FCA Usa L'Epa accusa: "Un software nei motori diesel". Il Gruppo: "Tutto regolare"

FCA Usa
L'Epa accusa: "Un software nei motori diesel". Il Gruppo: "Tutto regolare"
Chiudi
 

L'Epa, l'agenza americana per la protezione dell'Ambiente, ha notificato al Gruppo FCA la presunta violazione di alcune delle norme del Clean Air Act. L'accusa ipotizza l'installazione di un software irregolare nei motori turbodiesel 3.0 di Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram 1500. Il provvedimento interessa 104.000 veicoli, venduti negli Stati Uniti tra il 2014 e il 2016. Secondo l'Epa, FCA non avrebbe fornito all'agenzia informazioni circa la presenza di otto componenti software ausiliari per il controllo delle emissioni sui modelli Jeep e Ram oggetto della notifica. Sempre secondo l'accusa, il software consentirebbe ai motori di produrre emissioni di ossidi di azoto (NOX) superiori ai valori di legge. Per questo, si legge in una nota, l'agenzia sta conducendo anche indagini per verificare se i software siano illegali in collaborazione con il Carb, il California Air Resources Board, già protagonista dell'inchiesta per il dieselgate Volkswagen. Proprio la Volkswagen due giorni fa per questa vicenda ha patteggiato una sanzione di 4,3 miliardi di dollari con le autorità Usa.

La risposta di FCA. In una nota diffusa poco dopo, FCA Usa ha risposto dicendosi contrariata dalla notifica per la violazione, ma assicurando comunque la massima collaborazione alle autorità per chiarire la vicenda e dimostrare che i propri veicoli rispettano tutte le normative. "I motori 3.0 diesel del Gruppo", si legge nel comunicato, "sono dotati di sistema di trattamento dei gas di scarico con catalizzatore selettivo (Scr). I costruttori devono adottare diverse strategie per controllare le emissioni, bilanciando le richieste regolamentari dell'Epa con le esigenze di protezione, durata, prestazioni ed efficienza dei motori. FCA negli ultimi mesi ha fornito una voluminosa mole di informazioni in risposta alle richieste da parte dell'Epa e delle altre autorità. L'azienda ha inoltre proposto una serie di soluzioni alle obiezioni mosse dall'Epa, compreso lo sviluppo di modifiche al software che potrebbero essere implementate nei veicoli immediatamente, migliorando la qualità delle emissioni". La nota si conclude con l'auspicio di incontrare presto i rappresentanti dell'Epa e della nuova amministrazione Usa per dimostrare che i software presenti nei motori non sono "defeat device", cioè sistemi illegali.

Le parole di Marchionne. Anche Sergio Marchionne, parlando con la Reuters, ha negato tutte le accuse. "Non abbiamo fatto nulla di illegale. Non c'è mai stata alcuna intenzione di creare le condizioni per ingannare i test. Tutto questo non ha senso. Dialoghiamo con l'Epa da più di un anno. Non c'è nulla in comune fra il caso Volkswagen e quello FCA", ha detto il top manager, aggiungendo che la vendita dei modelli 2016 proseguirà.

Che cosa rischia FCA. L'Epa negli ultimi mesi ha negato la certificazione per la vendita dei modelli 2017 con motore a gasolio, ma il costruttore ha continuato a commercializzare i model year 2016. Se le ipotesi di reato fossero confermate, secondo l'Epa, FCA rischierebbe una multa fino a 44.539 dollari a veicolo. Considerando i 104.000 mezzi coinvolti, il totale potrebbe arrivare a 4,63 miliardi di dollari. «FCA sopravviverà a qualsiasi multa», ha concluso il ceo del Gruppo.

Crollo in Borsa. La notizia ha avuto subito pesantissime ripercussioni in Borsa: il titolo è stato sospeso tre volte a Piazza Affari ed è poi arrivato a perdere il 18% circa, scendendo da 10,68 a 8,33 euro e chiudendo la seduta a -16%. In apertura a Wall Street la perdita ha superato il 16% prima che il titolo venisse sospeso. Alla ripresa delle contrattazioni il calo era del 10%. L.C.

gerhard o' san

Mi chiedo come si possa sentirsi offesi dalla parola demente, chiedere l'intervento della redazione e poi affermare che si userà per rispondere il termine coglione. Probabilmente per la stessa ragione per cui si ritiene il provocatorio guido solo stufette puzzolenti un pregiudizio, mentre guido solo italiano no. La coerenza e l'intelligenza sono requisiti che non tutti necessariamente debbono possedere. Dario Brondi non li possiede, ma magari ha altre qualita, per esempio una grandissima faccia da cubo. Dario Brondi, te lo ripeto se vuoi chiedi alla redazione di farti dare i miei dati e te li fornirò molto volentieri, chissà che un confronto serrati vis a vis, non porti ad una sintesi comune....

