ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Noleggio

Mobilità
Arval lancia Hub, app e consulting

Mobilità
Arval lancia Hub, app e consulting
Chiudi

In Olanda è stato un successo. Ma nel Paese delle biciclette e dove lo sharing ha già raggiunto livelli da primato in Europa, era una scommessa facile. Ora  Arval lancia la sua Mobility App in Germania e Francia, dove è in fase di lancio anche Arval Mobility Hub. E prepara lo sbarco in Italia. Con il supporto di BNP Paribas Cash Management e Axepta BNP Paribas Solutions, prosegue in sostanza il piano strategico Arval Beyond. Che in questa fase, a seguito del lancio del noleggio di e-bike in 8 Paesi, prevede tre novità: l’Arval Mobility Hub, che raccoglie le opzioni di mobilità condivisa - tra cui auto, bici, scooter e soluzioni di micro mobilità - disponibili presso le sedi dei clienti aziendali di Arval, per renderle facilmente accessibili a tutti i loro collaboratori; l’Arval Mobility App, che consente ai collaboratori di scegliere l’opzione più adatta per il loro viaggio con un semplice tap sullo smartphone; l’Arval Mobility Consulting, un nuovo approccio per supportare i clienti nelle loro nuove policy di mobilità.

Le richieste delle aziende. Secondo l’ultima edizione del Barometro di Arval Mobility Observatory, il 74% delle aziende in Europa ha già previsto, o programma di farlo nei prossimi tre anni, almeno una soluzione di mobilità alternativa per i propri collaboratori, con l’obiettivo di ridurre l’impatto ecologico, migliorare la propria attrattività come posto di lavoro e ridurre i costi. Dunque l’offerta parte proprio dalle richieste dei mobility manager che hanno identificato chiaramente i loro bisogni in termini di policy aziendali. “Per quanto riguarda la mobilità dei propri collaboratori, le aziende sono consapevoli che bisognerà in futuro offrire a tutti loro – non solo agli assegnatari di un’auto aziendale – una serie di opzioni di mobilità sia per uso professionale che personale” spiega Alain Van Groenendael, presidente e ceo di Arval. Per semplificare i viaggi quotidiani dei collaboratori aziendali, qualunque sia il loro modo di viaggiare o l’obiettivo (lavoro da remoto, incontri di business o anche uso personale), Arval punta a diventare la scelta unica capace disoddisfare i diversi bisogni, dal car sharing al bike-sharing, fino alle opzioni di micro mobilità in condivisione. Sul fronte aziendale, con “Arval Mobility Consulting”, la società si trasforma anche in super-consulente per una policy di mobilità multiforme. L’idea deriva da Arval SMaRT Approach, lanciato nel 2018, e parte dalla definizione degli obiettivi e delle ambizioni del cliente in merito alla transizione verso una mobilità sostenibile, per raggiungere una piena comprensione delle soluzioni di mobilità in essere e passare alla terza fase, ovvero raccomandazione e lo sviluppo di nuove soluzioni dedicate e adattate al profilo di ogni collaboratore. L’obiettivo di Arval, dichiarato fin dalla presentazione dell’ambizioso programma 360° Mobility è quello di diventare leader nella mobilità sostenibile, oltre che ai vertici mondiali del noleggio a lungo termine, con 1,4 milioni di veicoli a livello globale.

COMMENTI