Vetri speciali - Gorilla Glass, dagli smartphone alle auto - Quattroruote.it
Tecnologia

Vetri speciali
Gorilla Glass, dagli smartphone alle auto

Vetri speciali
Gorilla Glass, dagli smartphone alle auto
Chiudi

Dagli smartphone al parabrezza di un'automobile nel giro di un anno. Il Gorilla Glass, lo speciale vetro temprato prodotto dall'americana Corning e usato in un miliardo e mezzo di dispositivi mobile, potrebbe presto essere usato anche nell'industria automotive. A dipingere un futuro molto vicino in cui lunotti e finestrini somiglieranno, almeno per composizione, allo schermo di un notebook o di un tablet è Jeff Evenson, senior vice president di Corning, che giusto ieri è intervenuto al Mobile Summit organizzato a San Francisco dal MIT Technology Review, il magazine del Massachussets Institute of Technology.

Resistenza e leggerezza. Il Gorilla Glass è composto da un alcalino-alluminosilicato lavorato con uno speciale processo che lo rende molto leggero, sottile e resistente: grazie alle sue caratteristiche, oggi viene utilizzato da 33 produttori di dispositivi mobile su un migliaio di modelli, inclusi Apple, Nokia, Acer e Samsung. Corning ha appena annunciato la terza generazione del materiale, pensata per essere naturalmente resistente a graffi e urti pur conservando la sua leggerezza. Ed è proprio per questo che Evenson immagina un possibile utilizzo sulle auto. 

I vantaggi nelle auto. Secondo Corning, l'impiego di vetri avanzati come il Gorilla Glass potrebbe diffondersi nel mercato automotive "nel giro di un anno: essendo più sottili e leggeri - ha spiegato Evenson all'iniziativa del MIT - possono avere un impatto sull'efficienza e il consumo di carburante, ma anche abbassare il centro di gravità dell'auto, rendendola molto più divertente da guidare". Insomma, meno consumi e un migliore assetto. La previsione di Evenson è che le auto rappresenteranno presto una grande opportunità per Corning: e dopo i sistemi infotainment, gli smartphone - o almeno un loro componente - potrebbero "colonizzare" anche i nostri parabrezza. 

Davide Comunello

COMMENTI

  • finalmente, questa è un'innovazione veramente interessante, altro che twinair vs ecoboost!
  • C'è da dire,che oltre all'importante riduzione di peso (avete mai preso in mano una lastra di vetro? se andate a vedere i pesi specifici, il cristallo pesa come il marmo), ci sarebbe anche il vantaggio che il vetro Gorilla non si graffia, non è una cosa da poco, si manterrebbe un ottimo scorrimento dei tergicristalli. Altra cosa, non dovrebbe più scheggiarsi se colpito da sassi durante la corsa.
  • al di là dell'altezza del baricentro, una riduzione dei pesi porta ad una riduzione LINEARE dei consumi, quindi ben venga.
  • Questi vetri in quanto più leggeri abbassano il centro di gravità dell'auto? Beh, all'italiano medio del centro di gravità dell'auto non gli importa niente... se no invece del SUV prendeva una berlina. :D
     Leggi risposte
  • certo cambi i vetri e una paciosa sw diventa una divertente sportiva con assetto ribassato...cosa non fa il "markketting"...
  • Questa è una notizia interessante, soprattutto il risparmio sul peso. Speriamo di vederlo applicato nei prossimi anni -e magari anche qualche ricambietto...
  • ciò che mira alla riduzione del peso senza comprometterne in negativo le caratteristiche, credo sia sempre benvenuto...