Mercato

Nissan Ariya
Rinviato il lancio della Suv elettrica

Nissan Ariya
Rinviato il lancio della Suv elettrica
Chiudi

La Nissan è stata costretta a posticipare il debutto sul mercato giapponese della Suv elettrica Ariya. Il rinvio, secondo quanto rivelato dal vice presidente esecutivo Asako Hoshino, è legato non solo alla carenza di semiconduttori, che sta interessando l’intera industria automobilistica globale, ma anche alla nuova ondata di contagi da coronavirus che sta colpendo, proprio in questi giorni, il Paese del Sol Levante. 

Disponibile solo in inverno. La Ariya, per la quale la Casa aveva già avviato la campagna di raccolta degli ordini, doveva originariamente arrivare nelle concessionarie giapponesi verso la metà di giugno: ora, invece, il lancio è stato rinviato a "questo inverno”. "Le vendite negli Stati Uniti e in Europa inizieranno all'incirca due mesi dopo", ha precisato Hoshino, prevedendo consegne per decine di migliaia di esemplari già nel primo anno di commercializzazione del nuovo modello a batteria, con una domanda più sostenuta nel Vecchio Continente. L'Ariya è di particolare importanza per la Nissan: è il primo veicolo elettrico di nuova generazione sviluppato dalla Casa di Yokohama a quasi dieci anni dal lancio della Leaf.

COMMENTI

  • per questo stellantis non e da meno...
  • Nissan e' un altro caso, dopo BMW, da citare. Sono stati tra i primi con la Leaf. Si sono 'dimenticati' di mettere il controllo termico della batteria nelle prime serie, con il risultato che le batterie erano da buttare dopo 2-3 anni; da li' e' cominciata la falsa narrativa delle batterie che si deteriorano. Hanno poi mantenuto negli anni la Leaf con aggiornamenti minori e prestazioni e tecnologia superata ma non hanno fatto assolutamente nulla di nuovo per quasi 10 anni. Ora annunciano un nuovo modello, esteticamente sembra riuscito ma difficile fare altri commenti. Pero' si accorgono della crisi dei semiconduttori, chiaramente una scusa, e posticipano di un altro anno la commercializzazione. A me non pare un'azienda credibile.
     Leggi le risposte