Nuovi Modelli

Nuova Alfa Romeo Giulia
Le prime foto ufficiali della Quadrifoglio [video]

Nuova Alfa Romeo Giulia
Le prime foto ufficiali della Quadrifoglio [video]
Chiudi

L’Alfa Romeo Giulia ha ancora tanti segreti, ma quel poco che è dato di sapere autorizza gli appassionati a esaltarsi: motore - “elaborato da tecnici provenienti dalla Ferrari” - di alluminio V6 biturbo da 510 CV con sistema di disattivazione dei cilindri a controllo elettronico; accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi; rapporto peso potenza inferiore a tre kg/CV.  È la Quadrifoglio la versione scelta per (ri)lanciare il marchio all’inseguimento delle concorrenti (ma sarebbe meglio definirle avversarie) tedesche (e, da poco, inglesi).

Materiali. Dicevamo del rapporto peso/potenza. Sulla Giulia Quadrifoglio l’albero di trasmissione è realizzato di carbonio, come il cofano motore, il tetto e il guscio dei sedili anteriori; l’alluminio viene utilizzato per i motori, i freni, le sospensioni – compresi i duomi anteriori e i sottotelai anteriore e posteriore – e per porte e parafanghi. Compositi di alluminio e materiali plastici sono stati scelti per la traversa posteriore. Facendo due calcoli partendo dalla potenza e dal rapporto kg/CV, il peso della Giulia Quadrifoglio dovrebbe essere intorno ai 1.500 kg…

2015-alfa-romeo-giulia-01

Stile. La Giulia, che è il manifesto tecnico e tecnologico della nuova Alfa Romeo, contraddistinta dal logo reinterpretato in chiave attuale, ha un profilo caratterizzato da sbalzi ridottissimi, dal modulo frontale allungato e proiettato in avanti, dall’abitacolo arretrato e appoggiato sulle ruote posteriori e da una coda corta e muscolosa. Un’Alfa indubbiamente a trazione posteriore, anche visivamente.

Meccanica. I dettagli tecnici diffusi finora sono pochi, ma decisivi: distribuzione delle masse equilibrata sui due assi (50/50), tutti i motori di alluminio, diesel compresi (a conferma che non si tratta del 2.2 a gasolio della Jeep Cherokee, che ha il monoblocco di ghisa), sospensioni anteriori a doppio braccio oscillante con asse di sterzo semi virtuale, che mantiene costante l’appoggio del braccio a terra durante la percorrenza delle curve per generare elevate accelerazioni laterali, e sospensioni posteriori multilink. Infine, lo sterzo particolarmente diretto: il più diretto della categoria, dicono. Sono confermate le due varianti di trasmissione, a due e a quattro ruote motrici (Q4), ma non ci sono dettagli sui cambi.

Tecnologia. Il differenziale posteriore adotta la funzione di Torque Vectoring, che consente al differenziale, attraverso le sue due frizioni, di controllare la coppia separatamente su ciascuna ruota motrice. L’impianto frenante – con dischi carboceramici – si avvale dell’Integrated Brake System, un dispositivo elettromeccanico che combina l’intervento del servofreno tradizionale con il controllo elettronico di stabilità. la Giulia porta al debutto anche l’Active Aero Splitter, un sistema frontale attivo per aumentare la deportanza.

2015-alfa-romeo-giulia-03

Alfa DNA. La gestione dei sistemi elettronici di bordo è stata affidata al cosiddetto Chassis Demand Control, il quale – si legge nella nota diffusa dall’Alfa Romeo – assegna a ogni dispositivo il compito di intervenire opportunamente per migliorare la dinamica della vettura. Chiaramente, anche l’Alfa Romeo Giulia mantiene il selettore Alfa DNA: tre le modalità previste – Dynamic, Natural ed Efficient. Quattro, con l’aggiunta del profilo Racing, “sulle versioni ad alte prestazioni” (notare il plurale).