COMMENTI

  • Mi chiedo come si possa sentirsi offesi dalla parola demente, chiedere l'intervento della redazione e poi affermare che si userà per rispondere il termine coglione. Probabilmente per la stessa ragione per cui si ritiene il provocatorio guido solo stufette puzzolenti un pregiudizio, mentre guido solo italiano no. La coerenza e l'intelligenza sono requisiti che non tutti necessariamente debbono possedere. Dario Brondi non li possiede, ma magari ha altre qualita, per esempio una grandissima faccia da cubo. Dario Brondi, te lo ripeto se vuoi chiedi alla redazione di farti dare i miei dati e te li fornirò molto volentieri, chissà che un confronto serrati vis a vis, non porti ad una sintesi comune....
  • Gerardo nei suoi commenti usa dei modi un pò bruschi e una forma non esattamente da accademia della crusca, però i concetti che afferma sono condivisibili, ai tempi di VW molti hanno sparato ad alzo zero (anche giustamente sia chiaro) mentre ora nonostante la vicenda non sia ancora ben chiara molti avanzano dubbi sull'operato dell'EPA, sulla tempistica del suo intervento, sostengono che gli americani sono degli inquinatori e non dovrebbero parlare etc etc ...... da notare che della decina di nick che hanno scritto una marea di commenti contro VW negli articoli sul dieselgate (spesso sempre uguali usando il copia incolla) alcuni di essi non si sono fatti vedere su questo articolo qui......
     Leggi risposte
  • Dario Brondi il mondo è pieno di dementi mica puoi pensare di averne tu l"esclusiva. Certo discettare sul fatto che un ente abbia o meno ilpotere di decidere o raccontare frottole per non dire balle cosmiche come quella che l'amministrazione Obama doveva essere informata. L'amministrazione Obama ha detto l'esatTo opposto e cioè che l'epa non deve rispondere alla presidenza usa. Poi se vuoi fate polemiche personali ocaro leone da tastieri hai solo da farti dare i miei riferimenti a 4ruoto sono qui che asp etto. Raggiungi il colmo dell"insulsaggine dandomi del prevenuto quando sotto il Nick GUIDOSOLITALIANO che è il paradigma della prevenzione. Ma vatti a nascondere
     Leggi risposte
  • Ovvia e scontata l'autodifesa di Fiat-Fca, ma quanto credibile? Staremo a vedere, ma la voce che circola da tempo – vox populi, ma anche degli addetti ai lavori- è che anche Fiat-Fca (come WV, Renault, ecc.) ha fatto ricorso a simili furbeschi escamotages a danno dei consumatori, come ora accertato dalle autorità USA (ben più attente e severe delle dormienti europee: fa sorridere la notizia che la Commissione UE ha chiesto informazioni alle autorità USA in merito all'indagine FCA!!!). ). Del resto, è lecito dubitare delle affermazioni di discolpa dell'imputato di turno, come in genere delle case automobilistiche, che i fatti dimostrano non sempre attente ai doveri di correttezza e di rispetto delle norme a tutela del consumatore. Il recente caso Fca-Fiat, e prima ancora quello di WV, ha acceso i riflettori sul problema del controllo delle emissioni nocive delle autovetture, ma va detto che questo non è l'unico, e forse neanche il principale, di cui ci si debba occupare -e preoccupare- poiché il problema dei controlli investe tutto il campo della affidabilità, qualità e sicurezza in generale degli autoveicoli. Non si può nascondere, infatti, che i rischi per la salute delle persone connessi all'uso di tali mezzi costituiscono una ampia gamma di ipotesi di danno che non può ridursi solo a quello connesso alle emissioni nocive e abbraccia i tanti casi di difetti di fabbrica e/o progettazione, mancanza di requisiti e/o qualità essenziali, vizi di non conformità, vizi originari di funzionamento, deficit funzionale, ecc. La casistica è ricca di fatti dannosi e sinistri la cui spiegazione è da ricercare in cause di difettosità dell'autoveicolo, attribuibili alla responsabilità del fabbricante, gli esempi citabili sono tanti e pur tuttavia il fenomeno è spesso colpevolmente ignorato, o perlomeno sottovalutato, dalle autorità cui è demandato il compito istituzionale di vigilare e controllare a tutela della sicurezza e salute delle persone. Un esempio concreto? Fra i tanti, e giusto per rimanere in casa FIAT, oggi nell'occhio di un ciclone che in realtà chiama in causa l'intera industria automobilistica, potrei citare quello dei modelli di auto del gruppo automobilistico suddetto che montano il famigerato servosterzo elettrico 'city', il cui