Ecotassa Elettriche e ibride plug-in raddoppieranno i volumi

Mario Rossi Mario Rossi
Ecotassa
Elettriche e ibride plug-in raddoppieranno i volumi
Chiudi
 

Quale impatto avrà la manovra bonus/malus sul mercato, sulle tasche degli italiani e sulle casse del governo? Vediamo di capirlo aiutandoci con la relazione tecnica che accompagna l’emendamento. E che si basa, com’è logico, sulla fotografia del mercato dell’auto in Italia nei primi 11 mesi del 2018, in cui sono state targate circa 1,83 milioni di auto nuove. Di queste, le elettriche (comprese le range extender) sono state 4.802 e 4.135 le ibride plug-in con emissioni fino a 70 g/km di anidride carbonica. In pratica, le vetture che avrebbero beneficiato dell’incentivo sarebbero state complessivamente 8.937, lo 0,5% del mercato. Sul fronte opposto, quelle che sarebbero state colpite dall’ecotassa, cioè quelle con emissioni superiori a 160 g/km, sarebbero state 82.045, pari al 4,5%. La gran parte di quelle immatricolate, invece, sta nel mezzo. Uno stock di circa 1,73 milioni di auto, il 95% del totale, non coinvolte dalla misura che sta per approvare il parlamento.

Raddoppio di elettriche e ibride plug-in. Com’è ovvio, però, un intervento di questo tipo impatterà sulle scelte dei consumatori, che potrebbero orientare diversamente le proprie decisioni. Si ipotizza che i bonus disponibili consentiranno di raddoppiare le vendite di auto incentivate, che dunque potrebbero sfiorare, a fine 2019, le 18 mila unità. Di queste, si legge nella relazione tecnica, il 30% sarà accompagnato dalla rottamazione di un’auto fino a Euro 4. In totale il parlamento stima uscite per poco più di 59 milioni di euro.

Lo stato dovrebbe guadagnare 9 milioni. Per quanto riguarda, invece, la parte malus, si stima un impatto negativo sulle vendite di auto soggette all’ecotassa di una misura compresa tra il 3 e il 5%. Sulla base di quest’ipotesi, le imposte che lo stato incasserebbe dovrebbero sfiorare i 73 milioni di euro. Complessivamente, dunque, il saldo dovrebbe essere positivo per quasi 14 milioni di euro, parte dei quali (fino a 5 milioni) serviranno a coprire le detrazioni per l’installazione di colonnine elettriche e wall box in aree private. Tutto ciò, ovviamente, tenendo conto del fatto che le misure entreranno in vigore l’1 marzo 2019 e, quindi, incideranno per 5/6 del 2019.