Interni. L’Alfa Romeo Giulia propone una plancia “leggermente ondulata” orientata verso il guidatore, con molti comandi raggruppati sul volante, compresi i generosi paddle per il cambio marce e il tasto di avviamento del motore, come sulle Ferrari. Materiali quali fibra di carbonio e legni pregiati impreziosiscono la plancia. Il selettore Alfa DNA e il sistema di infotainment, infine, sono controllati da due manopole sul tunnel centrale. C.D.G.

COMMENTI

  • Alla luce dei commenti della stampa e dei blog, la nuova Giulia è valutata positivamente, nonostante "le somiglianze", gradite e/o non. Questa vettura pare sia la media del nuovo corso, quindi dobbiamo aspettarci altre due novità nel prossimo futuro: una di fascia minore ad una superiore, avremo quindi da divertirci. Ciò che invece non mi diverte affatto sono le notizie che ci giungono dagli USA circa la qualità delle vetture del FCA locale sottoposte a censura da un Ente locale allo scopo preposto. In fase di rilancio di un'Industria, fa parte delle strategie produttive "risparmiare sulla produzione di particolari", ma mettere in crisi il sistema sarebbe eccessivo. Il particolare deve essere sufficiente ed efficiente, non scarso e nemmeno borderline tra questi valori. Ci sono in ballo migliaia di posti di lavoro ecco la mia preoccupazione!!!
  • semplicemente bellissima...
  • Personalmente sono molto deluso dalla linea. A fronte di caratteristiche tecniche spettacolari, poteva essere fatto molto di più sul piano stilistico. Lasciando perdere i commenti che parlano di varie scopiazzature di altre marche (ognuno è bello che veda quello che gli piace) trovo orrendo il frontale, con fanaleria esageratamente grande e non il linea con il resto dell'auto. Il quel gruppo c'è gente che disegna meravigliose Ferrari e Maserati. Non potevano sforzarsi un po' di più. Dopotutto l'estetica è la parte che maggiormente colpisce il mercato, checchè se ne voglia dire.
  • La macchina secondo me è stupenda,ho solo due curiosità, come mai è priva di fari antinebbia,e secondo dove pensano di alloggiare la targa anteriore perché a prima vista non mi sembra che ci sia lo spazio.
  • La linea non la trovo nè più bella nè molto più moderna della 159 (non sembra che siano state concepite a distanza di più di 10 anni). Al tempo stesso già è un gran risultato che sia esteticamente all'altezza di 156/159: era facile peggiorare. Non sono di quelli che va necessariamente a 30 anni fa per trovare Alfa accattivanti perchè già la 156 fu un successo clamoroso. Ora però l'obiettivo di competere con le tedesche pone una sfida che Alfa non ha mai vinto: la Qualità! Se quella sarà davvero all'altezza delle tedesche allora con design+tecnologia+qualità, il marchio Alfa ce ne farà vedere delle belle! Cross fingers!
  • Eleganza, potenza e grinta. .... Da provare in pista.... Questa non é una classica stradale....
  • woooooowww una bellissima Ferrari carrozzata da Alfa Romeo, speriamo che il prezzo non sia allineato a quello di Maranello
  • che bella auto hanno fatto all'AlfaRomeo, molto sportiva e tecnicamente all'avanguardia. Sembra che la versione Quadrifoglio si possa già ordinare, infatti in TV gira già uno spot con la Giulia in tutta la sua bellezza e il nuovo Marchio AlfaRomeo. Buona Giornata.
  • Ma chi compera questa macchina che paga tra bollo e superbollo 5143€ serebbe meglio che Marchionne prima di buttare fuori auto cosi in Italia facesse levare queste tasse da Renzi.
  • Ho passato una buona mezzora su Auto Bild (nota rivista Tedesca) e mi fa sorridere come i commenti della giulia siano prettamente positivi, a differenza delle testate italiane dove c'è chi fa a gara a buttare M... solo perché è un auto Italiana.... Come siamo strani