frequente malfunzionamento, dovuto a difetto di fabbricazione/progettazione, ha messo e mette a repentaglio la stessa incolumità di chi usa quelle auto, e ciò senza che nessuno, né il costruttore (che non ha provveduto alla necessaria campagna di richiamo e neppure di informazione del consumatore), né l'autorità di vigilanza, si preoccupi -sebbene il fatto sia stato denunciato da una valanga di segnalazioni e testimonianze- di mettere in atto i doverosi interventi inibitori/cautelativi. Oggi, sotto la spinta degli ultimi fatti che chiamano in causa le case automobilistiche per le frodi in materia di emissioni degli autoveicoli, si fanno sempre più insistenti le sollecitazioni per un adeguamento della normativa (proposte di legge, in particolare in materia di omologazione e controlli degli autoveicoli, sono al veglio del Parlamento Europeo), cosa senz'altro necessaria, ma che non può trasformarsi in un comodo alibi per sottrarsi alle responsabilità e agli obblighi che, bene o male, l'attuale normativa, generale (correttezza commerciale, buona fede, tutela del consumatore, sicurezza dei prodotti, responsabilità per danno da prodotto difettoso, ecc.) e speciale (le direttive e regolamenti CE in materia di norme tecniche e sicurezza dell'autovettura, Direttiva CE 99/44 ecc.), comunque già prevede: prevarrà, finalmente, l'interesse per la tutela del consumatore sugli interessi della potente lobby dell'industria dell'auto?
     Leggi risposte
  • Ma l'hanno già tenuto un suicidio di massa gli ultras di curva Marchionne?
     Leggi risposte
  • Da un altro (e VALIDO) sito: "Se vogliamo fare un paragone giuridico, è come se FCA avesse ricevuto un avviso di garanzia, non certo una condanna. Ma si sa che molti in Italia equiparano i due concetti. Tutto questo porta anche ad alcune considerazioni. Primo: forse FCA finisce di mezzo nell’ennesima polemica Obama-Trump. Il 20 gennaio si insedia il nuovo presidente Usa e Trump ha appena nominato come futuro capo dell’EPA quello che era l’oppositore n.1 delle politiche ambientali fin qui sostenute dall’EPA. Forse l’ente di protezione ambientale ha voluto mettere sul piatto in extremis tutte le criticità aperte per complicare la vita alla futura gestione." Sarebbe opportuno valutare quste affermazioni (e le differenze tra i due casi), prima di commentare ulteriormente.
     Leggi risposte
  • Avrei voluto scrivere un commento, poi ho letto quelli di gerhard o'san (a proposito, che significa questo nick?) e devo dire di essere perfettamente d'accordo con lui.
  • La colpa è di Obama cattivone. Ma adesso arriva Trump e li sistema lui quelli Dell epa. Visone cosa nostra
     Leggi risposte
  • che tristezza certi commenti che vogliono fare distinguo tra i vari tipi di "imbroglio": è evidente che il fine è uno solo, anche se c'è chi lo battezza come "dispositivo per la tutela del motore". Il motore lo tuelava anche il sofware della Volkswagen... Che poi si cerchi di far crtedere che una multinazionale "dimentichi di informare" o "non informi bene" l'EPA sulla funziojne di un dispositivo del genere, è una barzelletta che non merita neanche un commento.
     Leggi risposte
  • Leggendo il rapporto dell'ente, si capisce che l'accusa non è quella di aver montato un dispositivo che opera e tara il funzionamento del motore in fase di test, che è quello che ha fatto VW (dunque una truffa, come hanno dovuto ammettere i dirigenti del gruppo). In questo caso l'accusa a FCA è quella di aver dotato la centralina di un software i cui principi di funzionamento non sono stati sufficientemente dichiarati. L'ente prevede la possibilità di montare programmi il cui funzionamento è un compromesso tra il rispetto delle norme e la tutela della vita utile e funzionamento del motore. Ogni casa automobilistica adotta le vetture di tali programmi, il cui principio di funzionamento e relativo scopo deve essere dichiarato e documentato. L'accusa a FCA è quella di non aver opportunamente dichiarato e documentato tale software. Da qui nasce il sospetto che la strategia di funzionamento del programma non abbia il solo scopo di tutelare il motore e rispettare le norme antinquinamento. Ciò che mi stupisce è che un ente i cui vertici (eletti dal governo in carica) verranno cambiati fra 9 giorni, si prende la briga di una decisione così pesante nei confronti di una multinazionale. Il sospetto di una guerra politica è altrettanto lecita.
