Nuovi Modelli

BMW iX
Ecco l'elettrica del futuro: oltre 600 km d'autonomia, oltre 500 CV

BMW iX
Ecco l'elettrica del futuro: oltre 600 km d'autonomia, oltre 500 CV
Chiudi

Ci avevano raccontato che l'elettrico era una roba di nicchia. Che la transizione sarebbe stata lenta, graduale, incompleta. Che le auto a batteria avrebbero fatto fatica a imporsi. Tutto vero, ancora oggi, almeno in parte. Ma c'è da raccontare anche l'altra faccia della medaglia. Quella dove c'è l'impegno, enorme, da parte delle case automobilistiche, che ormai hanno dirottato tutte le loro risorse di ricerca e sviluppo sui modelli a zero emissioni. E che ora ragionano in maniera organica, di gamma. È per questo che è importante la BMW iX, che da concept si chiamava iNext: perché dopo gli episodi isolati della i3 e della iX3, lei rappresenterà un nuovo inizio. Dai suoi geni, prenderà vita la prima famiglia di modelli senza motore termico del marchio. E sarà numerosa.

Progettata da dentro. La BMW iX si qualifica così sin da subito come una vera e propria ammiraglia, quantomeno tecnologica, per Monaco: il suo progetto, di avanguardia assoluta non soltanto per le innovazioni sulla trazione elettrica, la connettività e l'automazione della guida, rappresenta anche un nuovo pilastro in termini di metodo. Per la prima volta, sottolinea la Casa, la riflessione è partita dagli interni, con lo scopo di concentrare il massimo dello sforzo sulla qualità della vita a bordo.

La centralità della BMW i. Attesa sulle linee della fabbrica di Dingolfing nella seconda metà del 2021, in vista di un lancio sui mercati alla fine dell'anno, la iX è attualmente nell'ultima fase del suo sviluppo su strada. Un lavoro delicato, considerato che la sua piattaforma, una struttura ibrida che combina uno spaceframe d'alluminio con una gabbia di fibra di carbonio, è un'architettura modulare e scalabile che darà vita ai modelli più disparati. Tutti sotto l'egida di BMW i, sub-brand sostenibile che rafforza così la sua centralità nei programmi del gruppo bavarese e il suo ruolo di avanguardia sui fronti tecnici di aerodinamica (il Cx, a proposito, è di 0,25), costruzione leggera e riuso dei materiali.

2020-BMW-iX-04

Potenza e accelerazione. Ma parliamo un po' di numeri, che sono la cosa che interessa di più a tutti: la BMW iX sfrutta la quinta generazione del powertrain elettrico eDrive della Casa e può farsi vanto di un sistema propulsivo particolarmente sostenibile, perché realizzato senza alcun ricorso alle terre rare. Il suo layout a due motori eroga, secondo i dati preliminari, oltre 500 CV. Quanto basta per sbrigare la pratica dello 0-100 km/h in meno di cinque secondi.

Consumo e autonomia. L'obiettivo primario dei progettisti, tuttavia, è stato quello di raggiungere un consumo contenuto: stando alle cifre della Casa, la iX stabilisce sul ciclo Wltp un valore di 21 kWh/100 km. Il che significa che con la sua batteria, nuova, da "oltre 100 kWh", la Suv elettrica riuscirà a garantire un'autonomia superiore ai 600 chilometri, sul medesimo ciclo d'omologazione.

2020-BMW-iX-56

Batteria e ricarica. Di grande interesse anche i valori relativi alla fase di ricarica: la iX supporterà il fast charging in corrente continua fino a una potenza di 200 kW, permettendo di passare dal 10 all'80% della capacità dell'accumulatore in 40 minuti. Oppure, se preferite, di immagazzinare nell'arco di dieci minuti l'energia sufficiente per coprire 120 chilometri. Il processo di carica completa, dallo 0 al 100% da una wallbox da 11 kW, richiede invece 11 ore. L'aspetto più importante della batteria, riguarda però il suo processo produttivo, notoriamente molto dispendioso in termini di CO2: secondo quanto reso noto dalla BMW, la realizzazione delle celle e del pacco stesso viene alimentata esclusivamente da energie rinnovabili.

