Nuovi Modelli

Mercedes-Benz Classe C
La nuova generazione punta tutto sull'ibrido

Mercedes-Benz Classe C
La nuova generazione punta tutto sull'ibrido
Chiudi

La Mercedes-Benz presenta la nuova generazione della Classe C, da subito disponibile sia in versione berlina, sia con carrozzeria Station Wagon. La serie W206 debutta con un bagaglio di tecnologia che le fa compiere una decisa evoluzione rispetto al modello uscente, introducendo importanti novità dal punto di vista dei powertrain, della sicurezza e della connettività. Gli ordini si apriranno il prossimo 30 marzo con le prime consegne previste in estate, ma i prezzi di listino non sono stati ancora comunicati.

Gamma totalmente elettrificata. La Classe C eredita molte soluzioni dall'ammiraglia Classe S e uno dei temi portanti del progetto è proprio quello del connubio tra dinamismo e confort, proprio come già visto sulla nuova generazione della Sonderklasse. Alla C spetta anche il primato di essere la prima Mercedes-Benz a offrire una gamma completamente elettrificata, grazie all'offerta di sistemi mild hybrid a 48V per tutte le unità e l'introduzione di nuove motorizzazioni plug-in hybrid.  

Più grande e confortevole. Le proporzioni hanno mantenuto valori classici, ma il maggiore dinamismo già espresso da altri modelli recenti della Stella viene ora proposto sulla Classe C aggiungendo dettagli importanti: sbalzo frontale ridotto, gruppi ottici a Led rinnovati e cofano motore bombato e allungato. Le carreggiate più larghe sono esaltate dai cerchi da 17, 18 o 19 pollici, mentre in coda la berlina introduce per la prima volta i gruppi ottici suddivisi tra parafango e portellone. Le dimensioni sono cresciute per entrambi le varianti di carrozzeria: il passo raggiunge i 2,86 metri (+25 mm), la lunghezza passa a 4,75 metri per entrambe le versioni (+65 mm sulla berlina e +49 mm sulla Wagon) e la larghezza arriva a 1,82 metri (+10 mm), senza però intaccare l'efficienza aerodinamica, con valori pari ai modelli uscenti ottenuti grazie anche all'abbassamento di 10 mm del profilo del tetto. Per il bagagliaio della Station Wagon la Casa dichiara una capienza variabile da 490 a 1.510 litri (+30 litri).

Mercedes-Benz C-Klasse, 2021 // Mercedes-Benz C-Class, 2021

Interni da Classe S. Gli interni sono stati totalmente ripensati per fare spazio all'infotainment Mbux con display verticale leggermente ruotato verso il guidatore. Lo schermo misura 9,5 o 11,9 pollici in base all'allestimento ed è abbinato a quelli da 10,25 o 12,3 pollici della strumentazione, riducendo al minimo i comandi fisici. Il guidatore può scegliere tre diversi temi (Discreet, Sport, Classic) e tre modalità (Navigation, Assistance, Service) che modificano la grafica e i colori di entrambi gli schermi e dell'illuminazione ambientale. I comandi vocali sono stati resi più completi e semplici da usare, in alcuni casi evitando anche il classico "Hey Mercedes": è inoltre prevista una eSim per la connetività di bordo che permette sia di aggiornare i sistemi in remoto, sia di sfruttare la funzione Smart Home per la domotica e il collegamento con altri device. Tra le altre peculiarità del sistema sono presenti il lettore di impronte digitali, l'head-up display, l'accesso al Mercerdes Me Store per scaricare nuove App, un servizio di streaming musicale dedicato e le funzionalità In-Car Office. Il display verticale è collegato alla console centrale con linee fluide, mentre le bocchette di aerazione sono state spostate nella zona superiore. Il volante, inoltre, ha una nuova foggia sportiva a tre razze sdoppiate.