  • La vicenda è ancora troppo "fresca" per poter sparare una sentenza immediata. Certo che se FCA ha violato delle norme è giusto che paghi (come sarebbe stato giusto far pagare a VAG completamente per la truffa perpetrata un anno fa invece di abbuonare parte delle multe). D'altro canto ha ragione Marchionne a dichiarare che FCA non è VW: i tedeschi la truffa l'avevano organizzata e attuata da diversi anni e una volta scoperti hanno candidamente ammesso le loro responsabilità mentre nel casi in questione (si parla dei diesel VM) viene imputata FCA di aver commercializzato m.y. 2016 (rispondenti alle normative 2016) nel 2017 (che evidentemente ha normative più ristrette), da cui l'indagine sul gruppo italo-americano. Punto.
     Leggi risposte
  • La vicenda è ancora troppo "fresca" per poter sparare una sentenza immediata. Certo che se FCA ha violato delle norme è giusto che paghi (come sarebbe stato giusto far pagare a VAG completamente per la truffa perpetrata un anno fa invece di abbuonare parte delle multe). D'altro canto ha ragione Marchionne a dichiarare che FCA non è VW: i tedeschi la truffa l'avevano organizzata e attuata da diversi anni e una volta scoperti hanno candidamente ammesso le loro responsabilità mentre nel casi in questione (si parla dei diesel VM) viene imputata FCA di aver commercializzato m.y. 2016 (rispondenti alle normative 2016) nel 2017 (che evidentemente ha normative più ristrette), da cui l'indagine sul gruppo italo-americano. Punto.
  • Aspetterei che trascorrano i pochi giorni che mancano all'insediamento di Trump prima di prendere posizione assolvendo o condannando FCA. Se, come si legge, anche questa vicenda potrebbe interpretarsi come una delle tante ripicche di Obama e come tale risolversi non appena alla presidenza dell'EPA si insedierà l'uomo di fiducia del nuovo presidente (già nominato), di che cosa avremo parlato ? Il fatto che anche l'EPA riconosca che non c'è il riscontro di alcun 'defeat device' alla base della contestazione rimane la differenza sostanziale dalla frode mondiale operata da VW, con buona pace dei suoi indefessi seguaci.
     Leggi risposte
  • Secondo me questa storia è stata spinta dai twitter di luna di miele con il neoeletto Presidente Usa. Magari a qualcuno con la valigia pronta non sono andati a genio e forse spinto da qualche altro che voleva comprare azioni ad un prezzo di saldo si è montato il tutto. Lo scopriremo nei prossimi mesi.
  • e francamente il dovere pagare 14,3 miliardi di dollari DI SOLA MULTA agli USA perchè si è cercato di ridurre la CO2 (perchè questo fa un diesel, emette molta meno CO2 di un benzina) solo perchè si sfora con gli NOx in un paese che ancora fa test di esplosioni nucleari (!!!), beh, a me tirerebbe molto il XXXX. Non è un discorso FIAT o VAG: è un discorso più ampio, non da ipocriti. L'ipocrita dice che le emissioni di una Harley raffreddata ad aria sono a posto: la persona seria sa che non lo sono, almeno quelle che effettivamente circolano, dato che il concessionario te le vende in regola (ma anche li, di serie senza fare nulla, c'è un software che ingrassa la miscela al minimo se la temperatura del motore sale molto, però li non han detto niente...) ma poi ti vende anche quello che serve per metterla fuori regola (tutta roba ufficiale HD: filtri aria, marmitte, centraline). Ed i profughi, che se li prendano anche loro, visto che li fanno in gran parte loro, bombardando a destra e manca.
     Leggi risposte
  • Le pagliacciate le ha già fatte Marchionne, dicendo "noi non siamo come la Volkswagen". In effetti, la Volkswagen è molto più grande ed infatti ha venduto negli USA molti più diesel... Rimane il fatto che questi americani sono molto bravi a trovare i problemi nelle auto (e negli airbag) degli altri ma poi con le loro sono molto più clementi. Kyoto non lo ratificano, se ne fottono delle regole degli altri e sono dei super protezionisti del loro mercato. Francamente. dovere pagare delle megamulte a gente così, da molto fastidio, sia che ci si chiami VW, FCA o altro. E magari se venissero a bonificare a loro spese tutto l'uranio impoverito che hanno buttato in Bosnia e le bombe a grappolo che hanno scaricato nell'Adriatico (sempre durante la guerra in Bosnia...), magari sarebbero più credibili quando chiedono 14,3 miliardi di dollari ad una azienda europea
     Leggi risposte
  • gerhard, chi sbaglia paga. comunque si chiami e da qualsiasi posto provenga. spero solo che se fca sarà ritenuta colpevole, si eviteranno tutte quelle pagliacciate stile vag dove i colpevoli erano tutti tranne chi, dalla truffa, ci ha guadagnato. chiaro che in questi momenti molti cercano di togliersi i sassolini dalle scarpe: vedremo come si comporteranno i nostri amici di bruxelles, sempre larghi di maniche con le vicende di casa nostra. e, tra chi ha i sassolini, ci sei pure tu: mi ricordi quei bimbetti viziati che conoscevo alle elementari i quali, quando ricevevano un giocatolo nuovo, erano più contenti di esibirlo che di usarlo
     Leggi risposte
  • Il motore a gasolio, se anche il carburante avesse lo stesso prezzo della benzina, ha un rendimento termodinamico largamente superiore a quello dei propulsori a benzina. Questo da solo giustificherebbe la preferenza verso un motore piuttosto che un altro. Si sta facendo di tutto per farlo morire ma sarebbe comunque un suicidio tecnico prima ancora che economico. Che poi sul fuoco soffino volentieri Toyota, Tesla e tutti i grandi produttori di batterie, mi pare sia un dato di fatto.. Con autonomie dell'ordine di oltre mille Km su autovetture commerciali di una certa tipologia spinte dal Diesel, direi che l'alternativa benzina/ibrido/elettrico è ancora una chimera.
     Leggi risposte
  • comunque oggi al TG sono andate in onda le comiche: smentita di Marchionne sulle difformità dei suoi diesel e poi conclude con "ci metteremo d'accordo con il CARB per notificare le modifiche che faremo..." Della serie "è tutto già a posto ma ci metteremo a posto presto"
  • ormai lo abbiamo imparato bene tutti, come si faceva a passare i test sugli NOx. Od un software che riconosce il ciclo di omologazione (e modifica i parametri motore) od un qualcosa che si disisnserisce/apre/modifica dopo un po' (visto che il test è breve...) , giustificandolo con nomi di fantasia (protezione motore eccetera eccetera). Oh, il diesel è un oliaccio schifoso e puzzolente che brucia molto male: rendere euro 6 delle auto grosse e pesanti, non è mica facile... Domanda: ma per i camion, come fanno? Ci riescono o anche li è un taroccamento generalizzato? Lo chiedo perchè sinceramente non lo so.
     Leggi risposte
  • Premetto che la mia è solo una curiosità: Quindi, accettando che Marchionne abbia chiarito e confermato la realtà dei fatti e che così verrà dimostrato, può FCA a questo punto iniziare azione legale per danni subiti contro Epa ? Quest'ultima per aver condotto un'indagine su "presunte irregolarità” usate da FCA e che a causa di questa indagine FCA è stata sulle prime pagine ed headlines dei media ciò causando inevitabilmente anche un calo di vendite non solo per i marchi americani del gruppo ma anche e in particolare per FIAT in Europa visto che ancora quasi tutti i media associano i due marchi esattamente come ha fatto ieri la BBC1 nei suoi telegiornali mettendo ben in evidenza nel background screen il marchio FIAT e son sicuro che sarà stato cosi anche per gli altri telegiornali della varie reti televisive nel mondo.
     Leggi risposte
  • Personalmente lo scrissi per Vag e lo riscrivo per fca. Tenendo sempre presente che uno e' innocente fino a prova contraria, e quindi un' accusa non vuol dire per forza essere colpevole, a me personalmente da utente se una determinata auto mi piace oppure no, A PRESCINDERE DALLA AMRCA, me ne strafrego di quanto inquina, e di quanto ha dichiarato d inquinare... anzi, se ha dichiarato il falso ci posso pure becca' lo sconto!!!!!!
  • In ogni caso, prima di stracciarci le vesti o di pontificare su eventuali colpe ancora tutte da dimostrare le ultime notizie riferiscono che la contestazione verte sulla mancata comunicazione da parte di FCA della presenza di alcuni dispositivi tesi a limitare le emissioni dei motori durante il loro funzionamento. Il dilagare della motorizzazione diesel in Europa è dovuto a una scelta di carattere fiscale piuttosto che tecnica. In Svezia per esempio la differenza del costo benzina / gasolio è minimo e in Inghilterra il gasolio costa di più.
     Leggi risposte
  • Le novità di oggi: http://www.repubblica.it/economia/finanza/2017/01/13/news/fca_reazioni_di_borsa-155935404/?ref=HREA-1
     Leggi risposte
  • Secondo me l'Europa ha fatto male a puntare sul diesel per la motorizzazione di massa. Il diesel va benissimo nei gruppi elettrogeni, perchè funziona a regime costante, e va bene nei camion perchè comunque le sollecitazioni sono limitate. Ma i piccoli motori, che invece variano di continuo il loro regime, inquinano alla grande: basta vedere come sfumazzano, anche i modelli nuovi! E' una cosa vergognosa. Ormai il danno è fatto, sono almeno 20 anni che respiriamo porcherie in nome del minore consumo, ma spero che lentamente le cose cambieranno meglio un'auto piu piccola, ma a benzina. Quattroruote, ti prego svegliati.
