Prima la pandemia che ha ridotto al lumicino le nuove immatricolazioni, ora la crisi dei chip, che ha rallentato, e di molto, l’inflottamento in previsione dell’estate da parte delle società di noleggio a breve termine. A lanciare l'allarme è l'Aniasa, l’Associazione che in Confindustria rappresenta i servizi di mobilità, che evidenzia le preoccupazioni delle aziende del settore sulla disponibilità di veicoli per l'auspicata ondata di turisti in arrivo nelle località balneari e nelle città d'arte, dall'Italia e dall’estero. La raccomandazione, per chi sta programmando le vacanze, è di prenotare con anticipo l'auto di cui si avrà bisogno. "La minore disponibilità di vetture a noleggio sul territorio nazionale, determinata dalla crisi della produzione di microchip del mondo auto, deve spingere quanti stanno pianificando le proprie vacanze a prenotare per tempo le vetture di cui necessitano per raggiungere le località di villeggiatura. Viaggiare a bordo di un’auto a noleggio resta una delle forme più sicure ed efficaci per muoversi anche in questa fase di pandemia alla scoperta delle bellezze del nostro Paese", si legge in una nota dell’associazione.