Tecnologia

Tesla Autopilot 7.1

Coast to coast e ricarica robotica, la Model S farà tutto da sola

Tesla Autopilot 7.1

Coast to coast e ricarica robotica, la Model S farà tutto da sola
Chiudi

L'obiettivo resta quello, trasformare l'Autopilot in un sistema completamente autonomo nel giro di due anni. Nel frattempo, però, Elon Musk alza ancora l'asticella della sfida tecnologica, aggiungendo pezzi e dettagli di un futuro in cui le Tesla non andranno solo a parcheggiarsi da sole, ma potranno "seguire" ovunque il loro proprietario: anche se si trova dall'altra parte degli States.

La funzione Summon. Alla vigilia del Salone di Detroit (peraltro senza parteciparvi), Musk ha giocato la sua carta aggiornando l'Autopilot alla versione 7.1. Tra le novità spicca il nuovo Autopark, sviluppato per consentire alla Model S di parcheggiare da sola negli stalli perpendicolari e nei garage, senza persone a bordo: la funzione, chiamata Summon (in inglese convocazione, chiamata), è in fase beta ed è attivabile via smartphone nelle sole aree private fino a una distanza di dieci metri. Se il conducente utilizza HomeLink (una piattaforma wireless per le smart home), l'elettrica è anche in grado di aprire e chiudere automaticamente il garage. E in caso di incidenti? Per Musk, l'auto parcheggia "meglio degli umani" e può individuare anche piccoli animali, ma la responsabilità resterà "sempre del proprietario".

Più sicurezza. Con la versione 7.1, la Tesla ha inoltre introdotto dei correttivi per migliorare la sicurezza ed evitare usi impropri e pericolosi dell'Autopilot, azzardati da alcuni utenti nonostante le numerose raccomandazioni e richieste della Casa. Ora, nelle aree residenziali o sulle strade senza la linea di mezzeria, l'evoluto cruise control attiva un limitatore per rispettare sempre e comunque la velocità massima consentita, con una tolleranza di 8 km/h; inoltre, il sistema gestisce meglio le curve, rallentando da solo.

Il coast to coast autonomo. A fare più scalpore – come sempre ormai – sono state le dichiarazioni a margine del vulcanico Ceo. Secondo Musk, ci vorranno "dai 24 ai 36 mesi" per far sì che le Tesla possano viaggiare su tutte le strade degli Usa, anche da "New York a Los Angeles" (leggi federali e statali permettendo): il punto sarà costruire sistemi ridondanti, con più telecamere e sensori, in grado di proteggere la guida autonoma a cascata, senza bisogno di far intervenire il conducente in caso di errore.

2015-tesla

Il "braccio" robotico. L'altro spezzone di futuro fatto intravedere da Musk riguarda il famoso caricatore robotico mostrato lo scorso agosto e capace di individuare le elettriche di Palo Alto per agganciarsi in automatico: secondo il Ceo, prima o poi Tesla implementerà una versione del prototipo presso i Supercharger, consentendo alle eletriche di ricaricarsi da sole. Per ora, la promessa è di donare un aspetto "meno inquietante" al dispositivo, anche se il brivido - e il fascino - di una simile soluzione non riguarderà probabilmente la forma.

Davide Comunello

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Tesla Autopilot 7.1
- Coast to coast e ricarica robotica, la Model S farà tutto da sola

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it