Industria e Finanza

General Motors
20 modelli elettrici e a fuel cell entro il 2023

General Motors
20 modelli elettrici e a fuel cell entro il 2023
Chiudi

La General Motors ha delineato l'evoluzione dei propri modelli a propulsione esclusivamente elettrica, confermando l'intenzione di proporre almeno 20 nuovi prodotti entro il 2023.

Batterie e fuel cell per le elettriche GM. La novità non sta tanto nel passaggio in forze all'elettrico, quanto nel duplice approccio tecnico. La Casa ha infatti confermato che saranno della partita anche modelli fuel cell alimentati a idrogeno, soluzione che non tutti i costruttori sono pronti a supportare e offrire a breve termine. Sono previste anche importanti evoluzioni nel campo delle batterie, sulle quali, però, non sono stati forniti per il momento ulteriori dettagli.

20 modelli elettrici entro il 2023, i primi due entro 18 mesi. Entro i prossimi diciotto mesi faranno il loro debutto due nuovi modelli basati sul powertrain della Chevrolet Bolt, mentre in futuro sono previsti progetti totalmente inediti che sfrutteranno anche le batterie di nuova generazione. Nella stessa occasione la GM ha introdotto anche il progetto Surus (Silent Utility Rover Universal Superstructure), una piattaforma modulare fuel cell con doppio motore elettrico per veicoli pesanti. 

Prototipi di stile Buick e Cadillac, fuel cell in produzione nel 2020. Secondo le informazioni fornite da Autonews, nel corso della conferenza stampa a Warren, in Michigan, sono stati mostrati anche alcuni prototipi di stile firmati Buick e Cadillac con carrozzeria crossover e wagon, oltre ad un veicolo compatto contraddistinto dal logo Bolt EV, senza però fornire indicazioni specifiche sul loro conto. Secondo le informazioni raccolte dalla fonte, i modelli elettrici di serie saranno posizionati nei segmenti più importanti del mercato, quindi con un focus particolare su crossover e Suv, ma l'impegno sarà rivolto anche verso le infrastrutture, per potenziare la rete attuale in vista di una diffusione di massa di questi modelli. Secondo le interviste raccolte, infine, la fabbrica di Brownstown di Detroit inizierà ad assemblare i sistemi fuel cell già a partire dal 2020.

COMMENTI