  • Il design sembra molto prudenziale, come è giusto che sia nel "conservatore" segmento D. Le proporzioni dei volumi sono quelle delle concorrenti, ed il modello di stile sembra puntare alla tenuta nel tempo più che al coup de théâtre, concetto condivisibile se FCA vuole fare volumi nel mondo con la Giulia. A parer mio, il frontale è molto pulito e cautamente aggressivo (tralasciando questa caricatissima QV), le fiancate morbide ed appena modellate. La coda - corta come si addice al modello - è molto bella come le luci posteriori, sebbene paghino qualcosa in casa Audi. E'prematuro valutare il tutto, e restano da vedere gli interni ed i prezzi. Soprattutto, è da vedere dal vivo. Non mi ha comunque entusiasmato.
  • Design sicuramente appetibile per un mercato cosi ampio come aspirano in alfa. Cmq, abbastanza copiata da audi, (gruppi ottici anteriori e posteriori) e dalla Bmw serie 3, la parte del terzo montante... Ciò non significa che non è bella.... ma cmq meno personalizzata di come la immagino io.
  • Mi aspettavo qualcosa di meglio a livello estetico! Il posteriore è praticamente una fotocopia dell'Audi A5!! La fiancata è un po' anonima e assomiglia a molte auto, in particolare BMW.. siamo lontani da piccoli capolavori che furono la 156 è la 147, ma anche dell'eleganza della 159, e pure dalla riuscita Giulietta.. Ma questa Giulia merita di essere ricordata per il ritorno alla trazione posteriore, dopo tanta attesa!
  • Mi aspettavo qualcosa di meglio a livello estetico! Il posteriore è praticamente una fotocopia dell'Audi A5!! La fiancata è un po' anonima e assomiglia a molte auto, in particolare BMW.. siamo lontani da piccoli capolavori che furono la 156 è la 147, ma anche dell'eleganza della 159, e pure dalla riuscita Giulietta.. Ma questa Giulia merita di essere ricordata per il ritorno alla trazione posteriore, dopo tanta attesa!
  • Finalmente un'Alfa con un design contemporaneo e sportivo, anche se non molto originale. Chiaramente questo deve essere solo il primo passo e mi auguro che in FCA non si scoraggino ( come del resto hanno fatto in passato con altri progetti non immediatamente redditizi) qualora non ricevesse subito l'accoglienza sperata. Il consolidamento di un marchio premium richiede investimenti ingenti e costanti, ed Alfa attualmente è molto indietro rispetto ai principali brand premium.
  • Alfa DNA: tre le modalità previste – Dynamic, Natural ed Efficient.......ma la A non era All Weather?
  • E' una vettura sportiva l'Alfa Giulia che non ci sono BMW e Audi,Mercedes che tengono.
  • Anche io onestamente sono tra quelli che si attendevano qualche guizzo in più, qualche spunto creativo che facesse di questa Giulia un'auto realmente iconica e foriera di nuovi e brillanti auspici per l'inizio di un nuovo corso del design Alfa. Invece purtroppo tocca dire che, a fronte di un versante tecnico di cui francamente, almeno per questa Quadrifoglio (ma il "si dice" lascia positive speranze anche per le versioni "normali"), non si ha nulla da recriminare, vi è un certo malcontento generalizzato per il lato stilistico di quest'auto. Io ad esempio non capisco perchè al posteriore non si sia seguita la scelta dei fari circolari, tipicamente Alfa-retrò e peraltro squisitamente inseriti nel retro della recente ultima Alfa, la 4C (retro che a mio avviso è la parte meglio riuscita di quell'auto). Tra l'altro anche certe Ferrari li hanno, come la recente 488, e se si voleva stabilire un ideale filo rosso col polo del lusso maranelliano l'occasione poteva essere colta al meglio. Invece quei fari Maserati Granturismo, che poi, come ben detto da altri, han dato poi la stura a quelli di molti modelli del gruppo Vw, proprio non riescono a scrivere un motivo grafico, un segno di distinzione e personalità che invece, proprio perchè si partiva dal foglio bianco, dovevano essere