Nuovi Modelli

Tesla Model 3
Musk svela l'elettrica di massa: autonomia da 345 km - VIDEO

Tesla Model 3
Musk svela l'elettrica di massa: autonomia da 345 km - VIDEO
Chiudi

Da questa notte, la vettura più importante di Elon Musk ha un volto. La Model 3, la Tesla "per tutti" (o quasi) costerà 35 mila dollari incentivi esclusi (30.700 euro al cambio attuale), vanterà un'autonomia certificata Epa di almeno 215 miglia (quasi 346 km), un'accelerazione 0-100 inferiore ai 6 secondi e offrirà di serie sia l'Autopilot sia la compatibilità con i Supercharger.

Il tassello mancante. Svelata al Tesla Design Studio di Hawthorne davanti a 800 entusiasti (tra cui 650 clienti), la Model 3 rappresenta la quarta fase del "piano elettrico" di Musk dopo la Roadster, la Model S e la X: dai volumi ridottissimi (e listini inversamente proporzionali) della sportiva scoperta, fino al "prezzo abbordabile" e alla grande produzione della Model 3. "Ci troviamo di fronte a un record di CO2, la temperatura è salita di 2 gradi - ha detto Musk - È importante accelerare la transizione verso il trasporto sostenibile, essenziale per il futuro del mondo". Al di là delle questioni ambientali, certamente rilevanti, la Model 3 è il prodotto critico su cui la Casa si giocherà l'intera partita.

Le caratteristiche. La Model 3 si presenta con misure ridotte rispetto alla Model S, ma offre lo spazio per ospitare "comodamente" cinque adulti e un doppio bagagliaio, anteriore e posteriore. Il telaio impiega meno alluminio rispetto alla sorella maggiore, mentre il frontale (senza mascherina) ricorda più la Model X che la best seller di Palo Alto. Musk non si è addentrato nelle specifiche tecniche della nuova berlina, come la capacità delle batterie, ma ha confermato che l'autonomia sarà di "almeno 215 miglia a ricarica: speriamo di superarle", ha aggiunto il Ceo, facendo intendere che ci saranno opzioni diverse per l'accumulatore (si parla di 40-50 kWh, ma la Casa per ora non conferma). La Model 3 potrà accelerare da 0 a 100 km/h "in meno di 6 secondi: alcune versioni saranno molto più veloci", ha spiegato Musk. Confermati anche l'Autopilot (il sistema di guida semiautonoma basato su telecamera anteriore, radar e sensori), la compatibilità con i Supercharger e il tetto panoramico (prolungato fino al posteriore), tutto di serie. Per quanto riguarda gli interni, la regia dell'evento ha mostrato una plancia dotata di un enorme touch screen da 15", ma è molto probabile che non si tratti della configurazione definitiva. Nessun accenno, invece, alla variante crossover già indicata dal chief technical officer JB Straubel. La berlina, infine, offrirà il "massimo della sicurezza": Musk si attende un punteggio di "5 stelle in tutte le categorie", come la Model S.

Il boom di prenotazioni. Le numerose code che ieri si sono formate davanti ai negozi Tesla di tutto il mondo e gli ordini scattati online al momento della presentazione (in Italia servono mille euro a fronte di un prezzo finale stimato di 40-45 mila) fanno pensare a un vero e proprio boom: durante l'evento, Musk ha confermato che le prenotazioni sono state più di "115 mila in 24 ore", la maggior parte delle quali a scatola completamente chiusa. A poche ore dalla presentazione, si parla già di 132 mila ordini con il contributo del web (aggiornamento: l'ultimo tweet di Musk comunica un parziale di 232 mila). Numeri senza precedenti, in parte spiegati dalla normativa. Negli Stati Uniti, ad esempio, solo i primi 200 mila clienti potranno accedere ai 7.500 dollari previsti dal governo: le leggi sugli incentivi, infatti, impongono un tetto al numero di immatricolazioni eco di ciascun Costruttore.

