo i soldi ma pure il plusvalore che essi hanno generato: a questo alludo quando dico che i soldi dovevano tornare indietro. Quei soldi non erano solo quei soldi ma la vita di un'azienda enorme come Chrysler e secondo Lei il governo americano li avrebbe erogati per far sì che la Casa finisse fagocitata da Fiat? Andiamo...
     Leggi risposte
  • Signor Stefano M.lli, io sarò forse troppo sicuro delle mie "deduzioni" ma Lei mi pare altrettanto sicuro che esse siano confutabili. Però non mi dice su cosa si basa la loro confutazione. Io dico che Chrysler è stata salvata da quattrini americani in previsione della fusione con Fiat (li ricordiamo tutti i ringraziamenti di Marchionne ad Obama, no?); e quei quattrini in un modo o nell'altro negli USA dovranno tornare e ci torneranno quando GM si papperà FCA. Quello è il destino. Marchionne "sta facendo benissimo il suo lavoro", Lei dice: lo dico anch'io. il punto è QUAL E' il suo lavoro ;-)
     Leggi risposte
  • Si ma ne avevano annunciati ufficialmente 4. Siamo fornitori, quindi siamo coinvolti e siamo correttamente informati.
  • Erano stati annunciati 4 modelli Alfa prodotti a Cassino. Il piano è stato in parte smentito, al momento sono solo più 2. Per gli altri 2, non si sa se saranno avviati o no.
     Leggi risposte
  • ... aggiungiamoci una sede fiscale inglese ed un diritto societario olandese ... che bella tavola stanno apparecchiando ...
  • Nogro, De Crignis e Micaletti leggono i giornali (e li capiscono). Le operazioni PartnerRe e The Economist o lo spin-off Ferrari dà ragione a loro ed alle fonti cui si sono ispirati.
     Leggi risposte
  • E invece secondo me l'analisi di Michele Nogro è correttissima. GM nicchia ma poi farà un sol boccone di FCA: del resto, Obama non avrebbe mai dato a Chrysler i quattrini per risanarsi se non fosse stato certo che sarebbero tornati indietro. Il destino di Fiat / FCA è segnato da un pezzo. Tra cinque - sei anni "ringrazieremo" Marchionne di aver cancellato l'auto italiana.
     Leggi risposte
  • Penso che la strategia di FCA non sia altro che trovare un partner per poi disimpegnarsi dal settore automotive e così fare altro (vedi le ultime acquisizioni di pacchetti azionari al di fuori del settore auto). La Ferrari non fa parte di questa strategia perchè con la quotazione in borsa resterà in mano agli Elkan/Agnelli, sperando che il bel giocattolo non si rompa.
  • Penso che la strategia di FCA non sia altro che trovare un partner per poi disimpegnarsi dal settore automotive e così fare altro (vedi le ultime acquisizioni di pacchetti azionari al di fuori del settore auto). La Ferrari non fa parte di questa strategia perchè con la quotazione in borsa resterà in mano agli Elkan/Agnelli, sperando che il bel giocattolo non si rompa.
  • Penso che la strategia di FCA non sia altro che trovare un partner per poi disimpegnarsi dal settore automotive e così fare altro (vedi le ultime acquisizioni di pacchetti azionari al di fuori del settore auto). La Ferrari non fa parte di questa strategia perchè con la quotazione in borsa resterà in mano agli Elkan/Agnelli, sperando che il bel giocattolo non si rompa.
  • Mi raccomando dite sempre sì quando incontrate soggetti dipo il tizio sopra: non sono pericolosi, basta assecondarli facendogli pensare di trovare davvero fondate le loro paranoie visionarie...
  • La strategia di Sergione si sta svelando pian piano. SM e gli Agnellini vogliono sbolognare la baracca FCA a GM. In fondo Sm si è ritagliato il suo posto in Ferrari dove diventerà oltre che presidente anche AD con l'addio dell'Ing Felisa. Gli Agnellini non ne hanno mai voluto sapere di auto e si godranno la loro esistenza dorata. Solo così si spiega lo specchietto per allodole "Giulia" a tuttoggi privo della benchè minima parvenza di gamma (ricorda molto il caso Lotus che presento' la futura intera gamma per cercare nuovi acquirenti)
     Leggi risposte
  • Mi sembra un tentantivo insensato che crea solo sovraproduzioni e che in caso di ciclico calo o nuoa crisi del mercato americano porterebbe il nuovo gruppo al fallimento in pochissimo tempo. Per FCA ha senso un unione con Suzuki, la quarta gamba in Asia, Giappone e India prima di tutto, nessuna sovrapposizione di fabbriche ne di prodotto, sinergie su crossover, fuoristrada e auto piccole...ovviamente in una partnership paritaria e rispettosoa della cultura giapponese...cosa che si può fare visto che Renault e Nissan sono la storia più di successo del capitolo allenze nel mondo dell'auto