molto meglio giocati come carta vincente. Quando pensavo ad un modello del "nuovo corso" Alfa, da qualche annetto a questa parte, non riuscivo a non fare costante riferimento alla meravigliosa (ma il termine è riduttivo) Duettottanta di Pininfarina. Immaginavo che "facilmente" la sua muscolatura slanciata e dotata di una potenza tutta sottintesa, dunque elegante e non volgare (tutto l'opposto di questa Giulia che strombazza i suoi muscoli), potesse essere applicata ad un nuovo modello Alfa di larga produzione, riproponendo quei concetti qualunque fosse la fascia del modello in questione, dalla seg. B a quello E. Riducendo o allargando in scala quei concetti insomma, adattandoli al meglio in base alle proporzioni del caso. Certo facile a dirsi, ma non è che gli esiti che hanno raggiunto con questa Giulia siano poi migliori o più convincenti... tutt'altro. Anch'io onestamente in questa Giulia vi vedo un mix tra varie istanze: fari anteriori Bmw serie 1 ante-restyling, bobmatura muso e più in generale linea laterale e "sedere" corto e un po'goffo di Serie 3, ed infine rimandi vari non ben specifici a produzioni varie Audi-Skoda nel retro, fanaleria su tutto. Insomma troppa carne al fuoco presa un po' a ramengo da vari lidi e la cosa mi duole molto da dire in quanto in questo modello vedevo, ma soprattutto speravo tanto per un rilancio del marchio italiano forse più prestigioso. A mio avviso è un'occasione persa, e me ne dispiaccio tanto. Tanto per far scendere una lacrimuccia a chi non dovesse ricordarsela, posto un link di un'auto rimasta sogno che non potrà, quello sì, che colpirvi veramente al cuore (speriamo bene almeno per una futura Duetto...): http://www.italiantestdriver.com/wp-content/uploads/2011/12/Alfa-romeo-Duettottanta.jpg
  • Anche io onestamente sono tra quelli che si attendevano qualche guizzo in più, qualche spunto creativo che facesse di questa Giulia un'auto realmente iconica e foriera di nuovi e brillanti auspici per l'inizio di un nuovo corso del design Alfa. Invece purtroppo tocca dire che, a fronte di un versante tecnico di cui francamente, almeno per questa Quadrifoglio (ma il "si dice" lascia positive speranze anche per le versioni "normali"), non si ha nulla da recriminare, vi è un certo malcontento generalizzato per il lato stilistico di quest'auto. Io ad esempio non capisco perchè al posteriore non si sia seguita la scelta dei fari circolari, tipicamente Alfa-retrò e peraltro squisitamente inseriti nel retro della recente ultima Alfa, la 4C (retro che a mio avviso è la parte meglio riuscita di quell'auto). Tra l'altro anche certe Ferrari li hanno, come la recente 488, e se si voleva stabilire un ideale filo rosso col polo del lusso maranelliano l'occasione poteva essere colta al meglio. Invece quei fari Maserati Granturismo, che poi, come ben detto da altri, han dato poi la stura a quelli di molti modelli del gruppo Vw, proprio non riescono a scrivere un motivo grafico, un segno di distinzione e personalità che invece, proprio perchè si partiva dal foglio bianco, dovevano essere molto meglio giocati come carta vincente. Quando pensavo ad un modello del "nuovo corso" Alfa, da qualche annetto a questa parte, non riuscivo a non fare costante riferimento alla meravigliosa (ma il termine è riduttivo) Duettottanta di Pininfarina. Immaginavo che "facilmente" la sua muscolatura slanciata e dotata di una potenza tutta sottintesa, dunque elegante e non volgare (tutto l'opposto di questa Giulia che strombazza i suoi muscoli), potesse essere applicata ad un nuovo modello Alfa di larga produzione, riproponendo quei concetti qualunque fosse la fascia del modello in questione, dalla seg. B a quello E. Riducendo o allargando in scala quei concetti insomma, adattandoli al meglio in base alle proporzioni del