     Leggi risposte
  • Fate sfogare un po' di bile ai soliti perdabal che vanno avanti a furia di contumelie e improperi: ne hanno accumulata tanta e ne accumuleranno parecchia nei mesi a venire (a partire da oggi credo...).
  • e se magari l'EPA andasse ad indagare sul serio sul come mai è crollato il grattacielo 7 del world trade center... di inquinamento ne ha fatto, altro che NOx... VAG sono degli imbroglioni, probabilmente FCA pure, (e chissà quanti altri), ma nessuno di loro potrà mai inquinare (stiamo parlando solo di NOx oltre il limite, niente altro) come uno solo di quei grattaciali caduti. Anzi, del solo edificio 7 del WTC, che nessuno sa dire il perchè sia caduto'!! non l'ha colpito nessun aereo!! Insomma, il sentire che l'Europa è sotto accusa e le nostre economie portrebbero crollare per del'NOx del piffero (e sono sicuro che le nostre aziende sono pienamente colpevoli delle violazioni contestate) e poi loro ci invadono la LIbia con il oro amici inglesi e ci fregano il petrolio dell'ENI sotto il naso (e ci mollano i profughi "a gratis"...), beh, ma che vadano a quel paese loro e l'NOx.
     Leggi risposte
  • Non posso che accodarmi a chi ipotizza che finirà tutto a "tarallucci e vino" sia perchè in FCA sarebbe stati degli stupidi al quadrato a salire sull'autobus senza biglietto proprio in un periodo dove c'è il controllore che sta facendo controlli a tappeto, e poi perchè in ogni caso la nuova amministrazione Trump smantellerà l'EPA come promesso in campagna elettorale, non a caso alla tutela dell'ambiente è stato destinato un incallito eco_scettico nonchè negazionista dei mutamenti climatici in atto. ......... Di certo, nel malaugurato caso che il tutto venisse confermato, i 7/8 signori che su queste pagine hanno scritto centinaia e centinaia di commenti al veleno contro VW ora cambieranno identità, in particolare uno che utilizza come nick un pezzo degli AC/DC credo che poi sarà costretto ad adottare una canzone di Cristina D'Avena......... altrimenti per lui "Highway to Hell" diventa una cosa reale........
     Leggi risposte
  • io non sono qui a adire che VW (ed FCA, e Renault e chissà quanti altri...) non abbiano fatto qualcosa di sbagliato (è ovvio che hanno usato artifici per passare dei test) anzi: ma da qui a rovinarli per questo ce ne passa. Perchè son cose che sapevano (o quantomeno sospettavano...) più o meno tutti gli addetti ai lavori. E se nessuno ha denunciato nessun concorrente, vuol dire che davvero il più pulito ha la rogna,
     Leggi risposte
  • Respira il titolo Fca che a Piazza Affari e Wall Street aveva perso fino il 18% Trading Significato
  • ipocrisia degli USA significa che quando le infrazioni le fanno loro (e ne fanno) se la cavano con un po' di multe (sensate). Quando le fanno gli altri diventano apocalissi con arresti e risarcimenti starmiliardari. Ma chi era la Ford o la GM che ritenuti colpevoli di tanti morti per un difetto di progettazione se la sono poi cavata con una multa ridicola, in proporzione? Ma la Harley Davidson (genuine american since 1903 ed un mare di boiate di quel tipo li) che fino a ieri ha fatto PAGARE CARO un software ufficiale per manipolare le centraline elettroniche delle sue moto (e violare tutte le norme ambientali...), ma che gli fanno? Ne arrestano i dirigenti, fanno ricmprare le moto e chiedono 14,3 miliardi di danni?
     Leggi risposte
  • partendo dal presupposto che il più pulito c'ha la rogna, credo che sia solo un pretesto per attaccare. detto ciò mi pare di aver capito che tale insinuazione non sia basata su test effettuati ma si tratti di una mera supposizione. qualora dovessero effettuare dei test e venisse riscontrata una difformità di questo tipo allora fca deve pagare, gli americani dovrebbero proprio essere gli ultimi a parlare di ecologia e quant'altro. staremo a vedere
     Leggi risposte
  • quello che io non capisco è come ci sia qualcuno che è contento de multano VW o FCA... ma cavolo, siamo noi quelle due ditte li!! la VW possiede lamborghini, Ducati, Nardò, la Italdesign, fa prodrurre qui da noi quantità enormi di componenti, FCA pure. Siete masochisti? quati dannati guerrafondai americani ci vogliono rovinare! non ci fanno neanche esportare in URSS!! ma che vandano in mona...
