Nuovi Modelli

Hyundai al Ces
Nexo, la Suv fuel cell che punta alla guida autonoma

Hyundai al Ces
Nexo, la Suv fuel cell che punta alla guida autonoma
Chiudi

Al Ces di Las Vegas la Hyundai annuncia l’arrivo di 18 modelli eco-friendly entro il 2025. Il primo è la Nexo, la seconda generazione di vettura alimentata con celle a combustibile a idrogeno, che arriva dopo la ix35/Tucson FCEV. Con questa Suv fanno il loro ingresso anche numerosi sistemi Adas, che amplieranno il potenziale di guida autonoma del veicolo.   

Connected to the Future Mobility. All’interno di questa strategia, la Casa coreana presenta la nuova generazione di veicoli elettrici con fuel cell. La Nexo offre un’autonomia stimata di 800 km secondo il ciclo NEDC, assai generoso; i dati americani parlano invece di 370 miglia, ovvero circa 600 km. Si tratta comunque di 200 km in più rispetto alla ix35/Tucson FCEV e ha un tempo di ricarica di cinque minuti. Il veicolo, che nasce su una piattaforma dedicata, ha una scocca leggera e una gestione dello spazio che ha permesso di ripensare il posizionamento delle celle a combustibile e dei serbatoi, ora più efficienti, piccoli e leggeri. La potenza complessiva del veicolo è di 135 kW, 95 fuel cell e 40 della batteria. Il motore ha una potenza di 120 kW: secondo la Casa, lo 0-100 km si raggiunge in 9,5 secondi, con un miglioramento del 20% rispetto alla precedente generazione, che dichiarava 12,5 secondi.  

Nuovi sistemi di assistenza alla guida. Tra gli obiettivi della Hyundai c'è anche quello di ridurre a zero gli incidenti stradali. Per questo, con la nuova Suv compatta a idrogeno introduce nuovi sistemi di assistenza alla guida, tra cui il Blind spot view monitor (BVM) per il monitoraggio dello spazio circostante l’auto nei cambi di corsia che non potrebbero essere visti con i tradizionali specchietti, il Lane following assist (LFA) che agisce sul volante per mantenere il veicolo al centro della corsia agendo fino a 145 km/h (90 miglia) e l’High driving assist (HDA) che, utilizzando mappe e sensori permette di viaggiare più sicuri monitorando automaticamente i limiti di velocità. La Nexo è dotata anche del Remote smart parking assist, che permette al veicolo di posteggiare in modo autonomo, entrando e uscendo dagli stalli di sosta senza l'intervento del guidatore.

Auto laboratorio. Il modello debutterà quest'anno in alcuni mercati selezionati, tra i quali gli Stati Uniti. La Nexo sarà anche il primo veicolo della Hyundai a essere testato insieme alla tech-company americana Aurora, con cui la Casa coreana ha stretto una partnership, per arrivare a offrire la guida autonoma di Livello 4 entro il 2021.

COMMENTI

  • Dov'è Night Prowler??? in vacanza o in CIG??? ...... Questo articolo dimostra ulteriormente la tesi che sul progetto "Fuel Cell" per Hyundai/Kia la FCA sarebbe eventualmente solo un partner economico con cui spalmare i costi e non certo tecnologico, i coreani possiedono già il know how e vanno avanti senza troppe chiacchiere....
     Leggi le risposte
  • Hyundai si sta muovendo bene in campo Fcv, come Toyota e Honda. Acnhe perchè riflette l'ultimo sondaggio globale di KPMG. In sintesi il rapporto mostra che i dirigenti automotive sono divisi tra tecnologie di evoluzione e quelle rivoluzionarie. Ovvero se scommettere ancora sull'evoluzione del motore a combustione o investire nell'elettrico. Comunque il sondaggio ha coinvolto 1000 dirigenti esecutivi di tutte le marche automobilistiche e il 76% ritiene che i motori a combustione interna saranno più importanti dei drivetrain elettrici ancora per un tempo molto lungo. Mentre i veicoli elettrici a batteria non funzioneranno a causa dei problemi infrastrutturali, mentre il 78% dei dirigenti ritiene che i veicoli elettrici a celle a combustibile costituiranno la vera svolta per la mobilità elettrica. https://assets.kpmg.com/content/dam/kpmg/xx/pdf/2017/01/global-automotive-executive-survey-2017.pdf