caso. Certo facile a dirsi, ma non è che gli esiti che hanno raggiunto con questa Giulia siano poi migliori o più convincenti... tutt'altro. Anch'io onestamente in questa Giulia vi vedo un mix tra varie istanze: fari anteriori Bmw serie 1 ante-restyling, bobmatura muso e più in generale linea laterale e "sedere" corto e un po'goffo di Serie 3, ed infine rimandi vari non ben specifici a produzioni varie Audi-Skoda nel retro, fanaleria su tutto. Insomma troppa carne al fuoco presa un po' a ramengo da vari lidi e la cosa mi duole molto da dire in quanto in questo modello vedevo, ma soprattutto speravo tanto per un rilancio del marchio italiano forse più prestigioso. A mio avviso è un'occasione persa, e me ne dispiaccio tanto. Tanto per far scendere una lacrimuccia a chi non dovesse ricordarsela, posto un link di un'auto rimasta sogno che non potrà, quello sì, che colpirvi veramente al cuore (speriamo bene almeno per una futura Duetto...): http://www.italiantestdriver.com/wp-content/uploads/2011/12/Alfa-romeo-Duettottanta.jpg
  • Sembra abbia le carte in regola per contrastare le BMW
  • ritorna l'alfa romeo dei tempi gloriosi grazie a questa meccanica e soprattutto la trazione post.,la linea va a confrontarsi con le alfa del passato 156,147,159 che sono affascinanti anche dopo anni dalla presentazione...immagino la giulia in versione meno estrema,in un colore più tenue...spero che non mi faccia l'effetto di 147 e 159 visto che subito dopo le ho acquistate e che mi hanno dato tante soddisfazioni.P.S.per i soci del club"critiche fantasiose su auto FCA" andate in altri forum a discutere del portabicchieri della passat
  • arg
  • Da queste foto la linea della Giulia mi sembra troppo caricata e appesantita e poi queste rifiniture nere quei orrendi cerchi ! Sara' ma io quando vedo una macchina con i cerchi neri mi viene da pensare che abbia montato i ruotini di scorta...speriamo che facciano anche una versione piu' elegante e meno dark.
  • Meccanicamente nulla da eccepire,anzi.Per la linea..... aspetto di vederla dal vivo.In foto purtroppo non mi convince,avevo altre aspettative.
  • Sbalzo (veicoli). Wikipedia, L'enciclopedia libera. Tratto il 25 giugno 2015, 14:34 da //it.wikipedia.org/w/index.php?title=Sbalzo_(veicoli)&oldid=65727437.
  • Ma dove li vedete gli "sbalzi ridottissimi"? Per quello posteriore d'accordo, ma davanti lo sbalzo è probabilmente un metro o forse più. Vedo che i designer nostrani insistono con questi sbalzi anteriori mostruosi, con tanti auguri a chi dovrà parcheggiare la Giulia "a spina di pesce", fiendo per fracassare lo spoiler anteriore contro il bordo del marciapiede, ovvero, ancor peggio, troverà impossibile salire sulla rampa di accesso ad un traghetto! Viene da chiedersi se chi ha scritto l'articolo sappia, o no, cosa sono gli sbalzi.
  • C'è chi ci vede bmw chi addirittura (e qui ovviamente il senso del ridicolo non pone freno alcuno) audi... Ovviamente sono commenti che fanno ridere per non piangere, ma, sì sa, l'italiota medio è anche esperto di "desain emozionale" oltre che provetto allenatore della nazionale... Volgendo lo sguardo appena un po' fuori nei commenti dei blog e delle testate straniere si capisce quanto una piccola manciata di insipienti possa dare un'impressione sbagliata di questo paese... Non mi preoccuperei troppo, però; il loro parere oggi come nei precedenti successi FCA sarà trattato con la giusta considerazione: "garbage collection".
  • Non è male però credo che dire che ci si aspettava qualcosa di più non sia uno scandalo, soprattutto il posteriore con i soliti gruppi ottici Audi Maserati meritava più originalità per un marchio che fa della personalità il suo plus. Detto questo il design complessivo ricorda molto la prima 156, di certo una scelta identitaria e forse commerciale visto il successo di quel modello e si allontana parecchio dalla linea intrapresa con 8c e 4c. Per me non male ma non la rivoluzione annunciata, almeno per il design, probabilmente parte tecnica e qualità invece saranno all'altezza.