     Leggi risposte
  • Certamente Marchionne nel campo finanziario è un mago e come tale sa bene che FCA rispetto ai concorrenti nel campo della ricerca è indietro e a questo deve aggiungere una debolezza patrimoniale piuttosto marcata e allora insiste nel proporre qualcosa che se andasse in porto risolverebbe parecchi problemi. Appare strana invece la mancanza della solita discrezione. Di solito queste cose si pubblicizzano a cose fatte.
     Leggi risposte
  • La vicenda è molto strana e mi viene da pensare che fondamentalmente si alimenti del gossip estrapolando da un'intervista di 1 ora a 360° una risposta magari strappata con i denti ad una precisa domanda, mentre magari hanno parlato di fusioni in generale e facendo una battuta sull'"uscire" con la Barra. E questa è un'ipotesi che non scarterei. Oppure, Marchionne si sta comportando come faceva Luciano Moggi quando voleva comprare il tale calciatore, giurando che ne voleva comprare un altro incedibile e calmierando così il prezzo di quello voluto, e alla fine come fosse un ripiego comprava Buffon, Nedved o Ibraivovich. Altra ipotesi possibile è che lui sappia cose che noi non sappiamo ma che provo a immaginare e che ho già scritto altre volte. Nel 2009 GM è fallita esattamente come Chrysler solo che quest'ultima è stata rivoltata come un guanto avendo come sappiamo in primis cambiato padrone, mentre GM è sempre quella, anzi, dopo il fallimento è rimasta sotto il controllo del Governo Federale USA perché a differenza di Chrysler non ha "payed "(ricordate la patacca portata orgogliosamente sul bavero da Elkann e Marchionne alla restituzione dell'ultima rata?) il prestito federale, e il Chapter 11 cui hanno fatto ricorso sia Chrysler che GM non prevede che un'Azienda rimanga del Governo ma che sia ripulita e venduta e, quindi, sarebbe un valido motivo per liberarsene, e chi se dandola a Re Mida Marchionne, amato dai lavoratori e dai sindacati ma e soprattutto dagli investitori? Nei post sopra si leggono come sempre pensieri di parte e di odio scontato verso Marchionne ma aldilà dell'odio uno è particolarmente sbagliato, e cioè il fatto che GM produca il doppio delle auto di FCA e quindi semmai sia GM che si comprerebbe FCA, perché non è con 2 auto che compri 1 auto ma con i soldi, e se gli investitori hanno deciso che GM non è più affidabile mentre FCA sì, FCA si compra GM con i soldi degli investitori, pur che a timonare ci sia Marchionne. E qui si capisce la visione di uscire dal provincialismo spostando la Sede presso la City londinese e quotandosi al NYSE, cioè dove ci sono i soldi veri; veri e così tanti che se si fidano di qualcuno fanno la coda per darglieli in prestito per comprarsi GM. Per questo se la storia è reale e non gossip, la Barra non dovrebbe fare troppo la schizzinosa, perché con un altro Chapter 11 EXOR si compra GM senza neanche bisogno dei prestiti della City e di Wall Street. Poi però e magari è come dicevo di Moggi, e Marchionne sta per chiudere con PSA o con BMW (che è il mio chiodo fisso specie ora che è morta la Sciura Quandt). Saluti.
     Leggi risposte
  • io piuttosto che su fusioni punterei su joint venture ad hoc con case differenti per lo sviluppo dei singoli modelli, come è stato per fiat qubo - cotroen nemo, o per fiat 16 - suzuki sx4
     Leggi risposte
  • È molto istruttivo leggere il bollettino dei "capitani d'industria"; tutti sanno tutto, tutti hanno lo specifico di Dulcamara. Lasciate a Marchionne il compito di gestire e fare affari, è sua la formula dell'elisir.
  • Boh....io sbaglierò, ma dovessi cercarmi io un alleato, ne cercherei uno capace non solo di farmi guadagnare due franchi in più, ma anche di farmi fare un salto di qualità. Il bello è che invece Marchionne va a cercare l'unico che, secondo me, non ha nulla da insegnargli. Mah....
  • E' un bel passo falso. Aver intascato un diniego, strepitare e insistere con chi ha già rifiutato "l'articolo" è stravagante. Storia davvero curiosa. E' da due giorni che hanno raddrizzato conti e baracca e già si sono stancati. L'automotive per loro deve essere un vero inferno.
     Leggi risposte
  • CARO SERGIO, DOPO IL PACCO CHE LA FIAT HA RIFILATO ANNI FA ALLA GM, QUESTI SI SONO VACCINATI! IL SOLO NOME FIAT GLI DA L'ORTICARIA. ED E' CON QUEI SOLDI CHE E' STATA POSSIBILE L'ACQUISIZIONE DELLA CHRYSLER! E' GIUSTO IL TUO PROGETTO... MA FATTENE UNA RAGIONE
