ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Noleggio

Mercato
Terzo trimestre difficile per il breve e il lungo termine

Mercato
Terzo trimestre difficile per il breve e il lungo termine
Chiudi

La mancanza di auto, e le politiche attendiste governative, hanno fatto invertire la rotta anche nelle immatricolazioni del noleggio a lungo termine nel terzo trimestre 2021. Se, fino a giugno, le auto a noleggio a lungo termine crescevano del 57% rispetto al primo semestre 2020, nel terzo trimestre hanno fatto registrare un -11,22%, che ha portato il saldo cumulativo dell’anno a un +30,31, sfiorando le 200.000 nuove targhe, quasi 50.000 in più rispetto al periodo gennaio-settembre 2020. Una crescita che è superiore a quella fatta registrare dal mercato nel suo complesso (+20,69%) ed è la performance migliore tra tutti i canali. Un dato che, però, Dataforce teme debba scendere ulteriormente nel quarto trimestre. Per quanto riguarda il mondo dei veicoli commerciali leggeri, invece, il dato positivo del primo semestre (+23,5%) è addirittura migliorato nel terzo trimestre, con un cumulato del 2021 che si attesta a +25,85%. La situazione è più grave per il noleggio a breve, con il saldo positivo del primo semestre (+21%) crollato nel Q3, che chiude il periodo a -40,34%, riducendo così il cumulato a un esiguo +4,65%. Il primo semestre ha visto un boom del noleggio furgoni, con un +92%, dato però che ha frenato nel terzo trimestre, a -30,75%, riducendo il risultato da gennaio a settembre a +31,5%.

Il lungo termine. Malgrado previsioni più negative rispetto al passato, secondo Dataforce il comparto del lungo termine dovrebbe comunque dimostrarsi il canale con la ripresa più significativa rispetto al 2020, a +22,6%, per 260.000 auto (ovvero 48.000 in più). Un dato che sarà comunque inferiore dell’8% rispetto all’anno ante-Covid 2019, nel quale furono immatricolate oltre 282.000 vetture. In ambito Vcl, il noleggio a lungo termine dovrebbe raggiungere 39.000 nuove targhe, in attivo del 2,7% sul 2020 (circa 38.000 immatricolazioni) ma in passivo del 7,3% rispetto al 2019. Tra gli operatori continuano a mettere a segno migliori risultati le captive, a +40,85% nel 2021, rispetto ai generalisti, a +28,74. Malgrado un terzo trimestre con diversi cali, Arval, ALD e Volkswagen Financial Services in primis, con le crescite a doppia cifra invece per Leasys, LeasePlan, UnipolRental, Athlon e Program, tutti i player del Nlt sono in attivo rispetto al 2020 (tranne ES Mobility, la captive di Renault e Nissan, Rent2Go e GFC). Al vertice si posiziona Leasys con 49.115 immatricolazioni (+55,86% sull’anno scorso, con una quota di mercato che sfiora il 25%), che precede Arval (40.810 nuove targhe, +36,57%), Volkswagen Financial Services, LeasePlan e ALD Automotive. Primi nove mesi dell’anno che per i furgoni vedono Arval precedere di poco Leasys, seguite da LeasePlan, UnipolRental, Free2Move Lease e ALD Automotive.

Il breve termine. Per lo short term, il forecast di Dataforce per il 2021 ipotizza soltanto 85.000 nuove immatricolazioni per le auto, in negativo sia nei confronti del dato finale 2020 (87.500 unità, -2,9%) sia verso quello del 2019 (oltre 178.000, -52,3%). Pessimismo anche nel versante Cvl: 10.000 immatricolazioni entro la fine dell’anno consentiranno di strappare un risultato appena positivo rispetto al 2020 (+2,6%), ma in negativo (-14,6%) sul 2019. In crescita rispetto al terzo trimestre 2020, solamente l’insieme dei Piccoli Noleggiatori (+17,71%), e Sixt (+25,86%), con tutti tutti gli altri con immatricolazioni crollate. Nel cumulato annuo Avis Budget Italia è al vertice (14.579 nuove targhe), seguita dai Concessionari e Case Auto (11.481 immatricolazioni). Al terzo posto Europcar (11.239) e l’insieme dei Piccoli Operatori (10.225).  Nelle posizioni seguenti, Hertz (8.746), Locauto (5.598) e Sixt (5.278). Anche in ambito Light Commercial Vehicles il mercato del noleggio a breve termine è stato saldamente nelle mani dei Piccoli Operatori, sia nel terzo trimestre sia in tutto il 2021

Modelli e alimentazioni. La Fiat Panda è sempre l’auto più noleggiata a lungo termine anche nel terzo trimestre dell’anno, attestandosi più o meno sui volumi dello scorso anno, al secondo posto la Fiat 500X, al terzo la Jeep Compass, seguita dalla Fiat 500 e dalla Alfa Romeo Stelvio. Tra i Vcl comanda il Fiat Ducato, seguito da Doblò, Ford Transit, Citroën Jumper e Peugeot Boxer. Tra le alimentazioni è boom per le elettriche, che hanno conquistato una quota di mercato del 7,27% nei tre mesi in questione, con le ibride plug-in al 12,8% e le full-hybrid al 6,07%. Ormai le benzina e diesel complessivamente non arrivano al 50% del mercato, ma, se includiamo le mild-hybrid, la quota complessiva di benzina e diesel anche mild arriva al 72%.

COMMENTI

  • Diciamo anche che, in estate, i costi sono aumentati di più del 20%. Es: se a giugno potevi prendere una Zoe in promozione a 300 euro al mese da settembre il costo è di 400 euro, sempre in promozione. Una Tiguan da 320 a 400. Auto in promozione Diesel, naturalmente, sono pochissime. Anche l'anticipo è aumentato e, per le auto medie, è passato da 4000 a 5000 euro.