Nuovi Modelli

Mercedes-Benz AMG GT
L'anti-911 che viene da Affalterbach

Mercedes-Benz AMG GT
L'anti-911 che viene da Affalterbach
Chiudi

C'è una sportiva, nella fascia dei centomila euro, che in tutto il mondo viene presa come riferimento per qualità ed equilibrio, frutto di un'evoluzione lenta e instancabile. La Porsche 911, pietra di paragone del segmento, sta per assistere al debutto di una rivale molto promettente. Che poi è una sua connazionale: la Mercedes-Benz, tramite il marchio AMG, è al lavoro su una granturismo che andrà a inserirsi proprio in quella fascia di prezzo, con il dichiarato obiettivo di insidiare l'intramontabile "neun-elfer".

Sui mercati a inizio 2015. Il nuovo modello di Affalterbach, che raccoglierà la tradizione e il Dna della SLS portandoli verso una fascia di mercato più accessibile (il prezzo sarà praticamente la metà dell'ali di gabbiano), dovrebbe prendere il nome di AMG GT e arrivare sui mercati internazionali all'inizio dell'anno venturo, a seguito di una presentazione in programma per la metà del 2014, secondo le nostre informazioni.

Il comandamento degli otto cilindri. Gli uomini del ramo sportivo di Stoccarda sono su strada da un pezzo con i muletti della vettura, e gli esemplari sperimentali oggetto dei collaudi confermano la formula adottata per la prima supercar dell'AMG: cofano lungo e abitacolo arretrato sono esattamente lì dove li avevamo lasciati. Per non parlare del motore con architettura V8, frazionamento che ha fatto buona parte della storia - e della gloria - di Affalterbach.

Il nuovo quattro litri biturbo. Il plurifrazionato in questione non sarà un'unità qualunque: il motore è il nuovissimo 4.0 V8 biturbo che equipaggerà numerose AMG di nuova generazione, mandando in pensione il glorioso 6.2 V8 aspirato e il suo successore, il 5.5 V8 biturbo che oggi costituisce l'ossatura dell'alto di gamma del marchio.

Tre varianti per il V8, da 400 a 570 CV. Secondo quanto abbiamo appreso, il nuovo propulsore potrebbe essere proposto in tre diverse varianti sul modello di serie: la base monterà il powerstep da 400 CV, la versione più potente ne erogherà 500, mentre al vertice dell'offerta, più in là, arriverà la Black Series, dotata di una variante capace di raggiungere i 570 CV. Quanti ne aveva l'SLS "liscia" al suo debutto.

Stesso schema meccanico dell'SLS. Un punto di contatto con l'ali di gabbiano sarà rappresentato dal layout tecnico di base: come l'SLS, anche l'AMG GT adotterà un cambio doppia frizione a sette marce, e come l'SLS anche in questo caso la scatola del cambio sarà montata sull'asse posteriore, in posizione transaxle, allo scopo di raggiungere la distribuzione dei pesi ottimale.

Mega-dieta da 200 kg. Stesso discorso per le scelte in fatto di materiali: l'AMG GT continuerà ad adottare una costruzione in alluminio, ma grazie ai progressi ottenuti negli anni e alla riduzione delle dimensioni, sarà sensibilmente più leggera dell'antenata. Laddove l'SLS fermava l'ago della bilancia a quota 1.695 kg, la nuova granturismo tedesca rimarrà sotto la soglia dei 1.500 kg. Il merito va anche alla rinuncia alle portiere ad ala di gabbiano, scelta che comporterà anche un abbassamento del baricentro, con chiare conseguenze positive in termini di ulteriore affinamento della dinamica di guida.

Prestazioni da supercar vera. Si diceva delle dimensioni: l'AMG GT non dovrebbe superare i 4,5 metri di lunghezza, per una quindicina di centimetri in meno rispetto alla SLS. Anche il passo sarà più corto, di circa cinque centimetri. Quello che non diminuirà sono le prestazioni: la velocità massima sarà certamente superiore ai 300 km/h, e il tempo sullo 0-100 km/h inferiore ai quattro secondi.

Fabio Sciarra

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Mercedes-Benz AMG GT - L'anti-911 che viene da Affalterbach

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it