  • CARO SERGIO, DOPO IL PACCO CHE LA FIAT HA RIFILATO ANNI FA ALLA GM, QUESTI SI SONO VACCINATI! IL SOLO NOME FIAT GLI DA L'ORTICARIA. ED E' CON QUEI SOLDI CHE E' STATA POSSIBILE L'ACQUISIZIONE DELLA CHRYSLER! E' GIUSTO IL TUO PROGETTO... MA FATTENE UNA RAGIONE
     Leggi risposte
  • strane esternazioni, poco costruttive per convincere un interlocutore a mettersi ad un tavolo di trattative, in pratica gli ha dato degli sprovveduti... e senza obiettare o avallare tale giudizio, dico solo che mi pare poco "invitante"...chissà qual'è l'intento
     Leggi risposte
  • Onestamente credo che Marchionne stia scherzando col fuoco. Un conto è sondare disponibilità ad alleanze / fusioni in modo confidenziale che credo sia la prassi un altro è sbandierare ai quattro venti un piano fantasmagorico di fusione ripetutamente rifiutato da una delle parti e per inciso la più grande e più solida! Resto basito poi di come Marchionne dedichi tutto questo tempo e attenzione a ipotetiche fusioni invece di dedicarsi anima e corpo al piano di rilancio annunciato la scorsa primavera e che è appena iniziato....
  • Se è per fare economie di spesa, è sufficiente una joint-venture sui pianali delle vetture, sui telai, sui motori e cambi, sulle reti di distribuzione e manutenzione, magari, iniziare (o continuare) così e poi se va tutto bene, in un futuro pensare ad una fusione, ammesso che convenga una fusione. Io personalmente sonoscettico su queste Mega Holding che poi comportano Mega....debiti e mega catastrofi economiche.
  • Beh, che importanza volete che abbia? In tanti si son sempre detti pessimisti sui target definiti da Marchionne, dal dirigente GM che pare saperla lunga ai tre o quattro ciaparat che inondano il sito con le loro facezie poco sopra... Questo non gli ha mai impedito non solo di raggiungerli, ma anche di perseguire la sua strategia a lungo termine... Il fatto che chi non ne capisca niente del business dell'automotive non colga i vantaggi della sinergia tra questi due gruppi (come ampiamente dimostrano le castronerie scritte sopra) non toglie che chi abbia le conoscenze adeguate in materia non possa lavorare alla realizzazione di questo progetto; che, attenzione, è tutt'altro che l'unica possibilità (oggi ancora più di ieri...).
     Leggi risposte
  • comunque proprio l'articolo su automotive news mostra le enormi pecche del gruppo FCA che con la sua politica di prodotto e vendita è destinata giusto a sopravvivere "mediocremente" come ha detto lo stesso Marchionne, altro che 6 milioni di auto e sfida ai BIG ....
     Leggi risposte
  • una fusione del genere sarebbe un disastro per marchi e fabbriche dato che si taglierebbero entrambi all'esigenza, poi sarebbe fca ad essere inglobata da GM e non viceversa essendo la seconda oltre il doppio della prima e notevolmente più ricca .... marchionne vuole salvare il gruppo che guida a tutti i costi vendendolo forse all'unico concorrente che possa minimamente avere interesse, non sembra ci sia manco questo minimo....
  • Sicuramente Marchionne avrà le sue buone ragioni finanziarie per continuare a battere su questo tasto ma appare difficile immaginare un'alleanza del genere tra 2 costruttori che rischiano di avere sovrapposizione di modelli sia in Europa ( Fiat e Opel ) sia, sopratutto, negli Stati Uniti dove i marchi di GM e di Chrysler hanno prodotti simili. Sopratutto appare difficile immaginare come possano conviene in tutto questo, tutti gli attuali stabilimenti produttivi di FCA e di GM. Marchionne soffre sempre di manie di grandezza, la presunta appropriazione del titolo di Amministratore Delegato Ferrari ne è una conferma. FCA ormai non è un piccolo gruppo, invece di entrare nei primi 3 al mondo tramite operazioni finanziarie, Marchionne dovrebbe lavorare su ciò che ha già, visto che il portafoglio di marchi a disposizione ha potenzialità enormi.
  • il canadese sta facendo la parte da stalker, neanche la missione dell'inviato speciale Night Prowler a Detroit, nonostante la sua carica di simpatia ed amabilità che ben traspare dai suoi commenti qui su Quattroruote, è riuscita a far cedere lady Barra....... (-_-) Se qualche economista ci spiegasse come possano fondersi (con reciproca soddisfazione di entrambe) 2 aziende la cui produzione è circa il doppio una dell'altra, forse ne capiremmo di più. Da ignorante credo che se produco 4 milioni di auto contro 8, e non dispongo di tecnologie avanzate che posso usare come merce di scambio nei confronti di chi non le ha, posso aspirare al massimo a qualche Joint Venture sul alcuni modelli e settori per risparmiare montagne di denaro su progettazione, commercializzazione nonchè rapporti coi fornitori, non vedo come si possa fare il merge azionario paritetico a cui aspira il canadese parlando di mercati finanziari......