La prima con il 5G. La iX segna un nuovo riferimento anche per quanto riguarda l'intelligenza artificiale: la sua capacità di calcolo complessiva supera di 20 volte quella dei modelli attuali più evoluti. Un progresso necessario per processare la mole di dati raccolta dai suoi sensori al servizio delle funzioni avanzate di guida e parcheggio assistiti e per offrire servizi digitali di nuova generazione che sfrutteranno, per la prima volta, la connettività 5G.

2020-BMW-iX-02

Il nuovo ruolo del doppio rene. Per il momento la BMW non ha fornito misure precise riguardo il corpo vettura: le indicazioni attualmente disponibili parlano di  lunghezza e larghezza paragonabili a una X5 (4,92 metri per 2,00) e di un'altezza simile a quella della X6 (1,69 metri). Il suo climax, in termini di design, viene raggiunto ancora una volta dal doppio rene, che esaspera la formulazione verticale già vista su altri modelli recenti come la Serie 4. Qui, però, la differenza è funzionale, perché il suo compito non è più quello di garantire l'afflusso d'aria a un motore termico, ma quello di ospitare i sensi dell'auto: è qui che trovano posto telecamere, radar e tutti gli altri sensori al servizio della guida assistita.

Le idee degli interni. Come detto, il cuore del progetto stilistico (ed esperienziale, diremmo), si trova però negli interni: è qui che le nuove possibilità offerte dall'alimentazione elettrica prendono sostanza. Lo spazio liberato dall'assenza del tunnel di trasmissione va a giovamento delle gambe dei passeggeri anteriori e posteriori e, in fin dei conti, a quella generale sensazione di minimalismo già riscontrata su altri modelli elettrici recenti. Un effetto ribadito anche dalle scelte effettuate per quello che si trova davanti agli occhi di chi guida: schermo concavo e comandi fisici dall'aspetto essenziale, altoparlanti nascosti alla vista. E un bel volante esagonale per aggiungere un tocco di futurismo. Ciliegina su una torta dalla ricetta mai così ardita e coraggiosa.