Europa, consegne nel 2018. Musk ha confermato che la Model 3 sarà prodotta dalla fine del 2017 e che le consegne (almeno negli Usa) inizieranno nello stesso anno. Si partirà dalla West Coast e poi, all'inizio del 2018, toccherà all'Europa e all'Asia. "Per 35 mila dollari non potrete comprare un'auto migliore", assicura il Ceo. Come abbiamo già ricordato, la Model 3 dovrà confrontarsi con la Chevrolet Bolt, dal prezzo simile, e con le best seller tedesche come la BMW Serie 3, la Mercedes-Benz Classe C e l'Audi A4.

500 mila elettriche all'anno. Tutta l'operazione Model 3 si regge sulla Gigafactory, la maxi fabbrica di batterie agli ioni di litio che sta sorgendo a Reno, nel deserto del Nevada: "È l'elemento vitale", ha confermato Musk. Lo stabilimento, tra i più grandi del mondo e "secondo solo a quello della Boeing", produrrà 50 Gigawattora di celle, sufficienti per alimentare le 500 mila Tesla che Musk si aspetta di costruire ogni anno a Fremont.

I Supercharger raddoppiano. Con l'arrivo dell'elettrica per il mass market, Musk espanderà sia la rete di vendita sia le colonnine di ricarica ultra rapida: "Entro la fine del 2017 i Supercharger diventeranno 7.200 - ha detto il Ceo - Ovunque nel mondo, se ci sarà elettricità potrete ricaricare l'auto". Anche gli store e i service center Tesla raddoppieranno, passando dalle 215 strutture di oggi a 441.

Davide Comunello

COMMENTI

  • Ne pensez-vous pas qu'on va droit dans le mur ? Où mon calcul est erroné ? Tous les constructeurs automobiles ont dans leur cartable une nouvelle voiture 100 % électrique... et à force de publicité ils veulent nous faire croire que le remède sera bien meilleur que le mal absolu des voitures thermiques puantes et odorantes qu'il faudra remplacer en masse pour améliorer l'air et notre santé ! Le problème... sur notre planète circule environ un milliard d'automobiles... en admettant que chacune d'entre-elles circulent 50 km par jour ( valeur moyenne ) sa consommation moyenne est d'environ 10 kWh ( 20 kWh / 100Km ) nous avons : 1.000.000.000 x 10 kWh = 1.000.000.000. x 10.000 Wh = 1 x 10 puissances 13 ( 1 suivi de 13 zéros ! ) Wh par jour ! x 360 = 3,6 x 10 puissances 15 par année Wh ! https://fr.wikipedia.org/wiki/Ressources_et_consommation_%C3%A9nerg%C3%A9tiques_mondiales Ce graphique nous montre que la consommation énergétique mondiale totale est de : 1000 TWh /an ( 1 TWh = 1 x 10 puissances 12 Wh ) = 1000 x 1.000.000.000.000 = 1 x 10 puissances 15 par année Wh ! Quel est le constat effrayant? Pour charger tous les jours un milliard de voitures 100 % électriques pour qu'elles puissent faire chacune 50 km... il faudrait fabriquer sur notre planète 3,6 X plus d'énergie qu'actuellement sans compter le supplément pour le reste de consommation autre que automobile ! Pour créer toute cette énergie de façon renouvelable avec des cellules solaires et des éoliennes la surface de la Terre entière ne suffirait pas ! Je comprends mieux pourquoi des savants anglais avaient calculé que ce changement tout électrique était bien pire que le mal... et les conséquences catastrophiques et simplement irréalisables !
  • Design interno essenziale e, finalmente lo schermone della S è sparito e non sembra qualcosa di ingombrante e fuori contesto. Il metterlo in orizzontale ha un suo perché, e speriamo in una migliore integrazione futura nella plancia. Linea esterna non male. Pecca grossolana la mancanza di una calandra frontale, che rende anonimo il muso e poco riconoscibile dal punto di vista del Brand. Peccato, perché la linea non è per niente male.
  • Pazzesco leggervi...l'ideologia verde ma sopratutto il fatto che una macchina elettrica non ha un tubo di scarico vi ha ramollito il cervello... non sapete che le vostre elettriche non hanno assolutamente risolto l'inquinamento...Per esempio in CINA le macchine elettriche inquinano di più di quelle a petrolio...per il semplice fatto che le loro centrali elettriche inquinano tantissimo per fabbricare corrente...per alimentare le loro tantissime auto elettriche...un vero paradosso !!!e questa mia incredibile sparata la potete verificarla sul web !!! Un'auto elettrica 100% inquina PRIMA fbbricazione...DURANTE carica delle batterie...DOPO smantellamento e reciclaggio delle batterie !!!!
     Leggi risposte
  • Avete una Tesla S...se è vero perchè molti raccontano palle... A che velocità percorrete 420 Km su Autostrada ???? In Svizzera la P85D ha fatto solo 250 Km alla velocità : di 130 Km/H !!!!! Aspetto una risposta esatta !!!!!
  • Molti utenti internet e giornalisti fanno paralleli con gli annunci di Chevrolet, BMW, Nissan ed altri che vorrebbero competere con Tesla e dichiarano vetture full electric con un'autonomia paragonabile a quei famosi 350 km. Ma a cosa servono 350 km di autonomia senza superchargers? Ve lo dico io - ad avere una macchina con la quale non si possono intraprendere trasferte anche modeste fuori citta'. Perche', seppure nell'uso quotidiano io ricarichi tranquillamente a casa come fosse un cellulare, una carica convenzionale richiede quasi un giorno intero. I superchargers di contro ti ricaricano l'80% della batteria in mezzoretta (ergo - seppure con soste piu' frequenti - compatibilie con i viaggi lunghi). Io ho una Tesla Model S in leasing (420 km di autonomia) e vivo in Olanda. Il mese scorso sono venuto in Italia in macchina, quasi tutto in autopilot (piu' sicuro della guida individuale in autostrada) ed in aggiunta completamente gratis (moglie e figlio in macchina quindi risparmio di ben tre biglietti aerei) grazie al network molto esteso di superchargers. Eppure anche con Tesla, per esempio, se oggi volessi viaggiare a sud della Toscana avrei un problema (ma i superchargers dovrebbero coprire la penisola intera a fine 2016). Lo stesso, per dire, volessi andare in vacanza in Portogallo... Tesla ha investito e continua ad investire nell'infrastruttura. Gli altri marchi come intendono affrontare questo "problemino"? Se qualcuno ha idee in merito, sono certo che e' un punto che interesserebbe molti in questo dibattito.
     Leggi risposte
  • Bella e interessante, ma sono tanto curioso di sapere con quale energia ricaricheremo le nostre batterie da 50kWh e più quando tutte le nostre auto saranno elettriche . Nessuno ha mai fatto un'ipotesi di un parco mondiale circolante con solo auto elettriche? Di quanta energia elettrica in più dovremo aver bisogno? e soprattutto: come la produrremo? con gas e petrolio? alla fine l'auto elettrica non è niente di rivoluzionario (se non erro ha una storia più antica di quella con motore termico), a parte la sequela di appendici multimediali che annebbiano la sostanza (anche su tutte le altre auto, per carità); la rivoluzione vera sarà sulla concentrazione e il trasporto dell'energia e soprattutto sulla sua produzione sostenibile
     Leggi risposte
  • Non posso lasciarla passare questa...Vorrei che un ingegnere un fisico mi spiegasse che il mio ragionamento è sbagliato... e che i dati del Signor Elon Musk sono credibili con quale miracolo... Utilizza forse una batteria di laboratorio al " GRAPHENE" ???? La nuovissima Toyota Prius prime Plug-in ha una batteria al litio di 8 KWh di capacità energetica che gli permette di percorrere circa 35 Km col solo elettrico !!! La Tesla_model_3_svela un'autonomia di 345 Km !!! Con una batteria al litio-ioni di 40 KWh; 5 volte tanto...la matematica non essendo un' opinione dovrebbe essere di : 35 Km x 5 = 175 Km !!! ammettendo che gli attriti meccanici la resistenza del rotolamento dei pneumatici siano uguali...Ma il più importante la resistenza dell' aria all'avanzamento quello della Toyota Prius è eccezzionale...Cx per Superficie (m2) = 0,587 ( Quattroruote ) la massa della Tesla con circa 400 Kg di batteria non potrà certo essere inferiore a quello della Toyota Prius...Con quale diavoleria l'autonomia passa da 175 Km logica ! ad 345 Km a gran forza di pubblicità mediatica ???? Signori Direttori di Quattroruote Chi Ha RAGIONE ????
     Leggi risposte
  • Mi sono sforzato di leggere tutti i commenti, eccetto quelli seriali naturalmente, nel tentativo di capirne di più sull'argomento ma in realtà l'esercizio non è stato molto proficuo. Non ho nessun tipo di preconcetto nei confronti della trazione elettrica e devo dire che la mia esperienza di guida con una BMW i3 è stata estremamente interessante, può darsi che questo sia il futuro ma qualche domanda bisogna farsela, tipo: cosa accadrà quando le elettriche saranno anche solo il 10% del parco circolante invece dello 0,0X attuale, chi produrrà così tanta energia e si farà carico dell'adeguamento della rete elettrica. Saremo sempre prigionieri di interessi enormi dal rame e dall'alluminio per nuovi conduttori ed ai combustibili fossili che saranno ancora massicciamente utilizzati, con l'aiuto probabilmente di distese sterminate di pannelli fotovoltaici e pale eoliche a gogo per la gioia degli ambientalisti notoriamente più interessati al flusso migratorio degli uccelli piuttosto che a quello degli umani. Vi gioverà saper che soprattutto in America ed in Cina ma anche in Europa si fa ancora un uso massiccio del carbone e probabilmente torneranno economicamente sostenibili anche le centrali meno efficienti e poi l'inevitabile incremento della richiesta di energia che impatto avrà sui costi della stessa e chi li pagherà? Pantalone come i pannelli fotovoltaici? Insomma il primo principio della termodinamica non è ancora superato, si sposterà il luogo di produzione del CO2 ma il clima non se accorgerà poi molto. Passiamo a Tesla, pure il sottoscritto incrociando per due volte una model S -una sulla FI-BO ed una in Svizzera- procedere in autostrada entrambe a velocità imbarazzante ho avuto il sospetto che più che di guida rilassata si trattasse di velocità funzionale al raggiungimento del Supercharger successivo; alla faccia della sbandierata ed assolutamente ridicola funzione “velocità smodata”. Chiudo con un commento sull'estetica di questa model 3,senza toccare i livelli bassissimi del model X non mi pare propriamente sexy, il frontale mi ricorda la Prinz del mio povero babbo e il resto un ovetto Kinder, l'interno poi è di una sciatteria unica, non avevo ancora visto niente di più banale e di conseguenza brutto ma hanno ancora un po' di anni per ripensarlo. Questa operazione di marketing ha dell'incredibile, dopo gli adulatori di smartphone abbiamo una nuova interessantissima categoria di soggetti da studiare. Un appello a QR spero di vedere presto un bell'inserto speciale sull'argomento che ci aggiorni su tutte le problematiche correlate e non solo sulle caratteristiche dei veicoli.
     Leggi risposte
  • Quanto costa e come si producono i pannelli fotovoltaici, per esempio? Sarei curioso che qualcuno approfondisse questo, ovvero quanta energia e quale occorre per produrre energia elettrica. Oggi.
     Leggi risposte
  • Secondo voi Andy Fly cosa guida? Ordinerà questa tra poco? Il sondaggio è aperto.
  • Ha ragione M.lli. È tutto assurdo. Abbiamo due visioni della civile convivenza un po diverse. Lei mi dice che le leggi non modificano la realtà, ma forse a rispettarle un pochino sì. Lei vede le leggi come qualcosa rispetto alle quali ognuno si prende il proprio rischio, io le vedo come degli accordi tra le persone Per potere vivere rispettandosi e non danneggiarsi a vicenda, ma ognuno è libero di vederla come vuole con questo ringrazio lei e tutti gli altri che hanno avuto la pazienza di ascoltarmi e leggermi e vi saluto, perché tanto è una discussione persa. Mi tolgo dal blog visto che l'ho già occupato anche troppo grazie e scusate
     Leggi risposte
  • Poi lei parla in autostrada di limite Max. Ma torno a ripeterle: non esiste in autostrada un limite minimo sotto i 60-80. Perché se io voglio andare a quelle velocità non lo posso fare? Il camion che a 70 perde 22 min e 37 sec sulla tabella di marcia deve saperlo prima di mettersi in viaggio, sia l'autista che l'imprenditore, che ci può essere anche chi va alle velocità consentite! Non può imporre l'andatura agli altri per le proprie necessità
  • Ci sono le statali nei centri abitati a 50, ci sono le strade statali con il limite a 70 dove tutti vanno oltre i 90, le stesse autostrade dove lei ha fatto un esempio nei limiti dei valori, in realtà quanti ce ne sono che vanno oltre i 130 e lo accampano come un diritto? Ha mai provato a viaggiare sulle tangenziali di Milano dove il limite è 90 e mettersi in terza corsia a superare quelli che vanno a 80 e già andando a 100 in terza corsia vedere gente che la manda affa... perché va troppo piano? Per me è quotidiano E da utente di auto elettrica, guarda caso, noto molto di più
  • Se mi risponde così piccato non mi faccia pensare male. Io non ho mai scritto che è lei a non rispettare. Lo dicevo a lei perché aveva posto lei il problema dei tempi e dei ritmi frenetici. Comunque se vuole, dato che lei dice di rispettarli sempre, faccia una piccola prova: mentre li rispetta nei centri abitati sulle statali, conti un po quanti la superano e quanti la mandano affa....poi se vuole confrontiamo i datI. io li ho abbastanza precisi. Non prendiamoci in giro. Io sono sicuro che lei è la persona più onesta in circolazione, ma conviene con me che usando le motivazioni che lei adduce c'è un sacco di gente che ne approfitta per sbattersene altamente delle regole e della convivenza?
  • Ok M.lli ha capito tutto del mio lungo sproloquio! Allora continui pure a rincorrere questa società, i suoi ritmi, il suo "mercato", magari con la soddisfazione di guadagnare il 10-20-30% in più di me o di altri e di sentirsi appagato per quello. Poi quando andrà da qualche mio collega a lamentarsi per la sua ulcera da stress o altro, non dica che qualcuno non le aveva suggerito niente...tanto per fare un esempio, ma ce ne sono infiniti... Preferisco 'buttar via' qualche decina di minuti, guadagnare un po meno e allontanare il più possibile gli stress e magari riservarmi un po di tempo in più per me e famiglia...ma forse sono utopie...
  • Tesla non vuole fare utile, almeno nell'immediato, io credo, se no avrebbe già fatto il suo bolide da 800 CV, magari con un po di batterie per 20-30 km ibridi e stava sul mercato. Vuole cambiare il mondo. E che tu ci creda o no lo sta già facendo. Chi ha notato che pubblicità Mercedes ora parla di Autopilota? L'avevano già!...sarà vero, ma allora perché adesso è non prima?... BMW da qualche giorno pubblicizza le sue elettriche, ma senza far capire troppo che sono quelle. Anch'esse c'erano già, e allora perché non prima? Tesla li ha 'stanati' e meno male!...
  • E...ultimo almeno per ora... Le ho appena scritto che i costi elevati sono un pretesto: che differenza c'è tra una punto nuova è un elettrica usata di due anni con 15.000 km? Nessuna! Nemmeno nel prezzo! E poi gioia...il mercato lo facciamo noi...se nessuno decide nessuno cambia. Io vivo in una città di 65.000 abitanti e mi guardano come un pazzo quando 'chiedo' colonnine. Provi a pensare come sarebbe se invece di essere in 3 nella mia città con l'elettrica, fossimo solo in 30...sa come ci ascolterebbero molto di più?...
  • Se vuole un altro esempio… Mi dica perché io non posso rispettare il limite dei 50 km/h nelle statali in mezzo ai centri abitati, prendendomi gli insulti di chi, come dice lei non ha tempo per andare alla velocità consentita. Devo oltretutto rischiare ed eventualmente prendere qualche multa da autovelox per farli contenti? Cosa costerebbe a loro rispettare quella regola? Forse 5 10 minuti in più di viaggio… Non mi dica che non ha a disposizione 5 10 minuti Per partire un pochino prima…
     Leggi risposte
  • Le auto endotermiche non sono fuorilegge, ma chi e' stato centrato dalle emissioni tossiche di questi veicoli continua a morire e ad ammalarsi Per le giustificazioni assurde di M.lli, ancora disastri ambientali e guerre legate a estrazione trasporto e combustione del petrolio E' assurdo continuare a credere per giustificarsi, che zero emissioni e rinnovabili non esistano o non possano aumentare...quando respirerete personalmete tutte le emissioni allo scarico del vostro veicolo sarete credibili!
     Leggi risposte
  • Il tempo appunto. Il consiglio sommesso che posso dare a chi ha titubanza ad avvicinare l'auto elettrica ma è incuriosito, e può servire anche per altre cose nella vita, è: non fatevi rubare il tempo da questa società assurda. So che sembrerà una speculazione filosofica, ma se avessimo tutti il caso di fermarsi e riflettere di tanto in tanto a quanto tempo buttiamo via inutilmente convinti di non averne e usandolo in maniera folle. Se vuole le faccio uno dei milioni di esempi possibili. Io tanti, lei quante persone conosce capaci di stare al bar a chiacchierare ad oltranza e perdere un sacco di tempo, quando potrebbero benissimo utilizzarlo per questi tempi che lei giustamente critica? Non dico di non togliersi più le soddisfazioni e i rapporti sociali ma tante volte vengono utilizzati in modo poco costruttivo . Lei mi può dire ma la libertà di ognuno è sacra, allora io le aggiungo che anche la mia libertà di uscire da quel bar dove quello si ferma fino all'ultimo e poi per partire deve sgasare il suo gasolio e io lo devo respirare, ebbene quella libertà dovrebbe essere anche per me quella di non respirare il suo gasolio bruciato, ma qui si va su un discorso più ampio con implicazioni sociali filosofiche e umane. Ma questa è la strada di chi si avvicina a questo mondo anche se molti di voi non lo vogliono capire e io comunque li rispetto
  • Di più: lei parla anche di ansia da colonnine. Dice bene. È un ansia! Un sentimento che siamo capaci di costruirci da soli dentro noi stessi. Se si impara a gestire la propria vita, non voglio insegnare niente a nessuno, certi sentimenti dovremmo essere noi a governare "Essi" e non loro a governare noi. Se poi questa si guarda abbinata all'altra variabile che lei ha inserito, cioè il tempo, si potrebbe aprire una discussione infinita ma conviene con me che anche in questi casi per i "tantissimi" come li definisce lei sono solo speculazioni
  • Di più: lei parla anche di ansia da colonnine. Dice bene. È un ansia! Un sentimento che siamo capaci di costruirci da soli dentro noi stessi. Se si impara a gestire la propria vita, non voglio insegnare niente a nessuno, certi sentimenti dovremmo essere noi a governare "Essi" e non loro a governare noi. Se poi questa si guarda abbinata all'altra variabile che lei ha inserito, cioè il tempo, si potrebbe aprire una discussione infinita ma conviene con me che anche in questi casi per i "tantissimi" come li definisce lei sono solo speculazioni
  • Aggiungo ancora: qualcuno le ha già in parte risposto anche per questo: parla di costi di acquisto, sa quante auto elettriche usate in ottimo stato con pochissimi chilometri a metà del loro Prezzo da nuove si possono trovare in circolazione?
  • Sempre per M.lli: se il voler rispettare le regole diventa una assurda demagogia, allora possiamo chiudere la conversazione a questo punto, perché fino a prova contraria quello che mi centra a 130 km/h prima di tutto se è distratto sarebbe meglio che rimanesse a casa, il codice della strada non giustifica i distratti. Anzi… Non è esonerato dal rispettare le distanze di sicurezza. Poiché io vada in paradiso o all'inferno questo è un altro problema, ma dovremmo partire dal presupposto che rispettando progressivamente tutte le regole, il coglione che viaggia a 130 nel suo pieno diritto e mi entra perché io comunque ho diritto di andare a una velocità minima, che non sono 5 km/h ma in autostrada è previsto fino a 60 a quattro corsie e a 80 a tre, prima o poi sarebbe da togliere dalla circolazione, semplicemente perché ha violato delle regole. Ma capisco che in Italia questo è un po' difficile da capire. Poi se vogliamo speculare sul mio paradiso e inferno non mi sembra questo il luogo
     Leggi risposte
  • Altro punto per M.lli: le ha già in parte risposto S H. Voi citate sempre le eccezioni ma proprio perché eccezioni come dice il proverbio confermano sostanzialmente una regola. Lei diceva: "non sono tutti, forse tantissimi, ma non tutti"… Vogliamo almeno incominciare da questi tantissimi?!… Lei si immagina già che differenza sarebbe?!… Poi ai tutti ci penseremo strada facendo…
     Leggi risposte
  • Il bilancio 2015 pur in presenza di maggiori vendite ha ampliato ulteriormente le perdite. Fra non molto immagino qualche operazione societaria straordinaria.
