Cronaca

Caldaie killer
Le auto calano, lo smog cresce

Caldaie killer
Le auto calano, lo smog cresce
Chiudi

Le politiche anti auto, a suon di tasse, multe automatiche a 51 all'ora, caro - e calo della disponibilità - di parcheggi, funzionano: in città ne circolano 16 mila di meno. Eppure, anche l’allarme smog suona come e più di prima: Il mittente è l’Agenzia europea dell’ambiente, che ha registrato il record di morti da inquinamento in Italia, con la Pianura Padana maglia nera del Paese. Un allerta confermato dalle rilevazioni dell’Arpa: nel corso dell’anno il limite europeo dei 35 sforamenti per le polveri sottili è stato quasi doppiato, segno che le politiche ambientali del Comune non sortiscono effetti incisivi. E mentre l’amministrazione continua la sua crociata anti-auto, pianificando di far calare la scure dell’Area C anche sui veicoli ibridi e bifuel a partire dal 2017, c’è una minoranza silenziosa che avvelena quotidianamente il cielo di Milano. È l’esercito delle caldaie a gasolio, oltre 3.400 impianti ancora attivi in città capaci di pesare fino a 25 volte in più rispetto a sistemi equivalenti.

Fotografia. La situazione emerge dai dati del Curit, l’anagrafe degli impianti termici che registra le informazioni raccolte da installatori e manutentori sugli interventi effettuati negli ultimi due anni. Anche se in termini percentuali il novero delle stufe obsolete corrisponde a poco meno del 4% del totale, il loro impatto termico equivale al 10% della potenza complessiva sviluppata: secondo le stime di Legambiente, significa che il capoluogo nasconde al suo interno una “città invisibile” di circa 100 mila abitanti riscaldata a gasolio. Se si considera, infine, che un impianto di questo tipo emette particolato e ossido di azoto in un volume pari a quanto ne producono 20-25 omologhi a metano, calcoli alla mano il manipolo di caldaie a gasolio inquina almeno quanto tutte le altre a gas.

Dice il tecnico. Ma la situazione potrebbe  essere peggiore: le rilevazioni del Curit si basano, infatti, sulle dichiarazioni di avvenuta manutenzione trasmesse dai termotecnici; tra il 2012 e il 2014 le revisioni certificate sono state poco più di 92 mila, mentre gli impianti installati a Milano ammontano a oltre 167 mila. Mancano, quindi, all’appello circa 75 mila apparati: tra questi potrebbero annidarsi altre caldaie-killer, o perché ancora alimentate a gasolio o perché non manutenute. Una radiografia più precisa dell’efficienza termica delle caldaie milanesi si avrà soltanto con il completamento della targatura energetica degli impianti: la registrazione, obbligatoria dal 2014, finora ha censito circa il 30% del campione. Nel frattempo, ci si limita a stangare sempre e soltanto le auto, noncuranti del fatto che le emissioni del riscaldamento residenziale pre-anni 90 rappresentano la seconda causa d'inquinamento atmosferico. Quando si dice accanirsi sulla pagliuzza e non vedere la trave...

Riccardo Mozzati

COMMENTI

  • certo, certo, ben 16 mila auto in meno, però magari tra quelle rimaste ci sono 20.000 diesel in più rispetto all'anno precedente, che poi sono quelli - i diesel - che fanno scattare le centraline, non certo i benzina. quindi smettiamola di vantarci anche del non capir niente, vero quattroruotine?
  • Se oltre a questo (le auto calano ma l'inquinamento aumenta), le varie amministrazioni ed Enti per l'ambiente tenessero conto anche di tutti gli altri fattori che compongono l'inquinamento di una città... come i PM2,5 dei FAP, gli autobus, i treni merci, i camion, le industrie, le caldaie a gasolio e a metano, le centrali termice del Comune (ancora a gasolio)... ... e da questo si facessero delle iniziative proporzionali a quanto inquinano. Le nostre amate auto private si vedrebbero "limitate" solo per pochi giorni all'anno. Ma tant'è che a limitare/multare i cittadini si fà prima, ma ammodernare il resto no?
  • A Roma si fanno le targhe alterne, poi la sera vedo zone intere della città anche non periferiche piene di fumo di gomme e varie che bruciano gli ex nomadi, senza razzismo per carità, ma nessuno fa niente anche dopo continue proteste di comitati di quartiere, per esempio quartiere africano. A cosa servono le targhe alterne a questo punto?
  • Certamente in inverno le caldaie per il riscaldamento hanno il loro peso sull'inquinamento ma quando i limiti della Co2, pm varie, Nox e compagnia bella vengono superati in estate di chi è la colpa?
  • E finalmente si capisce quale sia la vera causa dell'inquinamento...Sempre a criticare le auto quando invece ci sono moltissimi impianti di scarico delle industrie con il depuratore che non è a norma...
  • Articolo incompleto e non molto chiaro. Ovviamente tutti le fonti di inquinamento devono essere preso di mira, uno non deve escludere l'altro. Il riscaldamento a gasolio inquina, ma solo quando è acceso, cioè meno della meta dell'anno, mentre le automobili li usiamo, e perciò inquinano, tutto l'anno. Un concentrato di polvere sottili che esce da un continuo di tubi di scappamento all'altezza del naso di tuo bambino fa sicuramente più male del caminetto sul tetto di un condominio. In un periodo di freddo, cioè quando c'e una grande concentrazione di sostanze inquinante, per ridurre quel tasso di inquinamento non possiamo mica spegnere il riscaldamento, ma possiamo facilmente non usare l'automobile. e cosi via..
  • sarebbe interessante sapere, e in maniera approssimata direi che si può sapere, quanta è la CO2 emessa dal riscaldamento....e quanto dalle auto. dopodichè si potrà dire le auto sono una pagliuzza o meno. esiste qualche dato?
  • Bravi!!! Finalmente un articolo che denuncia il problema dell´ inquinamento. Per favore, Quattroruote, "gridateli" più forte questi dati, queste informazioni. Basta criminalizzare l´auto ingiustamente, per coprire i veri responsabili.
  • E' la dimostrazione come scritto da questa rivista e da altri che il mondo dell'auto,è responsabile solo in minima parte dell'inquinamento.Ben altre solo le cause tra cui le industrie che a differenza dell'auto,non si possono bloccare o costringere dopo un tot di anni,a cambiare gli impianti abbattimento polveri o fumi perché obsoleti come invece si fa con le auto costringendoti a cambiarla perchè così, cresce anche il PIL come se costruendo auto,non si inquina con tutta la filiera produttiva iniziando dalla acciaierie:ILVA tanto per fare un esempio e via dicendo..!
  • Una soluzione sarebbe il teleriscaldamento, ma di difficile applicazione in una città come Milano, a differenza, per esempio, di città più piccole. Comunque il gasolio per riscaldamento verrà eliminato, costi quel che costi.
     Leggi risposte
  • E' per questo che detesto i sindaci e li insulto. Ci lamentiamo tanto dell'inquinamento delle auto quando ci sono Bus e riscaldamenti obsoleti.
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >

    logo

    ASSICURAZIONE? SCOPRI QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con In collaborazione con Facile.it

    CERCA IL FINANZIAMENTO AUTO SU MISURA PER TE

    RISPARMIA FINO A 2.000 €!

    Calcola il tuo tagliando

    QTagliando

    Cerca annunci usato

    LA STORIA AUTOMOBILISTICA A PORTATA DI MANO

    Oltre 1500 recensioni di attività commerciali del mondo automotive

    SCARICA LA PROVA COMPLETA IN VERSIONE PDF

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.