Quattro cilindri possono bastare. Tutti i motori benzina e diesel della Classe C saranno proposti in versione elettrificata. La Mercedes ha scelto di offrire soltanto unità quattro cilindri con cilindrata di due litri e sistema EQ Boost a 48 Volt da 15 kW dotato di sistema Isg di seconda generazione. Al debutto troveremo il benzina M254 e il diesel OM 654M, appartenenti alla stessa famiglia modulare delle unità appena introdotte sul restyling della Classe E. Il diesel vanta la pressione di iniezione a 2.700 bar e il doppio sistema Scr, mentre il benzina aggiunge il trattamento Nanoslide dei cilindri e la sovralimentazione twin-scroll derivata dalla Formula 1. Tutte le unità sono proposte in abbinamento al cambio automatico 9G-Tronic, aggiornato per poter integrare anche la parte ibrida e proposto sia sulle versioni a trazione posteriore sia su quelle 4Matic. Il sistema di trazione integrale è stato a sua volta aggiornato per ridurre gli attriti e per poter trasferire maggiore coppia sull'asse anteriore quando necessario. Al lancio i modelli disponibili saranno quindi la C 180 (180 CV e 250 Nm), la C 200 (204 CV e 300 Nm anche 4Matic), la C 300 (258 CV e 400 Nm anche 4Matic), la C 200 d (163 CV e 380 Nm), la C 220 d (200 CV e 440 Nm anche 4Matic) e la C 300 d (265 CV e 550 Nm). 

Mercedes-Benz C-Klasse, 2021 // Mercedes-Benz C-Class, 2021

100 km in elettrico con la plug-in hybrid a benzina. A breve distanza dal lancio della Classe C, la Mercedes-Benz introdurrà in gamma anche una variante plug-in hybrid di quarta generazione, denominata C 300 e. Al motore benzina 2.0 turbo da 204 CV e 300 Nm della C 200 viene abbinato un'unità elettrica da 129 CV e 440 Nm integrata nel cambio, per una potenza totale di sistema pari a 313 CV e 550 Nm di coppia massima. Le batterie da 25,4 kWh, divise in 96 celle con raffreddamento dedicato, consentono di raggiungere circa 100 km di autonomia in modalità Ev (con velocità limitata a 140 km/h) e possono essere ricaricate in 30 minuti con sistemi rapidi a 55 kW in alternativa alle Wallbox da 11 kW. L'integrazione dei componenti elettrici ha permesso di ridurre al minimo l'impatto del sistema sullo spazio interno: sia la berlina sia la wagon offrono infatti maggiore spazio per il bagagliaio rispetto al passato. Per rendere più efficiente la guida è stato inoltre rivisto il sistema di recupero d'energia in rilascio e in frenata, ora capace di toccare i 100 kW, e sono state introdotte modalità di guida più raffinate: oltre a poter selezionare la funzione Battery Hold per preservare la carica, è previsto infatti il pedale dell'acceleratore con feedback aptico e la regolazione del recupero d'energia con la possibilità di guidare anche in modalità "one-pedal".

Sospensioni aggiornate, debutta l'asse posteriore sterzante. Tutte le versioni della Classe C possono contare su nuove sospensioni anteriori a doppio braccio e multi-link posteriori. Tra le opzioni figurano gli ammortizzatori a controllo elettronico e l'assetto con taratura sportiva, mentre alla plug-in hybrid è riservata la soluzione delle sospensioni pneumatiche autolivellanti posteriori. In opzione viene introdotto per la prima volta l'asse posteriore sterzante, che permette di ridurre di 43 centimetri il diametro di sterzata e di rendere più agile la vettura in tutte le condizioni, lavorando in controfase fino a 60 km/h e in fase a velocità superiori, raggiungendo fino a 2,5 gradi di rotazione. 

Mercedes-Benz C-Klasse, 2021 // Mercedes-Benz C-Class, 2021

Adas di livello 2 avanzati. Anche la dotazione di Adas compie un ulteriore passo avanti, evolvendo i contenuti del Driving Assistance Package. Il Distronic è ora capace di gestire la distanza di sicurezza e le ripartenze nel traffico fino a 100 km/h, mentre l'Active Steering è attivo fino a 210 km/h e ora sfrutta le telecamere esterne per rendere più precise le correzioni. Il Traffic Sign Recognition è stato inoltre dotato di nuove funzioni per riconoscere cartelli stradali temporanei e segnali relativi ai semafori. Dalla Classe S derivano anche i gruppi ottici opzionali Digital Light con risoluzione di 2,6 milioni di pixel, capaci di proiettare immagini sull'asfalto dedicate al guidatore, oppure di illuminare un ostacolo o un pedone.

