Nuovi Modelli

Salone di Parigi
i20 "big" allo stand Hyundai [live] [video]

Salone di Parigi
i20 "big" allo stand Hyundai [live] [video]
Chiudi

La Hyundai i20 è l'assoluta protagonista dello stand della Casa coreana al Salone di Parigi. Questa seconda generazione ha voltato pagina e offre qualcosa di nuovo ai clienti di questo segmento, a cominciare dal design, con il nuovo frontale a sviluppo orizzontale, il particolare trattamento del montante e l'attenzione particolare alle finiture degli interni, senza dimenticare accessori e dotazioni elettroniche degne di categorie superiori. Lo spazio, in ogni caso, è uno temi portanti del progetto: più lunga di 40 mm e più larga di 26 mm rispetto al passato, la i20 è più bassa di 16 mm per avere anche un pizzico di aggressività, ma riesce anche a proporre un bagaliaio molto ampio (326 o 1.042 litri in base alla posizione dei sedili).

Motori. In occasione del Salone francese la Hyundai ha confermato che, nel 2015, la i20 porterà al debutto il nuovo tre cilindri di 1.0 litri T-GDI, un concentrato di tecnologia da 120 CV e 172 Nm di coppia, che si allinea con le scelte tecnologiche della concorrenza e promette prestazioni brillanti unite a consumi contenuti. Nella gamma ci saranno anche i benzina di 1.2 litri da 70 e 84 CV - anche in versione bifuel (benzina Gpl) - il nuovo 1.4 da 100 CV e i diesel 1.1 e 1.4 litri da, rispettivamente 75 e 90 CV. Piccola delusione, infine, per chi sperava di vedere anche la i20 Coupé, anticipata da alcuni bozzetti recenti ufficiali: il modello si farà, ma debutterà più avanti, con la speranza di vederne da subito un allestimento sportivo ispirato all'impegno nei rally.

da Parigi, Lorenzo Corsani

COMMENTI

  • Bellissima.......visto Marchionne come si fa ........
  • chi è senza peccato scagli la prima pietra, per caso citroen non ha mai copiato, forse Renault, magari bmw, mercedes, tutti copiano tutti, mi meraviglio che ci siano stolti che guardano solo l'apparenza e non i contenuti, del nuovo che avanza si ha sempre paura....
  • Non credo che con tutte le normative che vincolano i progettisti sia facile essere particolarmente originali; soprattutto in alcuni segmenti vincolati dalla necessità di offrire la migliore abitabilità con il minimo ingombro. Soprattutto considerando i costi di industrializzazione. Se l'auto mi offre lo spazio e le prestazioni di cui ho bisogno chissenefrega se assomiglia ad un'altra. Le case europee dovrebbero invece copiare i lunghi tempi di garanzia delle coreane.
  • Non credo che con tutte le normative che vincolano i progettisti sia facile essere particolarmente originali; soprattutto in alcuni segmenti vincolati dalla necessità di offrire la migliore abitabilità con il minimo ingombro. Soprattutto considerando i costi di industrializzazione. Se l'auto mi offre lo spazio e le prestazioni di cui ho bisogno chissenefrega se assomiglia ad un'altra. Le case europee dovrebbero invece copiare i lunghi tempi di garanzia delle coreane.
  • al solito nessuno nota i consumi di hyundai.. quell'84g/km di CO2 indica probabilmente un consumo di 3,5 litri di carburante per 100km...
  • Autovettura gradevole e costruita con qualità tipica dei prodotti coreani del Gruppo, che da qualche anno soddisfa pur il complesso delle linee europee. Il tutto (che non sembra poco) condito con 5 anni 5 di garanzia a conferma ed efficacia del prodotto.
  • Rispetto agli ultimi prodotti lanciati (i10, i30 e anche i40) questa è decisamente più banale come linea, anzi davvero anonima. Forse hanno sbagliato proprio quella più importante per le vendite in Europa. Bocciata senza se e senza ma!
  • No, scusatemi.. cosa avrebbe copiato da citroen? E' chiaramante una i30 in miniatura.. accattivante.
  • Anche se ha in comune alcuni dettagli di altri modelli Hyundai dimostra ancora di essere sempre presente , attenta , vitale e interessante a prezzi moderati e con un'affidabilità molto alta
  • Di fatto in questo momento offrono il migliore rapporto prezzo prestazioni qualità. 7 anni 150 mila Km non li dà nessuno.
  • Confermo quanto detto dopo aver visto le prime foto, questa volta la base di partenza per il copia incolla è toccata alla Citroen Picasso. Poi l'anno prossimo, dopo l'ennesimo nuovo modello toccherà a qualcun'altra fare da base. Patetico.
     Leggi le risposte