COMMENTI

  • Questa Eco-balla farà la fine dell'Iva sulla benzina, si e no tre mesi e poi tutti a casa.
  • Le ecotasse sono sanzioni economiche contro la migliore industria automobilistica italiana. Ci sarà un calo delle vendite e di produzione con mancati introiti di IVA e IPT da parte dello stato e maggiori spese legate alla cassa integrazione e agli ammortizzatori sociali dopo che gli operai avranno perso il lavoro. Se questo governo volesse aumentare il gettito fiscale, dovrebbe abolire quella ripugnante tassa che è il superbollo, in modo tale da incentivare l'acquisto delle auto di lusso e dunque maggior pagamento di tasse. Lo stato ha stanziato 200 milioni in tre anni per il bonus, che non basta nemmeno a coprire le immatricolazione di auto elettriche e ibride che sono state vendute comunque nel 2018 senza incentivi.
  • Allora si deve sapere che le auto ibride a motore elettrico.e full hybrid costano di più ma consumano molto meno, ed il pacco batterie dura come la vita dell'auto e a seconda del marchio vanno dai 500 a 1500 euro! Pima di fare un acquisto provate a chiamare i Services dei vari marchi Toyota Lexus Hyundai Renault Tesla ecc. ecc. e rendetevene conto di quanto conviene. Inoltre le celle di ioni di Lithio sono economiche da riparare e non conviene mai cambiare tutto e dove si producono le Batterie al Litio questo minerale produce beni salutari....ma lo sa la gente di questo? O preferisce dire io sono un inquino e non è vero una fi_a?
     Leggi risposte
  • etici? ecologici? 1) si parla di rottamare auto Euro 4, cioè anche di 10 anni. Non recentissime, ma neanche da buttare; 2) un'elettrica/ibrida non ha un prezzo popolare, mentre sono anche popolari le auto colpite dalla tassa; 3) già, la tassa: ma non avevano detto "nessuna nuova tassa per gli italiani? e qui sono milioni, mica bruscolini; 4) le sostanze che compongono le batterie vengono in massima parte dal povero Congo, dove vengono tremendamente sfruttati i lavoratori, molti anche bambini, che rischiano costantemente la vita. il cobalto è radioattivo ...
     Leggi risposte
  • Allora si deve sapere che le auto ibride a motore elettrico.e full hybrid costano di più, consumano di più, ed il pacco batterie va cambiato dopo 8 o 9 anni e a seconda del marchio vanno dai 5.000 a 15.000 euro? Pima di fare un acquisto provate a chiamare i Services dei vari marchi Toyota Lexus Hyundai Renault Tesla ecc. ecc. e rendetevene conto che non conviene. Inoltre le celle di ioni di Lithio sono costose da riparare e conviene s volte cambiare tutto e dove si producono le Batterie al Litio questo minerale produce danni cancerogeni....ma lo sa la gente di questo? O preferisce dire io sono ecologico e non è vero un caxxo?
     Leggi risposte
  • chi vorrebbe prendersi una auto potente troverà ancora più conveniente il leasing in Germania ove non esiste il superbollo con buona pace delle nostre entrate fiscali. Per il resto si favoriscono i diesel (CO2" minore rispetto al benzina) per cui mi aspetto se c'è coerenza, che si tolgano i blocchi nei confronti di questa motorizzazione anche se a dire il vero, per il momento si parla di euro 3/4 o al massimo 5. Non vorrei che gli italiani si fidassero troppo acquistando un diesel (ripeto favorito perché a parità di altro ha emissioni di CO2 minori) per poi trovare un qualche sindaco (grillino o leghista) che poi blocca anche gli euro 6. Come sempre prima di ipotizzare un provvedimento non ci si pensa o , forse, la mente di chi li pensa non è particolarmente adatta. Altra considerazione: una auto ibrida o plug in in autostrada consuma (ergo inquina) come le altre e probabilmente più dei diesel...e non tutti possono permettersi di avere due auto, una per la città, preferibilmente elettrica e una per l'extraurbano. Poi noto che anche le auto e metano e gpl saranno soggette al nuovo balzello..... La coerenza è massima....e favoriremo l'industria giapponese. Harakiri.
  • Prima di introdurre nuovi balzelli (abbiamo avuto governi in questo particolarmente esperti, dagli Andreotti ai Renzusconi, in passato) forse era meglio avere un'idea più chiara, discutendo con i tecnici, su quanto veramente si inquina in base alla motorizzazione, per non parlare del parco circolante, vecchissimo. Inoltre gli incentivi all'acquisto di auto ibride/elettriche sono limitati e (soprattutto) non si tiene conto della presenza ancora troppo esigua delle colonnine di ricarica. In definitiva, come accennato, non c'è un piano complessivo, sull'auto e sui trasporti in generale. Come al solito si prendono i voti e poi (senza discutere con chi ha davvero le competenze) si prendono misure discutibili e che (probbabilmente) non risolvono nemmeno il problema.
     Leggi risposte
  • alla fine lo stato ci rimetterà...
     Leggi risposte
  • Poco rumore per molto, un grande trofeo da offrire a tutti gli italiani con efficace impatto ambientale ed economico . I vecchi partiti incapaci di partorire qualcosa di sensato combinavano solo pastrocchi.
  • Premettendo che non sono ne a favore ne contro questo ed altri governi, a me sembra o una grossa stupidata o una presa in giro.Salvini aveva detto,secondo me giustamente che gli italiani non rottamano le vecchie auto perché non hanno i soldi per cambiarle. Se si voleva migliorere la qualità dell'aria avrebbero potuto includere auto a gpl o metano e auto ibride non plug-in. In questo modo ci sarebbe stato un ricambio più grande con meno inquinamento. Le auto che rientrano nelle regole governative sono auto che costano almeno 25-30000 euro. Inoltre nelle grandi città molta gente non ha un box perché costa molto. Il risultato sarà un po' di propaganda senza influire realmente sull'inquinamento
     Leggi risposte
  • Molto rumore per nulla, un piccolo trofeo da sbandierare in faccia ai suoi elettori con impatto ambientale pari a zero. Due partiti incapaci di partorire qualcosa di sensato non potevano che combinare questo pastrocchio.
     Leggi risposte
  • Come gia detto la notizia è che finalmente un primo passo verso una vera ecotassa l'abbiamo fatto. Non siamo piu dove eravamo prima. E da ora in poi avanti in questa direzione, le soglie verranno aggiustate opportunamente nel proseguio delle legislature.
  • E alla fine una non notizia. Grazie a questo illuminante articolo di 4R abbiamo scoperto che nessuno incappera' nella tassa su cui tutti si stiamo scannando e maledicendo il governo. Il 4.5% delle auto ? Davvero ? Bastera' che con il nuovo anno i potenziali acquirenti di qulle auto comprino altro e siamo apposto. Oppure se hanno cosi' tanti soldi per pagarla la tassa allora il problema non si pone. Credo che possiamo anche smetterla di preoccuparci/lamentarci.
  • Nessun che commenta il contenuto dell articolo ??? Gli effetti positivi si sentono eccome alla faccia dei gufi livorosi invidiosi pieni di bile. State sereni e fidatevi.
  • A me sembra che farà aumentare le vendite di diesel... Le plug-in quasi non rientrano nel limite del prezzo d'acquisto, è meno che meno le full electric... Secondo me, già che ci si era, si è voluto penalizzare la Tesla come "vendetta" per i dazi di Trump (osannato sia da Grillo che da Salvini, ma vabbe'). Inoltre, dico io, uno cosa deve pensare " rischio, mi compro un diesel, incentivato, ma rischio il blocco, oppure un benzina, inquino meno, pago l'ecotassa (...) ma non mi bloccano. E che, stiamo giocando al Fantacalcio? Ma l' amministrazione dello Stato dovrebbe essere una cosa seria, non un gioco di ruolo!
     Leggi risposte
  • Le considerazioni sotto dimostrerebbero la malafede dei costruttori che affermavano che fare diesel rispondenti alle sempre piu stringenti norme antinquinamento. Se riescono a mettere sul mercato diesel euro 6dtemp (dal 2019) o 6d (2020) a prezzi sostenibili da questo mercato , norme direi piu che altro antitruffa ) abbiamo chiuso il cerchio con bassi veleni e bassa co2 REALI. Quindi tutto bene no ? Tenete sempre presente con chi avete a che fare e con le menzogne e gli imbrogli che abbiamo scoperto in questi anni ( e che a differenza dell amrica di trump noi abbiamo graziato)
  • Alla fine tanto rumore per nulla o quasi, non so se sta ecotassa toglierà più potenziali clienti di una 2000-3000 benzina che senza tassa magari non l'avrebbero più presa diesel.....ora il diesel ha meno co2 quindi torno "obbligatorio"....o ne darà di più alle poche elettriche e phev a "basso prezzo"
     Leggi risposte
  • Raddoppiare le vendite di elettriche sarebbe già un buon risultato, che però andrà decisamente incrementato nel 2020. La 500e dovrebbe vendere bene con incentivi (sotto i 30 mila euro).
  • Delle 82.000 auto "performanti" , l'Itaia ne perderà ben oltre il 3/5%. CI sarà il boom dei leasing tedeschi, polacchi, bulgari, visto che ora, con il decreto sicurezza, non ci sono più dubbi sulla loro legittimità.Non ci sarà un saldo positivo, lo Stato perderà su iva e ipt, oltre che sul mancato introito della nuova tassa. Ci rimetteranno i lavoratori delle concessionarie e degli stabilimenti che producono queste macchine. Vedremo a fine anno.
     Leggi risposte
  • Alla faccia dei proclami: "non aggiungeremo nessuna tassa sulle automobili"! L'ennesima presa in giro da parte di ignoranti in materia. Che sia giusto incentivare la rottamazione dei vecchi veicoli molto inquinanti non si discute. Tuttavia avrei fatto diversamente: eliminazione del dannoso e incredibilmente stupido superbollo (che fa perdere 150 milioni di euro all'anno allo Stato a causa di mancati acquisti di auto di un certo tipo), nuovi calcoli per il bollo auto (2.5 euro a KW fino a 100 KW, 4 euro per ogni KW eccedente), incentivi per tutte le ibride ed elettriche indiscriminatamente (previo adeguamento della rete elettrica nazionale e delle colonnine di ricarica, altrimenti ci saranno a breve lunghissime code alle poche esistenti visti i tempi biblici di ricarica), ecotassa annuale (e non una tantum) sui veicoli più inquinanti (>200 g/km di CO2).
  • Le oltre 160g caleranno molto di più, 3/5% vuol dire 3.000/4000 pezzi in meno su 82.000....non andrà così. Ibride ed elettriche vediamo, come dice Vin potrebbero esserci dei rimbalzi sui prezzi, però è lecito aspettarsi un aumento di vendite, non so se così corposo come si aspettano.
     Leggi risposte
  • Gli incentivi sono una gran presa per i fondelli. Tutte le auto con emissioni fino a 70gr/km di co2, per lo piu' elettriche o ibride plug-in, sono cosi' costose che chiunque si possa permettere di spendere quella cifra, anche scontata di 6000 euro, di sicuro non sta ancora guidando una euro4. Ridicoli. Se lo scopo fosse stato quello di ringiovanire il parco auto circolante, allora avrebbe avuto piu senso includere auto fino a 100gr/km riservando il bonus solo a chi rottama un vecchio catorcio fumante, e magari modulando l'importo dell'incentivo in base alla classe di emissioni del veicolo rottamato. Invece purtroppo il bonus serve al governo per farci digerire meglio l'eco tassa che viene intanto applicata sopra a 160gr/km. Insomma sempre le solite furbate. Ciao.
     Leggi risposte
  • Mercato Italiano delle elettriche / Ibride / Plug-in davvero misero. Per completezza di informazione sarebbe interessante sapere quante di queste poche migliaia di auto sono state vendute a privati e quante ad aziende, incluse P.Iva , pubbliche amministrazioni, e tassisti vari. Scommetto che ai vari eco-talebani del forum verrebbe la febbre a conoscere la verita'.
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca