Mercato

Guida all'acquisto
Perché lei: Toyota Aygo X 1.0 Limited Air S-CVT

Guida all'acquisto
Perché lei: Toyota Aygo X 1.0 Limited Air S-CVT
Chiudi

Piccole, economiche e abbastanza tecnologiche da non farci rimpiangere vetture di segmento superiore. Le citycar del 2022 devono soddisfare un gran numero di esigenze con un prezzo di listino competitivo e non capita tutti i mesi di veder arrivare sul mercato una nuova concorrente. Ma c’è chi ci continua a credere, come la Toyota, che a 17 anni dal lancio della prima Aygo ritorna con una nuova citycar compatta: si chiama Aygo X e si ispira al design delle Suv e delle crossover, per intercettare i gusti degli automobilisti di oggi. Tuttavia, rimane “tradizionale” dentro il cofano per non far lievitare i costi. E così niente elettrificazione, ma un efficiente 1.0 tre cilindri a benzina da 72 CV e 93 Nm di coppia abbinato al cambio manuale a cinque marce o all’automatico Cvt a variazione continua (1.200 euro in più). Propulsore e trasmissione sono anche le uniche componenti che la nuova Aygo X condivide con l’auto che l’ha preceduta: sotto le forme sbarazzine della X, infatti, si cela la stessa piattaforma GA-B della Yaris.

2022-Perche-lei-Toyota-Aygo-X-009

Dinamica di guida e consumi. Bastano pochi metri per accorgersi che il terreno di caccia ideale della Toyota Aygo X è la città, dove la piccola giapponese sfodera grande agilità grazie al diametro di sterzata contenuto, al comando dello sterzo leggero e alla risposta fluida del cambio Cvt alle pressioni dell’acceleratore. Le forme della carrozzeria originali con i montanti particolarmente inclinati creano qualche grattacapo in più alla voce visibilità, sebbene le dimensioni contenute e la telecamera posteriore facilitino le operazioni di parcheggio. Da vera cittadina, il comportamento dinamico: il reparto sospensivo non è particolarmente raffinato - MacPherson davanti e a ruote interconnesse dietro - e fa filtrare nell’abitacolo qualche sobbalzo di troppo sugli ostacoli, mentre il piccolo tre cilindri si fa sentire quando gli si richiede la massima spinta. Con uno 0-100 km/h in 14,8 secondi e soli 93 Nm di coppia, fuori dai contesti urbani bisogna tenerlo su di giri a scapito della silenziosità. Motore che, tuttavia, si fa perdonare la poca verve con consumi davvero contenuti in tutte le situazioni di guida, segnando una media rilevata dal nostro Centro prove di 17 km/litro.

Confort e abitabilità. Il design semplice ma moderno degli interni, contraddistinto da grandi elementi circolari in colore a contrasto, dona vivacità all’abitacolo che, sebbene le dimensioni esterne della Aygo X siano notevolmente cresciute rispetto al passato, non offre tanti centimetri in più di prima: l’auto è omologata solo per quattro e, dietro, il design discendente del tetto ha portato qualche compromesso per lo spazio per la testa e per l’accesso al divano. Anche per quanto riguarda l’agio per le gambe, alcune rivali fanno meglio e lo stesso vale per il bagagliaio da 168 litri di capacità, che diventano 780 litri abbattendo lo schienale frazionato 50:50. La posizione di guida un po’ rialzata è comoda: il volante è registrabile solo in altezza, mentre l’inclinazione dello schienale si regola con grande precisione grazie al comando a manopola (al posto di una più semplice regolazione a scatti). Niente male, per il segmento, le finiture: le plastiche di rivestimento sono rigide ma ben assemblate e i sedili di tessuto vantano un rivestimento di qualità con cuciture a contrasto.

toyota-aygo-x_6

Infotainment. Leggermente inclinato verso il guidatore, il display del sistema multimediale touchscreen ha una diagonale di 9” sul più ricco allestimento Limited Air di questa guida all’acquisto (sulle altre versioni è da 7” o 8”) ed è completo di navigatore e connessioni agli smartphone senza cavo via Android Auto e Apple CarPlay. Semplice da utilizzare e sufficientemente reattivo, è tra i migliori della categoria. Più in basso, invece, c'è un pannello di controllo del climatizzatore dai comandi intuitivi, mentre dietro al volante trova spazio una strumentazione in parte analogica, in parte digitale, con uno schermo monocromatico, ricco di informazioni.

Sicurezza. Dove la Toyota Aygo X non ha rivali nel segmento è nella dotazione di sicurezza attiva, che prevede sempre di serie la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento di pedoni e ciclisti, il cruise control adattivo e l’assistente al mantenimento di corsia. Sulla più ricca versione Limited Air troviamo inoltre di serie i fari full Led e gli abbaglianti automatici, utili per una guida notturna più sicura. Non presenti invece, neanche come optional, il sensore degli angoli bui e la frenata d’emergenza in retromarcia.

2022-Perche-lei-Toyota-Aygo-X-003

Modalità d’acquisto. La Toyota Aygo X 1.0 Limited Air S-CVT parte da 23.200 euro, che nel momento di stesura di questo articolo sono scontanti a 20.200 scegliendo il finanziamento Toyota Easy: 47 rate mensili da 178 euro (Tan 6,95%, Taeg 8,55%) a fronte di un anticipo di 4.150 euro. La maxi-rata finale pari al valore futuro garantito è di 10.450 euro.

PRO
Consumi:
il 3 cilindri 1.0, nonostante non abbia alcun tipo di elettrificazione, beve davvero poco. In statale si possono percorrere anche 20 km/litro.
Adas: nessuna citycar offre una dotazione di Adas così completa. Frenata automatica d’emergenza, cruise adattivo e assistente di corsia sono di serie.

CONTRO
Abitabilità: le forme originali della carrozzeria penalizzano lo spazio interno. È omologata solo per quattro e, dietro, l’agio per gambe e testa è limitato.
Esp: in certe situazioni, il controllo elettronico di stabilità è fin troppo zelante, penalizzando la fluidità delle manovre.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Guida all'acquisto - Perché lei: Toyota Aygo X 1.0 Limited Air S-CVT

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it