Nell'aprile scorso, l'AGCM (Autorità garante concorrenza e libero mercato) aveva avviato un'istruttoria nei confronti di diverse finanziarie e banche captive delle Case con l'accusa, tutta ancora da provare, che si erano scambiati dati sensibili per creare un cartello a svantaggio degli automobilisti. In quell'occasione, il Garante aveva rilevato come la condotta tendeva a sterilizzare il ruolo potenziale dell'offerta di finanziamento come incentivo all'acquisto. Sulla scia di quell'istruttoria, l'Autorità ha deciso adesso di includere tra i soggetti sotto indagine anche Banque PSA Finance SA, Santander Consumer Bank S.p.A., Bayerische Motoren Werke Aktiengesellschaft, CA Consumer Finance SA, FCA Italy S.p.A., Ford Motor Company, General Motors Company, Daimler AG, Renault SA, Toyota Motor Corporation e Volkswagen AG. L'istruttoria, come da delibera, si concluderà il 31 luglio 2018.