Nuovi Modelli

Porsche Cayenne E-Hybrid
Anche la Coupé diventa ibrida

Porsche Cayenne E-Hybrid
Anche la Coupé diventa ibrida
Chiudi

Presentando le nuove Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid la Casa di Zuffenhausen ha lanciato sul mercato anche la versione V6 ibrida della Suv coupé. La nuova Porsche Cayenne E-Hybrid Coupé riprende la stessa meccanica della variante già disponibile a listino, proponendosi (in Germania) con prezzi a partire da 95.968 euro.

Fino a 43 km col V6 spento. Rispetto alle nuove Turbo S la E-Hybrid dispone di due cilindri in meno e di un powertrain meno estremo: i cavalli scendono dai 680 delle V8 ai 462 della V6 (il 3.0 turbo arriva a 340 CV senza il supporto dell'elettrico). Lo schema del sistema plug-in hybrid è lo stesso, con un motore elettrico da 136 CV integrato nel cambio che contribuisce a garantire una coppia massima complessiva di 700 Nm. La Cayenne Coupé alla spina può arrivare a percorrere fino a 43 km a zero emissioni grazie a una batteria agli ioni di litio da 14,1 kWh, proponendo un consumo medio Nedc compreso tra i 3,1 e i 3,2 l/100 km (17,7-18,7 kWh/100 km in elettrico). Di serie è previsto il pacchetto Sport Chrono che garantisce un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi, che può scendere di un decimo sugli esemplari dotati dei pacchetti d'alleggerimento. In entrambi i casi la velocità massima è di 253 km/h.

2019-Porsche-Cayenne-E-Hybrid-Coupe-04

Per il pieno servono almeno due ore. Sfruttando lo stesso sistema elettrico della sorella, anche l'autonomia della Cayenne E-Hybrid Coupé può essere ripristinata in meno di due ore e mezza tramite una presa a 7,2 kW. Le tempistiche salgono a otto ore sfruttando le prese di corrente domestiche da 10 Ah: tutti i processi di ricarica sono controllabili dal proprio smartphone grazie all'applicazione Porsche Connect che permette di gestire svariate funzioni dell'auto da remoto.

COMMENTI

  • E' un bel powertrain, adatto per la mobilità oramai alle porte. Spinge anche la Bentayga, dunque offre prestazioni più che adeguate. P.S. Le plug-in sono efficienti anche senza utilizzo delle mennekes, ma nascono ovviamente per percorrere almeno il 50-60% della chilometraggio da energia proveniente dalla colonnine.