Nuovi Modelli

Infiniti Q60
A Detroit l'erede della G37

Infiniti Q60
A Detroit l'erede della G37
Chiudi

Al Salone di Detroit l'Infiniti presenta la nuova generazione della Q60. Derivata senza grandi cambiamenti dalla omonima concept va a sostituire il modello uscente noto come G37. La nuova piattaforma ha permesso di abbassare il baricentro, allargare le carreggiate e rendere più aggressivo il design con soluzioni stilistiche simili a quelle della berlina Q50, ma lo studio delle linee ha permesso anche di raggiungere un Cx di 0,28 a tutto vantaggio dell'efficienza globale.

Sterzo e sospensioni a controllo elettronico. Particolare attenzione è stata posta alla definizione dell'handling della coupé: oltre ai cerchi da 19 e 20 pollici proposti su alcune versioni, le V6 potranno infatti contare sul Direct Adaptive Steering di seconda generazione, con sei setup personalizzabili per la sensibilità dello sterzo. A questo si aggiunge anche il Dynamic Digital Suspension aggiornato con un nuovo software di gestione dell'assetto e nuove regolazioni di tutti i componenti per ridurre al minimo le vibrazioni.

I nuovi V6 biturbo. Negli Stati Uniti la nuova Q60 sarà proposta in tre versioni: accanto al già noto quattro cilindri di 2.0 litri turbo da 211 CV viene infatti proposto il nuovo V6 biturbo di 3.0 litri appena introdotto sulla Q50 e proposto nelle versioni da 305 e 405 CV. Tutti i propulsori sono abbinati esclusivamente al cambio automatico a sette marce, mentre su alcune versioni sarà disponibile a scelta trazione posteriore e integrale. Sono attese ulteriori informazioni nei prossimi mesi in merito al possibile arrivo della Q60 in Europa e all'eventuale disponibilità di altre motorizzazioni dedicate.

L'abitacolo. La nuova Infiniti Q60 è stata studiata anche all'interno per offrire un mix di sportività ed eleganza tipico del marchio. In particolare i tecnici hanno lavorato per ridurre al minimo rumorosità e vibrazioni adottando di serie il sistema Active Noise Cancellation. La console centrale ospita inoltre il doppio schermo del sistema d'infotainment InTuition e l'inedito impianto audio Bose con 13 diffusori studiato espressamente per questa applicazione. L.Cor.

COMMENTI

  • Concordo sul fatto che Infiniti e Lexus sono molto simili per quanto riguarda il design. Personalmente questa nuova Infiniti non mi piace. Non rientra nei miei gusti pur presentando alcuni spunti originali a livello di design (finestrino posteriore). Trovo il design di gusto molto orientale. Fortunatamente il mondo è bello perché è vario.
  • Notevole.
  • Lexus ed Infinity hanno uno stile sempre piu' simile..
  • al di là dei troll italioti, il problema delle inifiti è il prezzo, soprattutto se si considera che i diesel di casa mercedes che usa sono sì buoni, ma non paurosi come prestazioni
     Leggi risposte
  • complimenti a Infiniti se arriva in Europa per me sarebbe il top insieme a Classe C coupè e FType
    </