Nuovi Modelli

Sony
Primi test su strada per la Vision-S - VIDEO

Sony
Primi test su strada per la Vision-S - VIDEO
Chiudi

La prima automobile della Sony, la Vision-S, potrebbe entrare in produzione. Il colosso giapponese della tecnologia, infatti, ha dato il via ai collaudi su strada dell'elettrica presentata lo scorso anno al Ces di Las Vegas e inizialmente indicata a più riprese come un prototipo pensato per mettere in mostra gli ultimi ritrovati negli ambiti della guida autonoma e dell'infotainment. Per mostrare i test svolti sulla vettura, l'azienda di Tokyo ha rilasciato due filmati: nel primo si può vedere la Vision-S durante una sessione di test in pista e sulle strade pubbliche vicino a Graz, in Austria, mentre nel secondo vengono fornite nuove informazioni sul design e sull'ingegnerizzazione dell'auto.

Ancora poche informazioni. Lo scorso anno la Sony aveva fornito pochi dettagli sulla berlina, annunciando la presenza di 33 sensori per la guida assistita, ora passati a 40, e qualche dettaglio sul powertrain. La Vision-S monta due motori elettrici, uno per asse, capaci di erogare una potenza complessiva di 536 CV, sufficienti a portare la quattro porte da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi e a farle toccare una velocità massima di 240 km/h. Nessun dettaglio è stato invece fornito sulla tipologia e la capienza delle batterie.

Software al centro. Il secondo video ruota attorno al concetto di "design orientato al software" e mostra come la Sony voglia sfruttare la propria esperienza maturata nel mondo dell’intrattenimento, grazie a dispositivi come gli smartphone Xperia e la Playstation, per creare un’interfaccia uomo-macchina e un’esperienza utente innovativa. Parlando della celebre console, a un certo punto del video viene mostrato un controller collegato al grande schermo panoramico mentre è in corso una partita del videogioco Little Big Planet.

"Su strada il prima possibile". I partner della Sony, inoltre, hanno parlato dell'importanza delle comunicazioni e del cloud nei veicoli di oggi, elogiando le funzionalità dell'interfaccia, che sembra includere il riconoscimento facciale, vocale e gestuale. L'azienda giapponese non ha ancora indicato una possibile data di presentazione della versione di serie della Vision-S, ma Horst Schaffer, Senior Manager Comfort Functions & Applications della Continental, ha dichiarato di "avere la sensazione che tutte le parti coinvolte vogliano portare questo veicolo su strada il prima possibile".

COMMENTI

  • Dalle presentazioni si capisce che il focus di Sony è mirato ai sistemi di visione artificiale e interfaccia utente; Però il fatto che siano conivolti pezzi grossi come Bosch, Continental e Magna vuol anche dire che questi una macchina completa hanno intenzione di tirarla fuori davvero… in pratica stanno anticipando di vari anni quello che ha in mente Apple: innovare in casa sui sistemi di guida autonoma e delegare a parti terze la realizzazione della meccanica e della produzione che viene considerata una componente molto complessa e rischiosa da gestire ma di minor valore aggiunto in termini di differenziazione rispetto alle altre case automobilistiche in pratica starebbero anticipando di anni Apple