Industria e Finanza

Dieselgate Volkswagen
Defeat device e pilot injection: le origini di uno scandalo

Dieselgate Volkswagen
Defeat device e pilot injection: le origini di uno scandalo
Chiudi

Nel documento della Corte Suprema di New York che cita in giudizio la Volkswagen (chiamando in causa Martin Winterkorn e Matthias Müller come persone a conoscenza delle decisioni da cui è nato il dieselgate), la rivista americana Road & Track ha individuato un passaggio nel quale viene indicata l'origine tecnica del software fraudolento noto come defeat device.

La Pilot injection e la riduzione del rumore. L'accorgimento, come era già emerso da alcuni documenti citati lo scorso aprile, sarebbe stato progettato dall'Audi nel 1999: secondo le ultime evidenze giuridiche, Ingolstadt lo avrebbe sviluppato per ovviare alle problematiche presentate da un accorgimento tecnico noto come Pilot injection e volto a ridurre la rumorosità al minimo del 3.0 V6 TDI allora in fase di gestazione.

La soluzione irregolare del defeat device. La Pilot injection, in sostanza, consisteva in un'iniezione aggiuntiva in fase di accensione che aveva come effetto la riduzione del rumore, ma che d'altra parte comportava un "signficativo aumento" delle emissioni. È a questo punto della storia che entra in gioco il defeat device: di fronte alla necessità di rientrare nei limiti d'omologazione, l'Audi ha sviluppato un software in grado di riconoscere quando l'auto era sottoposta ai test, e di attivare tutti i controlli per ridurre i livelli di inquinanti in quel frangente.

I pm Usa: Müller sapeva. Secondo la corte, il defeat device (il cui nome in codice interno, Acoustic function, assume da oggi un senso evidente), sarebbe stato utilizzato sulle Audi vendute in Europa con il 3.0 V6 TDI tra il 2004 e il 2008. La decisione della Volkswagen di adottarlo anche sul 2.0 TDI quattro cilindri EA189 risalirebbe proprio a quel periodo, precisamente al 2006. E, questo è il cuore dell'accusa, sarebbe stata presa con l'approvazione della massima dirigenza di allora. Compreso quel Matthias Müller che oggi tiene le redini dell'intero gruppo. F.S.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Dieselgate Volkswagen - Defeat device e pilot injection: le origini di uno scandalo

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it