COMMENTI

  • Ancora sbagliate a scrivere kWh al posto di kW, incredibile
  • Piú che elettrica del futuro, la iX é una elettrica del presente, visto che adotta una la tecnologia attuale per i veicoli elettrici. Quanto al design, direi che ricorda molto i prodotti del gruppo PSA: passaruota "spatolati" come sulla Peugeot 207, portellone Citroen, e frontale DS. Per quanto riguarda gli interni, forse é meglio evitare di commentare. Comunque ho notato che i pannelli porta non sono altro che quelli della E60. Venderá, non venderá, il mercato sará giudice assieme alle scelte politiche che "imporranno" certi veicoli.
  • intanto cominciamo col dire che questo robo venderà molto più dei rispettivi modelli Jaguar e Mercedes, ma meno dell'Audi e-tron, poi anch'io lo trovo inguardabile. ma non tutti abbiamo gli stessi gusti e mentre l'EQC e la I-Pace sono banalmente brutte e anonime questa è brutta in un modo brillante e innovativo. L'unica cosa veramente abominevole sono i tasti della regolazione sedili e rotelline/rotellone sul tunnel in perspex trasparente, neanche Moira Orfei l'avrebbe pensata.
     Leggi le risposte
  • Vado contro tutti perché secondo me (stilisticamente) hanno fatto centro. BMW, il marchio meno premium dei 3 noti, è l'unico che realmente crea le mode. In questo caso, il nuovo doppio rene gigante ci sta (al contrario delle berline dove stona tantissimo), mentre tutto lo stile essenziale e squadrato è in linea con l'idea di auto futuristica. Sono riusciti a reinventare in chiave EV l'auto del momento: il suv. Bravi e soprattutto coraggiosi. Che poi sia un altro giocattolone x ricchi lo sappiamo tutti (al pari delle altre). Adesso vediamo se il mercato premierà "cotanto ardire". Interni (sedili) molto d'effetto, mentre la plancia (pari pari MB) non si discosta molto dall'idea di tablet che domina la scena. In questo caso hanno fatto solo il compitino per casa. Per quanto riguarda il peso da autocarro, tutte le EV hanno in comune questo fardello (Tesla inclusa) mentre è sempre stato il diffettaccio anche dei suv termici (tanto che sappiamo c'è chi pensa di tassarlo) ma non mi sembra sia stato un freno per l'ascesa di questa tipologia di auto. Ormai la tecnica non frega nulla a nessuno. Siamo nell'epoca di Instagram: bastano chiacchiere e distintivo. E BMW il distintivo ce l'ha.
  • Questo è veramente il suv perfetto: linea allucinante (un frigorifero in orizzontale con le ruote è veramente molto più elegante), interni pure peggio della linea esterna, serve la patente C per guidarlo e ci vogliono SOLO 40 minuti per ricaricare per fare 400 km (intanto una qualsiasi auto a benzina in 40 minuti ha fatto rifornimento ed è già una 60ina di km oltre andando in autostrada a velocità di codice, oppure quando l'elettrofan arriva a casa il benzinaro mannaro ha già fatto la doccia, si è cambiato ed è pronto ad uscire dinuovo)
  • Un concetto di auto elettrica inutile (auto grande e pesante) abbinato a un Design indegno e ad un prezzo verosimilmente indecente
  • l'elettrico è solo TESLA, gli altri sono indietro almeno di 5/6 anni
  • Mi vengono due considerazioni: 1 Tutti quelli che di fronte a novità così parlano dell'estetica mi fanno pensare che, se 120 anni fa ci fosse stato internet avrei visto gente che di fronte alle nuove automobili si sarebbe lamentata del fatto che sulla suo carrozza i velluti erano molto piu' alla moda... Cos'è una rivista di design? 2 chi sostiene che l'elettrico non ha futuro per i tempi di ricarica non considera che qui siamo di fronte aun cambio di paradigma. Mentre oggi tutti devono far rifornimento alle stazioni di servizio, in futuro ricaricheremo a casa (chi può), nel parcheggio del centro commerciale, in quello dell'albergo o del ristorante, nei parcheggi apagament delle città e via così. Dovremo abiturci a tutto un nuovo modo di utilizzo. Il problema rimarrà più a lungo per chi fa viaggi veramente lunghi, ma già con 500 km di autonomia per una buona fetta di chi usa l'auto si tratta di superarla 2 volte l'anno, direi sopportabile... Per gli altri è solo questione di qualche anno
     Leggi le risposte
  • La BMW è veramente alla frutta, design orribile e strumentazione scopiazzata da Mercedes, che peraltro sta già cambiando stile (vedi la nuova S).
  • Il nuovo doppio rene frontale è inguardabile sulla 4, ma qui ci può stare...
  • Onestamente è un aborto. Non si può vedere e in ogni angolazione, compresi gli interni. Sembra un'auto cinese ma di qualche anno fa visto che i cinesi le stanno facendo anche più belle di questa BMW.
     Leggi le risposte
  • Ottimo di puntare sull'elettrico. Ma il design è un orrore.
  • La gente si innamora di un'idea perché gli viene presentata bene senza fare valutazioni approfondite. È di moda, fa in, è politicamente corretta, senza rendersi conto della realtà. Non ci credo che l elettrico sia il futuro prossimo altrimenti ne saremmo già inondati, senza parlare dei costi e della rivendibilita'
  • Con la gente che freme in coda al self service se davanti c'è un "imbranato" che indugia con la pistola rifornimento,va piano piano a pagare e magari il bancomat è lento..leggo di 20-30 minuti per una ricarica parziale:sempre che la colonnina sia libera,la vedo molto lunga la strada per l'elettrico che sostituirà il motore a combustione poi..ognuno ha la sua idea che rispetto e mi opporrò sempre a una qualsiasi censura.
  • Cmq, fermo restando che questi Suv elettrici da 100.000 € sono tutti giocattoloni per ricchi annoiati, fin'ora mi pare che il più riuscito dal punto di vista estetico sia l'Audi e_tron Sportback (volendo sorvolare sul nome, che come più volte segnalato, in lingua francese non fa proprio un figurone, ma si sa loro so' tedeschi e non ci badano), gli altri chi più chi meno presentano tutti delle "criticità" per gli occhi. ...... PS. qui in Bmw hanno voluto fare gli originali (osceno il volante che invece Sciarra e Magni apprezzano), e poi hanno scopiazzato la strumentazione da Mercedes con tutta la discutibilità del caso.
     Leggi le risposte
  • Oscena sotto tutti i punti di vista. L'elettrico del futuro... AHAHAHAHA . Che polli.
  • Probabilmente l'ha disegnata lo stesso della Bentayga che ora sarà in Bmw. Anche gli interni con i sedili trapuntati riprendono lo stile Bentley. Beh sicuramente se si vuole essere notati non c'è modo migliore.
  • Ma perché anche questa una monovolume? Come id3 e id4? E’ la piattaforma elettrica che spinge queste linee? Tesla non è così .. perché non una bella berlina Bmw full electric ?
     Leggi le risposte
  • Comunque, vista questa vado in garage a fare pace con gli occhi guardandomi la E31.
  • Ma questo trend dilagante di fare volanti a sole due razze è per puro risparmio da parte delle case costruttrici ? Brutto il volante ma il resto è anche peggio.
  • l'unica cosa che mi piace di quest'auto è lo stemma Bmw, il resto buttatelo
     Leggi le risposte
  • Non riesco a decidere se e bella o brutta È 1 X6 più impressionante
  • E chi non ha il posto auto per ricaricarla la sera? P.S Presumo che dato il costo il proprietario avrà un box che mediamente in una grande città costa 80.000,00 € o una villetta ergo:l'auto del popolo come il Maggiolino prima versione !
  • Ma avranno anche speso tanti soldini per farla così brutta?!
  • "c'è l'impegno, enorme, da parte delle case automobilistiche, che ormai hanno dirottato tutte le loro risorse di ricerca e sviluppo sui modelli a zero emissioni" Con un unico, solo scopo: abbassare le emissioni medie e complessive di gamma, ed evitare le multe. A nessuna delle Case "convenzionali" interessa vendere queste auto. Nemmeno troppo a Tesla dato che guadagna moltissimo anche solo con la vendita delle famose "quote". Sono auto inutilizzabili, se Quattroruote continua ad esaltarle, cade nella trappola dei naziecologisti.
  • E' talmente brutta che fa sembrare accettabile una X5....
  • Signori e Signore allacciate le cinture: stavolta si parte per davvero con il full electric. Hanno deciso i tedeschi e noi, volenti o nolenti, ora si va dove, come e quando dicono loro... PS: questa iX mi ha fatto venire in mente la vecchia classe R, altra auto comodissima a mezzo tra SUV e SW ma che non ebbe molta fortuna...
  • Ah! ... e un articolo così dettagliato come mai non è finito anch'esso nella sezione Premium??? Sezione che attualmente include articoli come le anticipazioni sui modelli dei prossimi mesi nonchè l'elenco delle tasse e le esenzioni nella varie regioni d'italia. Tutti argomenti d'informazione basica per una testata motoristica, che sarebbe lecito trovare nella rivista mensile senza doverli acquistare separatamente. Questo articolo sulla Bmw ix invece a fruizione libera sarà stata mica una svista della redazione web???
  • è sconcertante, ma come si può definire un buon design? E non prendiamoci in giro e non proviamo nemmeno a parlare di soggettività e "de gustibus" perchè sarebbe ridicolo
  • 40 minuti di attesa per fare 100km, il tutto ad oltre 100mila euro ... che bello il futuro, altro che le panda a metano (e ci sarà anche qualche demente che la compra)
     Leggi le risposte
  • Sgraziata forte questa...
  • Le macchine elettriche sono, e temo rimarranno per sempre, a batteria. Quindi, e' superfluo fare commenti del tipo, @ ah, ci vogliono 40 minuti a caricarla!" oppure addirittura lamentarsi: "Non capisco perche' non c'e' la versione a idrogeno..." Quanto ai pannelli solari sul tetto etc., idea assurda che praticamente non porta alcun beneficio energetico o di consumo.
     Leggi le risposte
  • Con quei dentoni da Topo Gigio la davanti... Madonna santa che abominio. Con questa linea concentrato di eleganza non penso proprio che a qualcuno interessi dei 40 minuti di ricarica sulle inesistenti colonnine da 200 kW
  • Come rovinare una X3. Licenziate il designer prima che sia troppo tardi.
  • condivido... non capisco perchè BMW non continui il discorso idrogeno. ovvero perchè non si inseriscono pannelli fotovoltaici sul tetto. un altra possibile soluzione sarebbe la possibilità dfi utilizzare il fotovoltaico come vetro e/o cristallo. naturalmente ci si arriverà, dopo varie modifiche (una decina d'anni).
     Leggi le risposte
  • 40 minuti ricarica "rapida", e parlano anche di straordinario passo avanti...
  • Il design del frontale è semplicemente allucinante..... ciò premesso, finche si parla di quaranta minuti per una ricarica "rapida", semplicemente non ci siamo.
     Leggi le risposte