Tesla Roadster L'elettrica da 400 km/h e 1.000 km di autonomia

Mirco Magni Mirco Magni
Tesla Roadster
L'elettrica da 400 km/h e 1.000 km di autonomia
Chiudi
 

L'auto più veloce al mondo. Sono bastate queste parole alla Tesla per introdurre la nuova Roadster, una sportiva elettrica ad altissime prestazioni che poco ha da invidiare alle più blasonate hypercar europee. La seconda generazione della roadster californiana è la Tesla più performante di sempre, quella che offre più autonomia in assoluto e anche la più costosa della storia del marchio americano con i suoi 200 mila dollari di prezzo base. 

2017-Tesla-Roadster-02

Tre motori. La sportiva di Elon Musk dispone delle tecnologie più avanzate della Casa di Palo Alto: la batteria da 200 kWh promette un'autonomia che sfiora i 1.000 km (620 miglia, 998 km) pur abbinandosi a tre motori, della potenza non specificata. L'unico dato che la Casa ha comunicato è la coppia alle ruote, pari a 10.000 Nm (dato che risulta dalla moltiplicazione della coppia erogata dai motori per il rapporto di trasmissione tra i motori stessi e le ruote). Per dare un ordine di grandezza, i 102 Nm della coppia motrice di una Fiat Panda a benzina si trasformano in oltre 1.400 Nm di coppia alle ruote in prima marcia.

Trazione integrale. Il powertrain è a trazione integrale, con una probabile configurazione con un motore per ruota al posteriore e un'unità singola per l'asse anteriore: ciò permette alla Roadster di scattare da 0 a 60 mph (96 km/h) nel tempo record di 1,9 secondi, per poi raggiungere le 100 mph (160 km/h) in 4,2 secondi e completare il quarto di miglio in 8,8 secondi. La velocità massima, a detta del costruttore, è superiore ai 402 km/h: questi dati mettono la sportiva elettrica a livello, per ora solo teorico, di supercar con prezzi cinque o dieci volte superiori.

Il primo video della nuova Tesla Roadster

Quattro posti. "L'unica supercar a offrire prestazioni da record e spazio per quattro passeggeri". Così la Tesla descrive la nuova Roadster che, grazie a una configurazione targa con tetto di vetro removibile e riponibile all'interno del cofano anteriore, propone quattro sedili. Per il momento, tuttavia, il costruttore non ha diramato immagini delle sedute posteriori che, trattandosi di una sportiva, potrebbero proporsi in configurazione 2+2 piuttosto che come vera e propria quattro posti. Un fondo piatto con grande estrattore posteriore e la presenza di alcune appendici integrate hanno permesso alla Roadster di avere un look pulito ed estremamente filante. Il design stacca con tutti i modelli attualmente presenti in gamma e potrebbe anticipare, così come il powertrain, la futura generazione di vetture del marchio californiano.

A sorpresa. La nuova Roadster, già annunciata da tempo, è stata presentata a sorpresa durante l'unveiling del nuovo Tesla Semi, il primo camion elettrico della Casa di Palo Alto. La due posti sportiva dovrebbe però arrivare su strada solo tra qualche anno: il debutto è previsto per il 2020 con prezzi che partiranno da 200 mila dollari (169.546 euro). Per prenotarne una servirà versare una caparra di 50 mila dollari (42.390 euro) e solo 1.000 clienti potranno avere la Roadster Founders Series, una versione a tiratura limitata da 250 mila dollari (211.932 euro) che, grazie al referral program, alcuni possessori di Tesla potranno ricevere gratuitamente.