Industria e Finanza

Fiat
Anche in Europa i nuovi Firefly da tre e quattro cilindri

Fiat
Anche in Europa i nuovi Firefly da tre e quattro cilindri
Chiudi

La nuova famiglia di piccoli motori a benzina lanciata in Brasile arriverà anche in Europa: lo si apprende nella nota stampa diffusa oggi dal gruppo Fca, in occasione della presentazione dei risultati trimestrali: le unità della nuova famiglia Firefly, un 1.0 litri tre cilindri da 77 CV e un 1.3 litri quattro cilindri da 109 CV, saranno "globali". Una vocazione cui del resto aveva già accennato la filiale brasiliana lo scorso settembre.

Due motori globali. Lanciati sulla nuova Uno e destinati anche ad altri modelli sul mercato locale, i motori Firefly arriveranno in seguito anche in Africa e Asia, oltre che nel vecchio continente, secondo quanto specificato oggi. Per il momento, tuttavia, non esiste ancora alcuna informazione ufficiale sui modelli che potrebbero andare a equipaggiare sui nostri mercati.

La Jeep "indiana" sarà la Compass. Le novità non mancano neanche per il marchio Jeep: la nuova Compass, oltre che nello stabilimento brasiliano di Pernambuco, in quello messicano di Toluca e nell'impianto cinese di Guangzhou, verrà fabbricata anche in India, a Ranjangaon. Il brand americano è fresco di debutto nel Paese asiatico, dove è arrivato il 5 febbraio scorso in occasione del Salone di New Delhi, con Wrangler e Grand Cherokee (entrambe in vendita da agosto).

Produzione dalla seconda metà del 2017. Già a luglio del 2015, il gruppo Fca aveva annunciato la sigla di un accordo con Tata per la produzione in India di modelli Jeep, dietro un investimento da 250 milioni di euro. Le operazioni industriali, stando a quanto annunciato allora, dovrebbero partire nel secondo trimestre del 2017.

Fabio Sciarra

COMMENTI

  • Gerusalemme, ti sei già dimenticato che quelli che hanno falsificato spudoratamente sui consumi sono quelli del gruppo Volkswagen, e comunque tutte le case hanno dichiarato fino ad oggi dati non veri
  • rivedo quest articolo e penso: chissa se riescono a metterli a norma antinq prima che spariscano le pompe di carburante
  • i motori x i mercati africani e sud americani mi danno il senso di una povertà tecnica da paura, vecchi motori del secolo scorso con il nome cambiato per renderli più "moderni" , ma in realtà motori obsoleti.
     Leggi risposte
  • Come sempre qualsiasi novità in casa FCA è ben accetta perché è sintomo di vitalità. Purtroppo i nuovi motori proposti non mi pare si integrino granché con la gamma esistente. Nelle piccole cilindrate infatti il twin air ricopre egregiamente il suo ruolo per potenze fino a 105 cv. Il tre cilindri 77 cavalli mi sembra un inutile doppione, a meno che non abbia costi di costruzione più vantaggiosi, e pertanto conveniente da montare su modelli low cost tipo Punto. Idem dicasi per il 1.3 da 109 cv. A cosa serve? Secondo me sarebbe stato utile un 3 cilindri 1.2-1.3 di cilindrata con potenze da 105 a 140 cavalli per colmare il vuoto fra i 105 cv del twinair ed i 140 cv del 1400 multiair. Un tre cilindri di siffatta potenza si adatterebbe egregiamente ad esempio all'angusto vano di 500, dove per alloggiare l' attuale 4 cil. 1.4 si è ampliato a mortificante dismisura il diametro di sterzata.
     Leggi risposte
  • Bene, chissà se morirà prima l'inossidabile fire 8valvole o i più nuovi 1400 multiar o l'impresentabile, a parte su panda, 2 cilindri? Ora i motori "nuovi" ci sono, vedremo se i soldi arrivati nel trimestre li useranno per investire....so che dopo un anno qualcosa hanno sbloccato, ovviamente roba per usa-cina.
     Leggi risposte
  • mah....secondo me il twin air su 500 e panda è un motore piacevolissimo e brillantissimo...oltre che evocativo sulla 500.....ora che, secondo alcuni, abbia avuto poco successo(magari anche perchè fatto pagare caro anche se non so che numeri faccia) sarà, ma io lo trovo un plus di fiat piu che un difetto. Va anche detto che il twin air è un progetto fiat di un po di anni fa....quando probabilmente ancora non c'era un futuro certo per FCA.......dunque inutile criticare le scelte di un'azienda che negli ultimi 5 anni si è stravolta....
     Leggi risposte
  • Credo che ai giorni nostri, e la concorrenza lo dimostra, più che guardare la potenza massima, che è un dato di relativa importanza per la fruibilità nella guida di tutti i giorni, si deve guardare la coppia e a che regime viene espressa, ecco quindi che i nuovi arrivati non credo che possano sostituire un piccolo turbo come il twinair che avrà anche alcune pecche legate al fatto che ha solo 2 cilindri ma sicuramente non manca di buone prestazioni, piuttosto potranno sostituire i buoni fire1.2 e 1.4 che fanno fatica a reggere il confronto con motori simili di pari cilindrata. Spero piuttosto in un piccolo turbo che possa combattere con il 1.0 ecobbost Ford e simili, da installare come alternativa più economica alla motorizzazione 1.4 Turbo.
  • la jeep INDIANA? Ma era l'auto dei cowboys....
     Leggi risposte
  • Magari il 1.3 lo facessero anche a metano in europa, dato che in Brasile credo che saranno tetrafuel. Allora sarebbe interessante al posto del twinair metanato.
     Leggi risposte
  • I motori 3 e 4 cilindri aspirati mi appaiono parecchio interessanti, in concorrenza con i 3 cilindri giapponesi, vedi in primis Toyota. Peccato per le vicissitudini del twinair turbo, con tempi di risposta alla guida non accettabili.
  • danno per certo il 1.0 @130 e il 1.3 @160 , 4v, per l'europa
  • Addio Twinair
     Leggi risposte
  • A rigor di logica (che al marketing FCA ha in molti casi fatto difetto) le 2 unità motrici "brasiliane" dovrebbero progressivamente sostituire il bicilindrico TwinAir e il Fire nella versione 1.2 ad 8 valvole, motori che oggi coprono la fascia di potenze dai 69 fino ai 105 Cv, giusto giusto come i nuovi arrivati ..... Poi visto l'investimento certamente non leggero fatto a suo tempo su quell'epic fail del TwinAir, è possibile che prima di pensionarlo passi ancora parecchio tempo....
     Leggi risposte
  • Fire non turbo da 1.2 - 69CV, 1.4 77cv, 16v 95cv Twinair da 65, 85 e 105cv Firefly da 77 e 109 Per non parlare degli e-torque Chi ci capisce è bravo...
  • Peccato che la Luna e Marte sono sono, ancora, disponibili per la delocalizzazione...questione di tempo.
     Leggi risposte