Targhe straniere Niente multa se non sono assicurate

×
 

Niente multa per chi circola in Italia con un’auto con targa estera senza assicurazione. Lo ha ribadito il ministero dell’interno con la circolare 300/A/2792/17/124/9 del 3 aprile scorso: “si ritiene che per tali veicoli sia esclusa l'applicazione delle sanzioni di cui all'art. 193 del Codice della strada anche quando, attraverso qualsiasi mezzo, sia accertato che il veicolo sia effettivamente sprovvisto di copertura assicurativa”.

Quando la carta verde non è necessaria. Il Viminale si riferisce ai veicoli immatricolati nei seguenti paesi: Andorra, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Slovenia, Romania, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria. Infatti, se un veicolo è immatricolato in uno di questi Stati, l’obbligo di assicurazione nel territorio italiano si considera automaticamente assolto e, addirittura, la polizia non deve nemmeno effettuare il controllo dei documenti assicurativi.

Accordi internazionali. Attenzione, però. La circolare del ministero dell’Interno non è frutto di un’iniziativa italiana. Tutto nasce da accordi e normative internazionali. Dapprima la «convenzione tra gli uffici nazionali di assicurazione degli stati membri dello Spazio economico europeo e di altri stati associati» del 30 maggio 2002, quella che, in pratica, ha reso non più necessaria la carta verde per circolare nei paesi firmatari; poi la decisione della commissione europea 2003/564, recepita in Italia con decreto del ministero dello Sviluppo economico 86/2008: “per i veicoli a motore immatricolati in Stati esteri, che circolano temporaneamente nel territorio della Repubblica italiana, della Città del Vaticano e della Repubblica di San Marino, l'obbligo della copertura assicurativa per la responsabilità civile verso i terzi, per la durata della permanenza in Italia, si considera assolto se la targa di immatricolazione è rilasciata” da uno degli Stati sopra citati.

Vale anche per chi circola stabilmente in Italia. Da notare che la circolare del ministero dell’interno (niente controlli sull’Rc e niente sanzioni per mancata copertura), si applica a tutti i veicoli esteri (immatricolati nei paesi indicati). Anche a quelli che circolano in Italia da più di un anno e per i quali non si è proceduto alla "nazionalizzazione". Anche in quel caso, infatti, pur circolando illegittimamente sul territorio nazionale (ma la norma, come si sa, è inapplicabile visto che non è possibile stabilire una data di ingresso in Italia non esistendo formalità doganali), l’eventuale violazione dell'articolo 193 del Codice della strada non può essere contestata. Insomma, un’altra freccia all’arco dei cosiddetti furbetti delle targhe bulgare e rumene, auto spesso, in realtà, guidate da cittadini italiani.

Mario Rossi

Auto Revole

In caso di incidente bisogna fare causa ?

COMMENTI

  • In caso di incidente bisogna fare causa ?
  • Má lei è un bravo"giornalista"! Purtroppo questo articolo l'ha scritto al bar tra 2 bicchieri di prosecco.... Bastava informarsi, come fanno i veri giornalisti, se esiste una possibilità per chiunque di verificare se una macchina con targa straniera e assicurata, perché c'è, almeno per quelle rumene: https://asfromania.ro/consumatori/baza-de-date-cedam/interogare-polite-rca. Poi​, leggendo, avrebbe scoperto che anche in Romania le targhe bulgare ci sono, e non sono viste bene dalla popolazione, ma ci sono perché le tasse di iscrizione sono troppo pesanti. Esempio se avevi da immatricolare una punto mille di 15 ani la tassa di prima immatricolazione era 1000 Euro, in quanto inqunava..... in Bulgaria era sui 100.... I "bravi politici" hanno visto il fenomeno, così hanno tolto la tassa, má hanno aumentato il bollo annuo, assicurazione, accise e quant'altro.... Ci sono molti modi LEGALI per guidare una macchina con targa estera, má non è il mio lavoro di fare il suo!!! Leggere è importante, informarsi in modo corretto, ancora di più per un giornalista, dunque al lavoro e smettere di dire cazzate!
  • Chissà come mai in Italia le assicurazioni rca costano almeno 30% in più rispetto alla media europea! Chissà perché la gente che prende 1.000€ di stipendio andrà a spendere 500€ (anche di più) per l'affitto, 200€ per mangiare 1 intero mese (il ristorante è un sogno ovviamente), 100€ di spese fra luce, acqua e gas. Morale della favola? Siamo schiavi moderni! Piuttosto di usare lo straniero di turno come capro espiatorio dovremmo pensare a chi inizia dalla 14 classe di bonus malus! Per una ridicola macchinina di 1.2 litri e 68 cavalli... 900€ di RCA senza pacchetti aggiuntivi! Mettici circa 120€ di bollo e wuala che lavori un mese gratis! Il problema non sono gli stranieri ma le tasse elevate del paese in cui viviamo. Lavori per sopravvivere e ciò ti obbliga ad andare altrove... Dove speri di essere accolto da un viso amico. La tua patria è solo un ricordo. Vogliamo parlare dei passaggi di proprietà? TUTTI molto felici di pagare, pagare e pagare... Altrimenti vi opporreste prima come esseri umani e poi come cittadini italiani! Parliamo di un altro problema... L'articolo 132 del c.d.s. - Cosa chiedi targa italiana a uno straniero? Se quello perde il lavoro e vuole rientrare nel suo paese? Che fa? Finisce per immatricolare due volte la stessa auto per far felice chi? Agli stranieri andrebbe preteso il solo BOLLO dal momento che circolano e inquinano in Italia. Ottima cosa sarebbe ideare un database per aver modo di reperirli e far arrivare loro eventuali multe. Niente di più. Loro quando rientrano con targa italiana nel loro paese di origine vengono MULTATI perché residenti sia in Italia che nel loro paese. A questo ci avete pensato? Forse usiamo gli altri per comodità o per nascondere il reale problema...
  • Ho sempre seguito Quattroruote con grande interesse!! ma dopo questa notizia cosi FALSISSIMA!!!!!!!! da far scatenare addirittura la mia rabbia(sono una persona molto calma!!) e la reazione di tantissimi italiani che minacciano rappresaglie(DANNI ALLE MACCHINE E PROPRIETARI) delle targhe romene e\o bulgare, chiedo alla redazione di Quattroruote di chiedere scusa alle due comunità!! Guardiamo prima nel nostro "giardino" e poi offendiamo altri...!!! Buon week-end!!
  • Venendo giu' dall inghilterra l' anno scorso mi hanno fermato un paio di volte nello stesso giorno, in Francia , in cui non c'e' stato nessun problema sull assicurazione , ma piu' ligi a controllare regolazione fari, gomme e cinture di sicurezza , e in italia dove invece mi hanno fatto storie per la mancanza della carta verde e eseguito alcool test perche' gli sembravo brillo quando non bevo per poi mandarmi via come si mi avesso fatto un favore.
  • Caro Mario Rossi! Capisco che un giornalista deve tirare l'attenzione, ma la maggior parte dei lettori non arrivano oltre il titolo, di cui piú falso sarebbe stato difficile inventare. Le macchine straniere devono essere assicurate! Lei fa credere alla gente media che tutti gli stranieri girano seza assicurazione! Io giro spesso in Italia, sono straniero perció ho la targa straniera e la macchina regolarmente assicurata. L'unica novitá che finalmente neanche in Italia non devo aver la cosidetta "carta verde" che negli altri paesi UE non chiedono da anni. Solo le FdO italiane, e solo per loro doveva essere per forza su carta verde. A me ad esempio la mandano in e-mail, se la stampavo su carta bianca -nonstante contiene le stesse cose- in Italia non accettavano. Adesso devono accetare anche qua che un mezzo con libretto e targa regolari, nel suo paese di origine é assicurato. Poi, ci saranno furbetti, ma quelli ci sono in qualsiasi paese. Fino adesso 'quattroruote" consideravo una rivista seria, ora pubblicando mezze veritá creando tensioni... mi siete scaduti proprio.
  • Spero che quanto letto nell'articolo non sia vero, altrimenti mi viene da pensare che tutte le auto con targa bulgara, rumena e polacca che circolano stabilmente in zona Padova siano in queste condizioni. E allora andare per strada equivale a stare in un campo minato! L'argomento va velocemente approfondito, vista la gravità delle possibili conseguenze.
  • Sarebbe ora che queste cose smettessero di essere valutate solo sotto l'aspetto amministrativo e venissero considerate per le ripercussioni che hanno sulla sicurezza e la tutela dei cittadini. Anche e soprattutto quando vengono stipulati accordi all'interno della UE, che nostri politici - falchi in casa è polli in Europa - continuano a subire, più che negoziare con decisione e competenza.
  • La cosa che mi fa piu' TERRORE e' che se queste targhe bulgare o romene vengono addosso a me o ai miei figli che girano ogni giorno e oltre a farci male non hanno l assicurazione che li copre, con quali soldi potrei coprire le immense spese per una riabilitazione o ancora peggio una menomazione???(non oso pensare a cose peggiori). Il fondo vittime della strada NON COPRE PER TUTTO QUELLO CHE TI SUCCEDE e comunque quel poco che contribuisce lo fa dopo un sacco di tempo.... ESISTE UN PARTITO O MOVIMENTO CHE PRENDA IN MANO UN PROBLEMA COSI' GROSSO?
  • Allora, facciamo una bella cosa: quando vediamo una vettura con targa straniera posteggiata la fotografiamo e dopo 12 mesi la rifotografiamo e mandiamo gli scatti (con relativa data) ai Comandi dei Vigili Urbani o caserme dei Carabinieri.... ah, già non si può fare per il rispetto della privacy, quella può essere allegramente calpestata se si deve fotografare la vettura di un cittadino italiano con targa italiana che supera di 2 orari il limite di velocità.
  • Ennesimo esempio di giustizia con più pesi e più misure... a scapito di chi, onestamente, affronta la vita! Non sono per niente d'accordo che tale regola venga accolta a seguito di accordi economici pregressi, come citato nell'articolo stesso. E mi domando: ma questi "furbetti", in Germania o in Francia, la farebbero franca anche in quei Paesi???
  • Quindi se un povero cristo incappa in un incidente, magari anche grave, con uno di questi veicoli non ha speranze di vedersi risarcito il danno? Cornuto e mazziato.
  • Io ho sempre odiato chi fa il furbo con targhe straniere, non pagando bollo o assicurazione o quant altro..... pero' devo fare una riflessione. Uno lavora tutta la vita, magari con diversi sacrifici potrebbe portarsi a casa l' auto dei propri sogni, (ovviamente parlo di "comuni mortali",),nel mio caso una type r, e alla fine ci deve rinunciare per quel furto autorizzato che e' il superbollo..... allora sinceramente sto seriamente pensando di trovare un modo per immatricolarla all' estero... Ma e' giusto che gente con suv da 70/80mila euro, paghi un quarto del bollo rispetto a un auto da 35mila????????????????????? Il bollo e' una tassa di possesso??? Allora che vada in base al prezzo d' acquisto dell' auto, e non ai kilowatt!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Beh, basterebbe vedere se il proprietario risulta residente in italia da almeno un anno...... I sistemi di controllo non mancano, basta applicarli !
  • I sistemi per fotografare le targhe delle autovetture ai confini di stato ci sono, il sistema di archiviazione dati e della loro disponibilità per le forze dell'ordine per la verifica della violazione dell'articolo 193 del Codice della Strada c'è..... quello che non c'è è la volontà politica di porre fine a questi mezzucci adottati dai "furbetti" per non pagare le tasse e le assicurazioni. Quello che c'è, invece, è la volontà politica e della Magistratura a non difendere i contribuenti ONESTI.
  • Non capisco perchè la mia assicurazione continui a darmi la Carta Verde per circolare all'estero, quando l'articolo dice non serve.
     Leggi risposte
  • Non capisco allora perché la mia assicurazione continui a darmi la Carta Verde per circolare all'estero, dato l'articolo dice che non serve.
  • ...."l’obbligo di assicurazione nel territorio italiano si considera automaticamente assolto" : ma se già circolano milioni di auto italiane senza assicurazione e sono tutte assolutamente fuorilegge per quale motivo non lo sono quelle con -perlomeno- targhe estere?Solo perchè non esiste una legge a livello europeo che obblighi tutti gli stati membri a rendere pubblici -alle rispettive forze dell'ordine, si badi bene- i dati di quei mezzi -dalla moto al camion- che compiono infrazioni fuori dai loro confini, questo sarebbe un surplus di lavoro per chi deve notificare eventuali infrazioni.....ovviamente negli uffici italiani....
  • Ma complimenti! Ennesima mossa per trasformare l'italia nal paradiso dei farabutti, nostrani e d'importazione! Altra cazzata che ci chiede l'europa?! Fosse stata almeno una notizia da 1 aprile magari ci si poteva anche ridere su
  • wow, allora la prossima automobile la noleggio in uno di quei paesi... pagamento cash, non fa reddito, è immune alle multe e posso anche non assicurarla... e se mi fermano posso mandare a quel paese Polizia, Carabinieri, Vigili etc. che tanto qualsiasi giudice mi darà ragione. inutile, l'itaGlia è sempre più il paese delle banane.
     Leggi risposte
  • Dico io, qui siamo alla farsa! E se una vettura straniera mi coinvolge in un sinistro sono obbligato a cercare indennizzo al Fondo Vittime della Strada e se tutto va bene vengo risarcito chissà quando. Ma le Forze dell'Ordine che presidiano i paesi e che conoscono a menadito tutto ciò che succede sul territorio di loro competenza (è un loro obbligo sapere chi circola nel paese e che cosa è venuto a fare) non possono applicare la norma dopo 1 anno da che vedono il veicolo con targa straniera circolare in paese? Dove abito io ci sono varie auto con targa bulgara o macedone (Saab e BMW vecchie e ammaccate, ridotte a catorci ambulanti) in bella vista nella piazza principale DA ANNI e nessuno fa qualcosa.......
  • bravi, complimenti, continuate pure così che va' tutto bene...... -_-
  • Non si poteva leggera notizia migliore....
  • FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19388/poster_1e908834-49cc-4c75-903f-3ab1b5e74a28.jpg La Renault Symbioz Concept ci prioetta al 2030 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-renault-symbioz-concept-ci-prioetta-al-2030 News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19389/poster_197bca3e-cfa7-43e1-b30b-0d144719e116.jpg Il design della nuova Bentley Continental GT (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/il-design-della-nuova-bentley-continental-gt-in-inglese- News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19394/poster_1f0d2ae2-6884-49eb-b126-74094abb6edc.jpg Mercedes-Benz al Salone di Francoforte 2017 (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/mercedes-benz-al-salone-di-francoforte-2017-in-inglese-1 News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19396/poster_d11e1091-badc-4887-b615-bd7ad416e48c.jpg Mercedes EQ-A Concept in 60 (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/mercedes-eq-a-concept-in-60-in-inglese- News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19400/poster_5bc718e4-8b86-4400-9590-58a22de2bedb.jpg Audi Elaine Concept: l'auto è sempre più intelligente http://tv.quattroruote.it/news/video/audi-elaine-concept-l-auto-sempre-pi-intelligente News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19405/poster_fd8b1cfb-e0ea-49d1-bcd4-59efc1729934.jpg Bugatti Chiron da record: 0-400 km/h in soli 42 secondi http://tv.quattroruote.it/news/video/bugatti-chiron-da-record-0-400-km-h-in-soli-42-secondi News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19459/poster_011.jpg Citroën C3 Aircross: al volante della Suv compatta http://tv.quattroruote.it/news/video/citro-n-c3-aircross-al-volante-della-suv-compatta News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News

    UTILITÀ

    SERVIZI PER LA TUA AUTO

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca

    SCOPRI
    QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Uilizza subito il servizio calcola assicurazione per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze
    In collaborazione con https://www.facile.it
    1. Inserisci i tuoi dati anagrafici
    2. Inserisci i dati del veicolo
    3. Inserisci i dati assicurativi
    4. Confronta i risultati

    Calcola il tuo tagliando

    ×
    Lorem ipsum dolor

    Cerca gli pneumatici più adatti a te

    Oltre 23.000 pneumatici a prezzi incredibili.
    In collaborazione con
    Dimensioni
    Larghezza
    • Larghezza
    Altezza
    • Altezza
    Diametro
    • Diametro
    Tipologia
    Cerca

    Cerca annunci usato

    Marca
    Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CITROEN
    • DACIA
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • HONDA
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MAZZANTI
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PAGANI
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROLLS ROYCE
    • ROMEO FERRARIS
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TAZZARI EV
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Modello
    Seleziona
    • Seleziona
    Prezzo

    da a

    CAP

    PROVE SU STRADA QUATTRORUOTE

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CITROËN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona