Nuovi Modelli

Aston Martin DB4 GT Continuation
25 nuovi esemplari da collezione

Aston Martin DB4 GT Continuation
25 nuovi esemplari da collezione
Chiudi

Anche la Aston Martin ha deciso di riproporre in serie limitata uno dei suoi modelli classici: si tratta della DB4 GT, che sarà proposta a 25 appassionati in una variante non omologata per l'uso stradale, denominata Continuation e che sarà protagonista di un programma di eventi in circuito di due anni a partire dalla fine del 2017. Il prezzo non è stato per il momento rivelato, ma è importante ricordare che gli esemplari originali della GT hanno raggiunto ormai valori a sette cifre sul mercato delle auto classiche.

Produzione a Newport Pagnell. La DB4 GT fu costruita in soli 75 esemplari tra il 1959 e il 1963 ed era all'epoca una delle vetture più potenti e veloci costruite in Inghilterra. La variante GT della DB4 fu realizzata anche pensando all'uso in gara (vinse al debutto a Silverstone con Stirling Moss). Dei 75 esemplari totali, otto furono allestiti in una versione ulteriormente alleggerita, che è stata presa come base per realizzare i 25 nuovi modelli. I loro numeri di telaio saranno assegnati seguendo la progressione degli originali (l'ultimo dei quali era siglato 0202R), mentre la produzione tornerà nella sede di Newport Pagnell, proprio come nel 1959, grazie alla Aston Martin Works Heritage Division.

Sicurezza moderna e meccanica classica. La DB4 GT Continuation adotta un telaio tubolare con sospensioni indipendenti anteriori e parallelogramma di Watt posteriore e carrozzeria di alluminio, mentre il propulsore è una ricostruzione moderna del classico sei cilindri in linea di 3.7 litri con tre carburatori doppio corpo Weber, capace all'epoca di erogare oltre 300 CV e abbinato a un cambio manuale a quattro marce con differenziale autobloccante. La vettura sarà dotata di componenti di sicurezza omologati Fia come serbatoio, rollbar, sistema di estinzione e cinture di sicurezza, per un peso totale di circa 1.230 kg.

Redazione online

COMMENTI