  • Ma è figlia di una BMW serie 3 e una A4? Delusione...!
  • Poco elegante: fará impazzire i tamarri.
  • Bella molto bella, ma deve essere valida tecnicamente ed avere livelli qualitativi come le tedesche AUDI, BMW Mercedes. Ma il mio cruccio maggiore è l'abbandono del prestigioso marchio LANCIA, Sergio ripensaci!
  • Fiancata Infiniti Q50.
  • bmw serie 3 con trilobo alfa e posteriore audi a4... magari ai tedeschi piace ma personalmente mi aspettavo qualcosa di più autenticamente made in italy.
  • un'Alfa romeo....finalmente! tremate tedesche!
  • un'Alfa romeo....finalmente! tremate tedesche!
  • L'auto di per se mi ha un po' deluso. Ma bisogna fare i complimenti a chi ha realizzato il video. Viene voglia di guidarla.
  • Sinceramente nel posteriore questa somiglianza nel posteriore con la A5 non l avvedo proprio. Semmai la somiglianza è con la Mazda 6. Ricordiamo però che la Mazda negli ultimi anni ha attinto a piene mani agli stilemi Alfa, le somiglianze quindi non mi stupiscono. Somiglianze a parte devo dire che pur piacevole, trovo la nuova Giulia con linee poco armoniche. Ho come l'impressione che la Mazda quegli stessi stilemi sia riuscita ad evolverli meglio coniugando in modo più efficace eleganza e sportività.
  • video: https://www.youtube.com/watch?v=U_gO_dWFmbY&feature=youtu.be ...meglio. dietro pero' davvero pare la figlia di una ghibli e una audi.
  • prima (vera, non render) foto dell'interno che vedo. bello. http://www.topgear.com/uk/imageresize/image.jpg?OriginalImageUrl=%2fuk%2fassets%2fcms%2fa8590029-d086-4f60-a6ee-c75c87e95fa6%2fLarge+Image+6.jpg%3fp%3d150624_06%3a22&Width=615&Height=347
  • E Bella non C'è niente da dire,però c'è da fare una considerazione non hanno parlato dei prezzi,secondo me questa versione costerà di più di una m5 e rs6 e poi da vedere se è all'altezza
  • Oggi come allora mi sono innamorato..... Alfa Forever!!!!!!!!!
  • Mi sembra un capolavoro di cui l'Alfa Romeo e degna!
  • Mi sembra un capolavoro di cui l'Alfa Romeo e degna!
  • bella è bella, ma giusto qualche rilievo, tanto non c'è rischio che me la possa permettere :-) Non vedo gran family feeling, a meno che non ne inauguri uno nuovo... senza marchio non so se indovinerei che è un'Alfa. Ha prestazioni mostruose ma come estetica, soprattutto dietro, mi sembra abbiano ceduto troppo al tamarro... 4 cannoni così insieme all'estrattore, per una vettura che ha concorrenti eleganti, mi sembrano troppo come caratterizzazione. I fari dietro "fanno" troppo audi
     Leggi risposte
  • Mi sembra un capolavoro di cui l'Alfa Romeo e degna!
  • aveva ragione Bond. Non c'è nulla che non vada, ma non c'è nulla di nuovo esteticamente. posteriore audi-maserati. linea bella slanciata, stile bmw o jag. frontale un po' coreano. Diciamo che è tanta roba pensando agli anni bui, ma non scatena la fantasia.
     Leggi risposte
  • Guido una 156 ogni giorno e onestamente tutta sta somiglianza non la vedo. Leggo poi di gente che la paragona ad Audi A4-A6, Serie 3, Infiniti, Mazda, Maserati, ecc... spero di non aver dimenticato nulla. Io credo a questo punto che per essere simile a così tante auto in una volta, probabilmente non deve essere uguale a nessuna di loro. Vedendo le prime foto sfocate rubate ieri onestamente ero perplesso, le foto ufficiali sono tutt'altra roba. Io la trovo bella ed aggressiva e se si vuole proprio dire, nelle proporzioni mi ricorda molto la serie 3... ma attenzione come proporzioni ho detto: sbalzo anteriore quasi inesistente, abitacolo molto arretrato, cofano allungato... come linea non è affatto simile.