     Leggi risposte
  • FCA ha già dichiarato la sua posizione con apposito comunicato. Per il resto keep calm e massima fiducia nelle autorità preposte. Niente reazioni isteriche su presunti complotti, come farebbe un qualsiasi ciaparat vaggaro...
     Leggi risposte
  • comunque gli USA sono i più grandi ipocriti della storia, VAG o non VAG, FCA o non FCA. Bombardano 24H/24, hanno portaerei e sommergibili nucleari in giro per tutto il mondo, fanno test atomici quando razzo gli pare, girano pe4r metà popolazione con light truck V8 a benzina che consumano come 8 Panda cadauno, hanno treni diesel che inquinano come navi e poi vogliono rovinarci per un po' di NOx. Ma che l'EPA vada a cercare le armi di distruzione di massa, piuttosto, se le trovano...
     Leggi risposte
  • Non ne capisco di emissioni, da 2 anni ho sempre immaginato che nessuno fosse pulito, qui hanno beccato, per ora, 100.000 auto....in vw 11.000.000 quindi un pò di differenza c'è. Speriamo che FCA nel pagare la multa non tolga i pochi soldi che Usa per investire, dicono che nel 2016 hanno fatto fatturati record fosse vero dovrebbero non tagliare nulla. Questi motori sono i 3000 vm prodotti a Cento, purtroppo penso che li ci saranno delle conseguenze...
     Leggi risposte
  • ma infatti era vero anche un anno fa: un anno fa non ero mica registrato qui per cui mica ho scritto nulla. E non credo che sto casino fnisca senza coinvolgere altri (europei, visto che gli USA di auto Diesel non ne producono).
  • Che i criteri di omologazione siano ridicoli, che tutto il sistema sia da rivedere, che il diesel debba tornare ad essere carburante per mezzi da lavoro, che il più pulito tra tutti i costruttori come minimo ha la rogna LO POSSONO DIRE SOLO QUELLI CHE GIA' UN ANNO FA DISSERO COSE SIMILI. tutti gli altro a babbo morto o morto presunto farebbero meglio a tacere e a vergognarsi un po'.
     Leggi risposte
  • la notizia mi sembra infondata. Ma volete che dopo quello che è capitato a vw un costruttore commetta lo stesso errore? Anche perchè avrebbero avuto tutto il tempo per sistemare le cose senza essere beccati. La vedo veramente una bufala. Certo che se fosse vero sarebbe veramente da idioti commettere queste leggerezze.
     Leggi risposte
  • Aj ecco che ora spuntano i distinguo su quanto inquinano i camion americani e il Gomblotto usa contro europoa. Argomenti che prendevano pernacchie e scherno quando qualcuno provava a inserirli nel dibattito su Vag. Senza contare lo scherno subito da gente come HenryF o Pitasi o altri vaggari. Oggi Guido stufette, puzzo di Prowola (sparito da settimane, forse sapeva qualcosa) stranamente non si vedono. Rimangono il soldato Mantelli e il frate
     Leggi risposte
  • siamo di fronte ad una guerra degli USA contro Europa, iniziata con il caso Volkswagen.
     Leggi risposte
  • stamane alla radio ho sentito una dichiarazione di Marchionne del tipo: "chi ci fa queste accuse su emissioni illegali....è facile che abbia fumato qualcosa di illegale"...è un mito.....
     Leggi risposte
  • Punto primo se quelli di FCA hanno barato sulle emissioni di alcuni loro modelli è giusto che paghino. Ciò detto, considerando le specificità del mercato USA , trovo ipocrita e un po sospetto tutto questo fervore investigativo da parte delle varie agenzie federali sui modelli di auto dotati di motori diesel che rappresentano una quota decisamente piccola di quel mercato e guarda caso sono tutti modelli prodotti da case straniere ( VW) o semi straniere ( FCA). Inoltre da ingegnere meccanico non riesco a immaginare un panzer come il ford F150 , uno dei modelli più venduti in USA, che con i suoi motori a benzina da 3,7 o 5 litri inquini poco e sia rispettoso dell'ambiente.
     Leggi risposte
  • ....considerare il diesel di ultima generazione un morto che cammina e' la madre di tutte le cazzate. Che poi gli USA non li possano vedere e' tutto un altro discorso.
     Leggi risposte
  • Ma davvero hanno venduto 104.000 Gran Cherokee e RAM 1500 a gasolio in USA, nella patria dei motori a benzina dove il diesel è sempre stato visto con diffidenza? Comunque strana coincidenza che questa notizia esca dopo 24 ore da una "vittoria" di FCA su GM in territorio USA e con FCA in procinto di acquisire una sostanziale quota di GM in vista di una nuova fusione? Ma la cosa che stride di più è che dovranno ancora effettuare i test, ovvero parrebbe trattarsi di un'accusa non ancora supportata dai test tecnici. Che poi i valori di omologazione dei motori endotermici siano palesemente difformi da quelli di uso reale è cosa ben nota e questo vale per tutte le case costruttrici.