     Leggi risposte
  • Una mega-fusione finirebbe come sono finite quasi tutte le precedenti. Un disastro, con un bagno di sangue in termini di marchi e fabbriche. E magari qualcuno pronto a raccogliere i pezzi rimasti fra qualche anno. Un'azienda di quelle dimensioni sarebbe ingestibile, in un mercato che vede sempre più competitor. L'unica soluzione per chi vuole sopravvivere non è la crescita smisurata, ma ritagliarsi nicchie profittevoli e clientela fidelizzata.
     Leggi risposte
  • FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    http://edidomus.cloudapp.net/images/290/193/thumbnails/19388/poster_1e908834-49cc-4c75-903f-3ab1b5e74a28.jpg La Renault Symbioz Concept ci prioetta al 2030 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-renault-symbioz-concept-ci-prioetta-al-2030 News
    http://edidomus.cloudapp.net/images/290/193/thumbnails/19389/poster_197bca3e-cfa7-43e1-b30b-0d144719e116.jpg Il design della nuova Bentley Continental GT (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/il-design-della-nuova-bentley-continental-gt-in-inglese- News
    http://edidomus.cloudapp.net/images/290/193/thumbnails/19394/poster_1f0d2ae2-6884-49eb-b126-74094abb6edc.jpg Mercedes-Benz al Salone di Francoforte 2017 (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/mercedes-benz-al-salone-di-francoforte-2017-in-inglese-1 News
    http://edidomus.cloudapp.net/images/290/193/thumbnails/19396/poster_d11e1091-badc-4887-b615-bd7ad416e48c.jpg Mercedes EQ-A Concept in 60 (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/mercedes-eq-a-concept-in-60-in-inglese- News
    http://edidomus.cloudapp.net/images/290/193/thumbnails/19400/poster_5bc718e4-8b86-4400-9590-58a22de2bedb.jpg Audi Elaine Concept: l'auto è sempre più intelligente http://tv.quattroruote.it/news/video/audi-elaine-concept-l-auto-sempre-pi-intelligente News
    http://edidomus.cloudapp.net/images/290/193/thumbnails/19405/poster_fd8b1cfb-e0ea-49d1-bcd4-59efc1729934.jpg Bugatti Chiron da record: 0-400 km/h in soli 42 secondi http://tv.quattroruote.it/news/video/bugatti-chiron-da-record-0-400-km-h-in-soli-42-secondi News
    http://edidomus.cloudapp.net/images/290/193/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    http://edidomus.cloudapp.net/images/290/193/thumbnails/videos/19459/poster_011.jpg Citroën C3 Aircross: al volante della Suv compatta http://tv.quattroruote.it/news/video/citro-n-c3-aircross-al-volante-della-suv-compatta News
    http://edidomus.cloudapp.net/images/290/193/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    http://edidomus.cloudapp.net/images/290/193/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News

    UTILITÀ

    SERVIZI PER LA TUA AUTO

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca

    SCOPRI
    QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Uilizza subito il servizio calcola assicurazione per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze
    In collaborazione con https://www.facile.it
    1. Inserisci i tuoi dati anagrafici
    2. Inserisci i dati del veicolo
    3. Inserisci i dati assicurativi
    4. Confronta i risultati

    Calcola il tuo tagliando

    ×
    Lorem ipsum dolor

    Cerca gli pneumatici più adatti a te

    Oltre 23.000 pneumatici a prezzi incredibili.
    In collaborazione con
    Dimensioni
    Larghezza
    • Larghezza
    Altezza
    • Altezza
    Diametro
    • Diametro
    Tipologia
    Cerca

    Cerca annunci usato

    Marca
    Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CITROEN
    • DACIA
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • HONDA
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MAZZANTI
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PAGANI
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROLLS ROYCE
    • ROMEO FERRARIS
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TAZZARI EV
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Modello
    Seleziona
    • Seleziona
    Prezzo

    da a

    CAP

    PROVE SU STRADA QUATTRORUOTE

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CITROËN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona