Mercato

Cina
A luglio vendite in crescita del 7,9%

Cina
A luglio vendite in crescita del 7,9%
Chiudi

Continuano i segnali di ripresa del mercato automobilistico cinese: nel mese di luglio, infatti, le vendite di auto sono aumentate del 7,9% rispetto allo stesso periodo nel 2019, mettendo a segno il quarto mese in positivo dopo l'esplosione dell'emergenza coronavirus.

Aumento costante. Dopo i minimi toccati durante il lockdown, il Paese è tornato dunque in crescita. Secondo quanto riportato dalla Federation of Individual Car Manufacturers, il dato è il più significativo dall’inizio della pandemia: a luglio, infatti, sono state vendute un totale di circa 1,62 milioni di vetture, mentre su base congiunturale le consegne sono diminuite del 3,7%.

Le stime sull’anno. Per la China Association of Automobile Manufacturers (Caam), le vendite da gennaio a luglio, a quota 12,37 milioni di veicoli, risultano tuttavia in diminuzione del 12,7% rispetto al 2019. L’associazione, in particolare, prevede che entro la fine del 2020 il calo si attesterà intorno al 10% circa, con l’ombra di una nuova ondata di contagi che potrebbe causare una discesa più marcata fino al 20%. In questo contesto, arrivano indicazioni incoraggianti anche dal mercato delle elettriche, che hanno chiuso un periodo negativo di 12 mesi con un balzo del 19,3% (pari a circa 98 mila unità vendute). In tal senso, entro la fine dell'anno si prevede la consegna di 1,1 milioni di vetture a zero o e basse emissioni (incluse le ibride plug-in e quelle a idrogeno), per un calo totale sul 2019 dell’11%.

COMMENTI