     Leggi risposte
  • Personalmente ritengo che il caso vw sia diverso da questo è che le cose si chiariranno, anche perché dopo ciò che è successo più di un anno fa sarebbe assurdo tentare di raggirare le norme sulle emissioni con i controlli a tappeto che sono partiti! Per quanto riguarda i motori diesel consiglierei alle case di cominciare a disinvestire dallo sviluppo, tanto oramai tra qualche anno nei centri di molte città non entreranno più e forse saranno penalizzati anche come tassazione.
  • Tranquilli mal che vada c'è sempre la cassa integrazione
     Leggi risposte
  • Secondo me bisogna aspettare a giudicare, per ora non è altro che l'accusa. Personalmente ritengo ipotesi poco probabile che FCA, come qualunque altra casa automobilistica, dopo il Dieselgate si sia arrischiata a creare dei dispositivi trucca-motori!
  • Beh dai un vantaggio Fiat c'è l'ha : le auto vendute col trucchetto sono un decimo delle VAG
  • Il motore Diesel è ormai un morto che cammina e questo colpo lo ucciderà per sempre.
  • E'interessante notare che nel documento dell'EPA (https://www.epa.gov/sites/production/files/2017-01/documents/fca-caa-nov-2017-01-12.pdf) viene contestato un "EGR shut-off for exhaust valve cleaning" controllato da un timer, ritenuto ingiustificato e non ammesso, che potrebbe essere lo stesso contestato in Europa sulla 500x.
     Leggi risposte
  • Come da poco dichiarato dai vertici FCA " Sarebbe da stupidi " quindi anche se alla Fiat geni non siano mai stati e una certa tendenza al suicidio commerciale l'hanno sempre avuta mi sembra davvero strano che abbiano imbrogliato cosi'. Speriamo non trovino nulla.
  • di certo queste notizie non mi rallegrano:ma aspettiamo di saperne di piu'.in particolare:cosa significa catalizzatore selettivo?usano un filtro ad accumulo o un catalizzatore con Ad Blue come sui camion?
  • Software o no, non esiste motore diesel in grado di soddisfare i requisiti anti inquinamento. E' ora dell'elettrico, non si scappa.
     Leggi risposte
  • Premesso che: A) non lavoro per FCA; B) non lavoro nel settore auto; C) ho una Fiat, ma anche una Mercedes; D) chi sbaglia paga e deve pagare. Tutto quanto premesso vorrei esprimere fin da ora tutto il mio disprezzo personale, sia a posteriori sia in anticipo, a chi si è contento di questa cosa, non fosse altro per i disastri in termini di lavoro negli stabilimenti italiani di produzione e nell'indotto che una maxi sanzione potrebbe portare. Se hanno sbagliato devono pagare, ma chi osserva e gioisce per me, non fosse altro perchè da qualche anno gli stabilimenti hanno ripreso a funzionare, è un emerito verme della terra. Essere contenti di una cosa come questa mi fa vergognare di appartenere alla stessa razza umana di chi può gioire di una roba del genere. Signori, i miei complimenti. P.S.: vi prevengo sottolineando che non ho gioito per niente di quanto accaduto a VW
     Leggi risposte
  • Sarà ora che Altavilla sforni le auto a metano che promette da un po' di tempo. Il diesel è destinato a sparire più velocemente di quello che s'immagina.
     Leggi risposte
  • Finalmente si comincia a parlare del motore diesel della Grand Cherokee. Gia mesi fa diversi test hanno stabilito che quel motore inquina molto, ma moltissimo di più di quello dichiarato. (Test fatto su un campione di macchine diverse, fatto da diversi enti in paesi diversi, ed ogni volta il GC veniva fuori come peggiore).
     Leggi risposte
  • Se per colpa di questa vaccata (potremmo anche dire "vaggata") mandano a farsi benedire il piano di rilancio di Alfa Romeo, a cui tengo molto, per semplice passione per il marchio, per me possono anche chiudere. E lo dico da appassionato del gruppo! Spero si faccia presto chiarezza, perché tra un po' dovremo cambiare un'auto in casa e alcune di FCA ci interessano molto, non vorrei dover cambiare idea .
     Leggi risposte
  • Hanno beccato anche loro. Solo che FCA non li ha i soldini per pagare violations/class actions/criminal charges etc.!!!!
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20571/poster_005.jpg Il video ufficiale da Balocco dell'FCA Capital Markets Day 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-video-ufficiale-da-balocco-dellfca-capital-markets-day-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca