ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Noleggio

Auto aziendali
Benamati: "Rimodulare tutta la fiscalità del settore"

Auto aziendali
Benamati: "Rimodulare tutta la fiscalità del settore"
Chiudi

Gianluca Benamati è il firmatario dell’emendamento al decreto Rilancio che estende gli incentivi previsti per le elettriche alle endotermiche Euro 6. Ma non si vuole fermare qui. Insieme al sottosegretario del Mise Alessia Morani, il deputato del Pd vuole riformulare anche la pesante pressione fiscale sull’auto aziendale.

Visione di sistema. Il parlamentare dem e vicepresidente della commissione Attività Produttive della Camera, ingegnere chimico e ricercatore, ha una visione più di sistema, anche perché nato ed eletto lungo quella via Emilia che dei motori ha fatto un distretto industriale importantissimo. Insomma, per Beneamati il settore auto è essenziale per la ripresa e deve esser messo al centro, insieme ad altre filiere, al prossimo piano nazionale delle riforme. Che il governo ha intenzione di affrontare: "Le misure che dovremmo definire sull’auto dovranno essere concordate in seno al governo, ma certamente i copiosi fondi provenienti dall’Europa per la la ripartenza dovranno sostenere anche il settore automotive", sottolinea Beneamati. "Tra gli interventi di sostegno alla domanda vi sono certamente misure che debbono riguardare l’auto aziendale perché vi è una forte disparità di trattamento rispetto a quanto avviene negli altri Paesi europei. È un impegno di questa maggioranza intervenire in questo senso". L'auto, in effetti, è stato uno dei settori che ha fatto cambiare di paradigma ad Angela Merkel, in quanto l’industria europea è  estremamente interdipendente: "Siamo diventati l’officina d’Europa, con la nostra componentistica che per il 70% viene esportata, principalmente verso la Germania", spiega il politico. "Perciò, sostengo con forza che tutta questa filiera non debba essere abbandonata a sé stessa". Posizioni che noi di Fleet&Business e di Quattroruote condividiamo.

COMMENTI