Mercato

Guida all'acquisto
Perché lei: Cupra Formentor VZ 2.0 TFSI 4Drive

Guida all'acquisto
Perché lei: Cupra Formentor VZ 2.0 TFSI 4Drive
Chiudi

Il primo modello esclusivo del giovane marchio Cupra ha centrato nel segno: la Formentor è una Suv, ma grazie a un accurato lavoro sul design e sulla dinamica di guida, strizza l’occhio anche a tutti coloro che desirerebbero una due volumi sportiva ma che, per necessità di spazio e di famiglia, devono guardare al mondo delle auto a ruote rialzate. Le linee tese tracciate dal designer Alejandro Mesonero e le proporzioni azzeccate con il cofano lungo e l’abitacolo arretrato le donano personalità e aggressività. Sotto alla carrozzeria, la base tecnica è quella conosciuta del gruppo Volkswagen con la piattaforma Mqb Evo a passo lungo per una lunghezza totale di 4,45 metri.

2020-cupra-formentor-001

Dinamica di guida e consumi. Piattaforma che dona alla Formentor una ricca gamma di propulsori, benzina, turbodiesel e ibridi plug-in, con la trazione anteriore o integrale e un ampio spettro di potenze: si va infatti dai 150 CV delle 1.5 turbobenzina e 2.0 turbodiesel ai 390 CV della Cupra Formentor VZ5, l’edizione limitata equipaggiata con lo stesso 5 cilindri in linea dell’Audi RS3. In questa guida all’acquisto ci concentriamo invece sull’altra variante ad alto tasso di divertimento, la 2.0 VZ 4 Drive: qui, i cilindri sono 4 e i cavalli 310, con una coppia massima di 400 Nm costanti tra i 2.000 e i 5.450 giri, per uno 0 a 100 km/h in 4,9 secondi e una velocità massima di 250 km/h. Numeri da vera sportiva, che si traducono in un’esperienza di guida più simile a quella di una hothatch che di una Suv: la posizione di guida è abbastanza bassa e tutti i comandi rispondono con reattività e prontezza. Buona la frenata, efficace la ripartizione della potenza messa in atto dalla trazione integrale, come pure la velocità del cambio automatico doppia frizione a sette marce. Un po’ penalizzato, c’era da aspettarselo, il confort sugli ostacoli secchi, sebbene in tutte le altre situazioni l’assetto incassi bene le asperità della strada. Con così tanti cavalli e la trazione su tutte e quattro le ruote, i consumi non sono da record: con il piede leggero si percorrono una media di circa 11 km/l, ma non appena si inizia a schiacciare con più veemenza sul gas è facile scendere in fretta sotto i 9 km/l.

2020-cupra-formentor-48

Confort e abitabilità. Curato negli assemblaggi e originale in molti suoi dettagli, l’abitacolo della Formentor è accogliente: le poltrone sono avvolgenti, impreziosite da cuciture color rame, il colore bandiera di Cupra che viene ripreso anche altri accenti sulla plancia e sul volante. I vani sparsi per l’abitacolo non sono enormi, ma ben disposti e pratici; al centro della plancia l’eliminazione di una vera e propria leva del cambio in favore di un piccolo selettore ha permesso di ricavare un po’ di spazio in più per riporre gli oggetti più piccoli insieme a uno slot dedicato alla ricarica wireless del cellulare (di serie). Con un passo di 268 cm, la Cupra Formentor offre un buon agio anche per i passeggeri posteriori che dispongono di diversi centimetri per le gambe. Un po’ penalizzato, invece, chi siede al centro: l’ingombrante tunnel centrale leva spazio per i piedi e la limitata larghezza del divano costringe a stringersi un bel po’. Dal portellone ad azionamento elettrico (un optional da 550 euro) si accede a un vano dalla forma regolare e ben sfruttabile anche grazie ad alcuni dettagli pratici come i ganci porta borse e le leve per abbattere gli schienali a portata di mano. Un po’ più ridotta, però, rispetto alla media la capacità: sono 420 i litri disponibili a divano in uso.

Infotainment. Basta uno sguardo per capire di avere a che fare con un ricco pacchetto tecnologico: al centro della plancia svetta lo schermo touch del sistema multimediale con una diagonale di 11,8”. È reattivo e facile da utilizzare anche grazie ai tasti virtuali scorciatoia personalizzabili, è connesso alla rete e completo (di serie) di navigatore e connessioni agli smartphone via Apple CarPlay e Android Auto. Servono, invece, 600 euro per dotarsi dell’impianto audio più performante firmato Beats, completo di nove amplificatori e un subwoofer. Dietro il volante, il pannello del cruscotto da 10,3” è altrettanto ricco di informazioni e configurabile in molteplici schermate attraverso i comodi tasti sulle razze del volante. Un po’ meno pratici il resto dei comandi sulla plancia, per la quasi totalità composti da tasti a sfioramento, compresi quelli della regolazione della temperatura del clima e del volume non retroilluminati.

2020-cupra-formentor-02

Sicurezza. La Cupra Formentor dispone di tutti i più recenti ausili elettronici alla guida, su questa versione, compresi nel prezzo di listino: stiamo parlando della frenata automatica d’emergenza (anche in retromarcia) con riconoscimento dei ciclisti e dei pedoni, del cruise control adattivo, del sistema di centraggio in corsia, del monitoraggio degli angoli bui. A parte si pagano solamente il Pre-crash Assist (165 euro), ovvero il sistema che pretensiona le cinture e chiude automaticamente i finestrini nel caso rilevi un pericolo d’impatto e gli airbag per le ginocchia (350 euro).

Modalità d’acquisto. La Cupra Formentor 2.0 TFSI VZ 4Drive parte da 48.850 euro. Con il contratto di noleggio a lungo termine proposto dalla casa catalana, si può avere in uso la vettura per 3 anni (36 mesi) a 375 euro mensili. L’anticipo è di 5.746 euro e in questo arco di tempo si possono percorrere fino a 45.000 chilometri. Nel canone mensile è compresa la manutenzione ordinaria e straordinaria, la copertura assicurativa RCA, il furto e incendio, il soccorso stradale, gli atti vandalici, gli eventi naturali e la tutela del conducente.

PRO
Handling. La Formentor è una Suv ma emoziona come una sportiva grazie a tanta potenza e una buona taratura del telaio.
Dotazione. Questa versione da 310 CV non costa poco, ma offre praticamente tutto di serie, compresi gli utili assistenti alla guida attivi.

CONTRO
Bagagliaio. Il vano è regolare nelle forme e ben sfruttabile. Tuttavia, la capacità non è all'altezza delle rivali.
Consumo. I 310 cavalli e la trazione integrale si fanno sentire. Specie se ci si lascia prendere la mano.

COMMENTI

  • costa esageratamente tanto, paradossalmente, se non fosse per il superbollo, questa versione è in rapporto al costo delle altre motorizzazioni escludendo la vz5 la più equilibrata in rapporto qualità prezzo prestazioni. il 1.5 tsi ci vogliono almeno 35/37k € per una motorizzazione anche sottodimensionata.
  • Volevo solo segnalare che il bagagliaio è 320 (330 compresa parte sotto il pavimento) e non 420, anche perché se fosse così non sarebbe male come volume. Peccato in ogni caso perché è un’auto interessante.