Nuovi Modelli

Bentley Mulliner Bacalar
Una fuoriserie per celebrare i 100 anni del marchio

Bentley Mulliner Bacalar
Una fuoriserie per celebrare i 100 anni del marchio
Chiudi

La Bentley Bacalar avrebbe dovuto sfilare al Salone di Ginevra, ma il suo debutto virtuale dall'Inghilterra è comunque un evento considerando l'eccezionalità del modello. Al posto dell'ennesima serie speciale in tiratura limitata, infatti, la Casa inglese ha voluto dare vita a una vettura inedita per presentare i suoi nuovi programmi Bespoke dedicati ai clienti e ai collezionisti.

12 esemplari della Bacalar per il programma Coachbuilt. In futuro, attraverso il reparto Mulliner la Bentley svilupperà le linee Classic, Collections e Coachbuilt introducendo sul mercato modelli dall'altissimo valore e dal futuro collezionistico praticamente garantito. La Bacalar è il primo esempio di questa filosofia: i 12 esemplari previsti sono stati infatti già stati assegnati prima della presentazione al pubblico e saranno realizzati in base alle specifiche dei singoli clienti, a un prezzo che non è ancora stato comunicato. Le vetture saranno prodotte nella sede del reparto Mulliner dagli esperti artigiani del marchio. La gamma Classic è stata già presentata nel 2019 attraverso il restauro della Bentley Corniche del 1939 e si occuperà della produzione della Blower Continuation del 1929. La sezione Collection curerà alcune serie limitate dei modelli di produzione, come la Continental GT Mulliner Convertible, mentre il programma Coachbuilt realizzerà delle vere e proprie fuoriserie come la Bacalar dove tutto potrà essere fatto su misura. La vettura presentata oggi ha addirittura le badge Bentley color bronzo: un cambiamento epocale per la Casa, considerando la tradizione legata a questo dettaglio.

2020-bentley-mulliner-bacalar-04

Una barchetta da 659 CV. La Bacalar è una barchetta due posti ispirata alla concept EXP 100 GT, nata per celebrare i 100 anni del marchio, e deve il suo nome alla laguna della penisola messicana dello Yucatan. È dotata del propulsore W12 6.0 TSI, in una variante da 659 CV e 900 Nm, abbinato al cambio automatico e alla trazione integrale. La vettura propone inoltre finiture e particolari unici come i legni Riverwood, la lana inglese per gli interni e la verniciatura sviluppata aggiungendo gusci di riso alla ricerca di brillantezza ed ecosostenibilità.  Le maniglie delle portiere sono l'unico elemento esterno in comune con le altre Bentley prodotte: tutti gli altri componenti in alluminio e carbonio sono specifici per questo modello e sono in parte stati realizzati in stampa 3D. Anche i cerchi di lega da 22" sono stati disegnati appositamente, inoltre le carreggiate posteriori sono più larghe rispetto alla Continental GT da cui deriva la Bacalar. Gli interni presentano una plancia ridisegnata e combinano i preziosi legni con la finitura piano black, mentre i sedili spiccano per il tessuto dei rivestimenti e per il piping artigianale disponibile in un numero praticamente illimitato di combinazioni. Ai clienti verrà offerta, infine, la possibilità di acquistare un set di bagagli su misura da posizione dietro ai sedili, realizzati in materiali coordinati con gli interni della propria vettura. 

COMMENTI

  • il frontale sembra più da Caterham che da Bentley però nel complesso l'auto non la trovo brutta. Certo, poi l'attuale Continental GT continua ad essere il bechmark incontrastato di bellezza, eleganza e charme inarrivabili...