  • Ma quindi ora tolgono il superbollo?
  • la versione esposta, la prenderanno (forse) 3 itaGliani in 10 anni ... sempre che vada bene, perchè quello che conta non è tanto la parte estetica o i cavalli del motore, ma che vada bene ... in confronto con le altre ... La giulietta non è male come macchina, ma a livello dei concorrenti .... fà fatica a reggere il passo, è solo un po' + sportiva, che nn vuol dire sia anche + efficace . Se anche questa sarà così ... sarà la tipica auto del tamarro di provincia ...
  • Salve Da alfista scrivo che le prime impressioni che suscita in me non sono positive. Mi aspettavo un autovettura con linee nuove ma che richiamavano i fasti retro della vecchia Alfa. In questa nuova vettura vedo una fiancata che a prima vista mi sembra di vedere gli sportelli della bmw serie 3 mi sembra penultima serie compreso il finestrino e maniglie. La mascherina davanti ci volevano le alette come giulietta e non il nido d'ape e il posteriore visto dal laterale sembra l'Ultimo pezzo preso dalla 159. Ripeto sono le mie personalisssime prime impressioni
  • Esteticamente non mi ha per niente colpito, i rendering erano molto più belli, tecnicamente sarà una bomba, non lo metto in dubbio, ma secondo il mio gusto estetico è un pugno nell'occhio.
  • UN AUTO FANTASTICA DA SOGNO....solo non potro permettermela...sigh!!!
  • questa vettura presentata mi lascia molto freddo. in totale sono linee vecchie modernizzate solo dai gruppi ottici anteriori e posteriori che come qualcuno ha scritto riprendono i gruppi ottici Jaguar e, a mio modesto avviso di alcuni modelli Mazda. I parametri di scelta oggi tengono conto dei sistemi di sicurezza attiva e passiva che sono montati sulla vettura. Il disastro della Panda cross e di quasi tutte le auto del gruppo sta a testimoniare un ritardo tecnologico in tal senso. Spero che su questo modello tali ritardi siano stati colmati .per il resto aspettiamo le versioni normali e valutiamone anche l' abitabilità ,termine importante in mercati come quello Cinese...Auguri Sergio
     Leggi risposte
  • dalle immagini che erano trapelate ieri sera sulla rete, temevo avessero fatto un'auto banale. Mi devo ricredere. Bella auto, bei numeri, speriamo la costruiscano bene, ce la meritiamo noi Italiani. Butto alle ortiche la mia BMW che mi ha dato tanti dolori, non vedevo l'ora di tornare a comprare Italiano. Complimenti a Marchionne e ai suoi uomini.
  • Molto bella, forse il frontale ricorda un po' la Alfa 166? Peccato che la scritta non sia in corsivo come Giulietta, Spider e Brera, la trovavo piu' bella
  • e quella massa informe di ingegneri che lal eggenda voleva rinchiusi un un inaccessibile e segretisismo scantinato sono riuscitoi a concepire solo questa mninchiata? quel posteriore urla vendetta. il taglio del vetroposteriore peggio di una NIssan qualunque di fine anni '80: insulso. carica all'anteriore quanto idiota al posteriore. Raccordo proiettori-parafanghi che neanche alla BMW riuscivano a farlo più tedesco. Una cozzarata che può esser stata concepita solo da un fam del tuning giapponese-tedesco. Che schifo! Se non avesse lo scudo, avreste mai detto che viene da Arese?! Lo stile italiano 'ndo sta? Un insulto. Grido vendetta.
     Leggi risposte
  • Con questo modello non ci sono margini per errori,Alfa deve offrire di piu' delle tedesche ad un prezzo inferiore per avere qualche chance di successo.Se avra' successo,puo' dare piu' credibilita' a Marchionne nei futuri negoziati di alleanze con altri marchi.Certo vendere 150.000/anno di questo modello in U.S.A. mi sembra un po' ambizioso;gia' le vendite di Maserati sono in declino,che sigifica che FCA ha un problema nell'accontentare I clienti nel lungo termine.
  • Fantastica, degna dell'attesa !