     Leggi risposte
  • Si potrebbe scrivere all'infinito ma purtroppo il blog limita commenti lunghi. Rispondo in parte a M.lli per la parte sopra poi se riesco anche per il resto. Dice bene: ahimè sotto Arezzo i charger e le colonnine sono ancora utopia ma questa è l'Italia. Per la Twsla in Autostrada a 60-80 km/h sorpassata da camion le rammento che non esiste una regola del codice della strada che obbliga ad andare a + di quella velocità anzi forse ne esiste una che proibisce ai mezzi pesanti di superarle, ma se partiamo dal presupposto che ogni regola è interpretabile allora poi non lamentiamoci quando le interpretano i criminali. Non lamentiamoci se ogni tanto qualche mezzo pesante fa qualche disastro
     Leggi risposte
  • Ma forse ha ragione lei: è meglio partire a manetta, fermarsi solo 5 min a fare gasolio, ripartire a manetta e arrivare...magari...1 ora, o perché no, addirittura 1 ora e mezza prima, per cosa? Ah si....così ho 1 ora e mezza di vacanza in più!!.... Sara proprio quell'ora che mi fa godere la mia vacanza....
     Leggi risposte
  • E per concludere le dico che se ci andassi con ZOE nell'ambito di 200-400 km, nulla mi vieta di fermarmi ogni 100 km circa per sgranchirmi le gambe, bere un caffè, mangiare un boccone o se addirittura la ricarica è in qualche punto del genere, fermarmi a vedere qualche attrazione turistica. Tanto non mi corre dietro nessuno, non ho orari da rispettare e comunque la giornata sarebbe dedicata allo spostamento...
  • Poi diciamola tutta fino in fondo: io non so che vita abbia lei è che lavoro faccia. Mi auguro che possa, bontà sua, essere sempre in vacanza. Io purtroppo essendo più o meno un comune mortale, mi posso permettere 2 Max 3 'vacanze' all'anno, per lo meno da giustificare spostamenti lunghi penalizzabi dall'elettrica. Mi creda che faccio prima cento volte, per quelle 2 o 3 volte l'anno a noleggiare un auto, magari anche di categoria elevata. Sa quanti soldi in meno di possesso, bolli, assicurazione, manutenzione, eventuale posto auto che risparmio? E poi se proprio appena posso l'ho già scritto sopra: vado in aereo che mi rompo cento volte meno che a guidare per centinaia di km!
  • Per PIC67: so già che lei si intesterà solo su una parte della risposta, ma mi appello alla sua intelligenza perché la consideri tutta: attualmente con qualsiasi veicolo. Dipende dalle volte. Può essere l'aereo, anche già con 500-600 km, se è il caso il treno, se l'organizzazione lo consente anche con ZOE e poi non so quale elencarle prima: diciamo...o con l'audi di mia moglie o con la macchina a noleggio. Non si faccia trarre in inganno dall'audi, che è a gasolio indubbiamente, ma c'era già da prima. Vuole che per essere ecologico fino in fondo la butto via? Fosse mia l'avrei già fatto! Magari cambiandola con una Tesla! Mi creda però che se non ci fosse ci andrei lo stesso!!
     Leggi risposte
  • VOSS ( Volano per lo stoccaggio solare delle celle fotoelettriche ! ) Pour votre information...et surtout pour vos ingénieurs pour mon futur et le votre ! Per Informarvi...ma sopratutto per i vostri Ingegneri, per il mio futuro e per il vostro ! http://www.tedxparis.com/andre-gennesseaux/ ( Voir et écouter la video sur le stockage du béton ! ) ( Vedere e ascoltare il video sullo stoccaggio del betume ! ) http://www.energiestro.fr/?page_id=71 ( Déscription Technique du dispositif de stockage d'éléctricité ! ) ( Descrizione technica del dispositivo di stoccaggio dell' elettricità ! ) Je trouve ce dispositif génial...bien moins cher que des batteries au plomb, qu'il faut stocker dans un endroit approprié et ventilé...et des batteries qu'il faut changer tous les 8 - 10 ans !! Trovo questo dispositivo géniale...molto meno caro e duraturo delle batterie al piombo o al litio, dove bisogna depositarle in una camera appropriata stagna e ventilata...e dove si devono cambiarle dopo 8-10 anni di vita !
     Leggi risposte
  • Per PIC67: sono medico (ne pensionato, ne mantenuta). Ho ZOE in garage si...ma alla notte a caricare. Di giorno faccio 75 km variabili fino a 200-220 in alcuni casi. Vado dove voglio basta organizzarsi. Le basta?
     Leggi risposte
  • Quando dimostrerai che la model x e la model 3 sono la stessa auto sarai credibile, quando dimostrerai che oltre la padania non ci sono superchargers aperti o programmati sarai credibile, quando dimostrerai che chi ha scelto di guidare elettrico, ha anche un bel naftone sarai credibile, quando dimostrerai che chi guida elettrico e' solo chi ha le pensione d'oro o chi e' casalinga sarai credibile,quando dimostrerai che non esistono veicoli elettrici usati a 10000 euro che possono ricaricare mentre dormi la media km giornalieri percorsi dall'automobilista italiano sarai credibile, quando dimostrerai che chi e' partito da capo nord con una Tesla non e' riuscito ad arrivare a Roma sarai credibile, ciao pic, felici trollatine, contento tu!
     Leggi risposte
  • Ormai sono a più di 250.000 prenotazioni.
     Leggi risposte
  • Beh, si l'Italia è solo Milano, allora siamo apposto……..Ma a Reggio Calabria, Empoli, Volterra, Napoli, Siracusa, quante colonnine ci sono???????Eh??????? ILLUSI
     Leggi risposte
  • ma ci pensate che gente tipo fly guida per le strade (ammesso che sia in età da patente) e si può incrociare a un semaforo? A me certe cose fanno riflettere... Accidenti alla legge Basaglia! I manicomi avrebbero il loro bel perché in certi casi (Risposta di trenta secondi dopo: quando proverai un'auto elettrica sarai credibile)
     Leggi risposte
  • Video della Model 3 su strada: https://www.youtube.com/watch?v=-S_NUOt1HHQ
  • Marco di Mari. Il problema non si pone! Ci sono centinaia di colonnine a Milano!! A2a per 5 euro fai cariche illimitate. Qnd nn avresti nessun problema da verona a Milano. Poi ora ci sono gia due caricatori tesla milano. Poi c è enel 40 euro catiche illimitate. Proprio hai sbagliato esempio. Un conto andare in un posto sperduto milano proprio è l opppsto Anche a 3600 metri arriva la corrente la puoi attaccare ovunque........ In cadi estremi
  • Manica di handicappati, quante sperate di venderne in Italia, la cui capillarità delle colonnine delle ricariche 'elettriche sono al livello del Senegal (Poco più di zero)
     Leggi risposte
  • Manica di handicappati, quante sperate di venderne in Italia, la cui capillarità delle colonnine delle ricariche 'elettriche sono al livello del Senegal (Poco più di zero)
     Leggi risposte
  • Qualche domanda a chi mi sa rispondere: 1) La garanzia sulle batterie di quanti anni è? e come viene estesa? (se tot anni della casa e dopo estensione a pagamento) 2) La durata delle batterie è influenzata dai cicli di carica scarica? (anche se forse è un po presto per dirlo con certezza) 3) I tagliandi con che frequenza e con quali costi? 4) La ricarica può avvenire anche nel garage di casa? 5) Per le ricariche nelle "colonnine" Tesla si paga una specie d