Sulla Phev si può anche dormire durante la ricarica. Sul tema del confort, la Mercedes-Benz ha voluto portare sulla Classe C nuovi accessori derivati dalle sorelle maggiori, come i nuovi sedili anteriori con massaggio gestiti da otto camere sull'intero schienale e quattro motori vibranti sulla seduta, il divano posteriore riscaldabile e l'Energizing Coach, che sfrutta l'intelligenza artificiale ed eventuali device indossabili per combinare varie funzioni dedicate ai passeggeri. Per la versione plug-in hybrid è abilitata anche la funzione Power Nap, che consente di riposare durante la ricarica della batteria "cullati" da suoni, colori ed essenze gestite dalla vettura. 

COMMENTI

  • Davvero inguardabile, se voglio avere l'impressione di usare un videogame allora gioco alla playstation, che oltretutto costa anche molto meno di questo "tablet gigante su ruote", con quegli schermi orribili piazzati lì che sembra non sapessero dove metterli, poi i led colorati in stile autoscontro sono la ciliegina sulla torta. Scorrendo i commenti vedo che un mare di gente la definisce elegante, beh per me questa è solo pacchiana, l'eleganza non sa neanche cosa sia. Ormai le auto di produzione attuale non sono neanche degne di chiamarsi "automobili", per fortuna qualcosa di decente è rimasto, penso alla Giulia, o alla Kia Stinger (che purtroppo però ormai hanno comunque uno schermo e l'automatico pure quelle)
  • Possiedo una classe C avangarde wagon 220d del 2019. Percorro circa 35k Km/anno tutti in autostrada praticamente perchè scendo in Italia in auto, dove vivo il trasporto pubblico funziona ed è gratuito. Per le mie esigenze la Benz è una macchina perfetta che mi ha dato molte soddisfazioni. Unica pecca è il bagagliaio piccolo, la prossima auto potrebbe essere la classe E wagon. La Benz è una fedele e gradevolissima compagna di viaggio.
     Leggi le risposte
  • La plug in ha una batteria da 24,5 kWh, superiore a quella di una Smart elettrica (18 kWh) (non solo quella a due posti, ma anche quella a quattro). Ciononostante, qualcuno dirà che queste vetture plug-in sono inquinanti, e quelle elettriche no. Vero che questa è più pesante, ma mi sembra che quanto a ordini di grandezza, siamo più o meno lo stesso, con la differenza che questa è una "vera" automobile e può affrontare anche dei viaggi, fuori città dove è minore la concentrazione di inquinanti... Mah
  • pero' che disattenzione, qualcuno ha lasciato un tablet appoggiato sulla strumentazione durante il photo shooting...
  • Imbarazzanti gli interni con quei 2 tablet...che sembrano messi lì e appiccicati col bostik.....
  • al primo sguardo mi sembra "centrata": insomma al passo coi tempi senza esasperare, elegante senza cedere a certi discutibili effetti speciali (tipo il doppio rene malato di certe nuove BMW) per sfondare nei mercati emergenti. Una Mercedes, con lo stile da Mercedes. Non è poco.
     Leggi le risposte
  • sempre più simile a una SSangyong ma almeno ha il 2 litri diesel anche se con la pila
  • In questi ultimi anni Mercedes non ne sbaglia una...
     Leggi le risposte
  • Questa la trovo molto bella e filante, ancorche', effetivamente uguale a S ed E. Dentro sono perplesso dal volante: mi sembra troppo carico. Per il resto, come va oggi, schermi a iosa, ma la prenderei sicuramente.
  • Abbiamo la seconda 2 classe C in famiglia negli ultimi 6 anni, aziendale, di mia moglie. Versioni business, accessori mirati (le migliori versioni business le fa Mercedes: Audi e BMW sono inavvicinabili) ma grandi auto, guida piacevolissima , anche se forse non a livelli di BMW come dicono. E consumi irrisori.
     Leggi le risposte
  • Ci credo che sembra un qualcosa di già visto: si tratta solo di un restyling della serie precedente (giroporta e cristalli sono gli stessi)
     Leggi le risposte
  • Ora tutti tablet schermi e controschermi che costano una cazz... taaa, (a loroo), e te li fanno pagare come se avessero inventato chissà cosaa !!
     Leggi le risposte
  • In teoria (Ma anche in pratica ) la Giulia e' una concorrente diretta di questa... giu' con le risate :-)
     Leggi le risposte
  • Cronico ormai il vizio di molti di guardare sempre indietro. Se notate non mancano mai per ogni nuova MB quelli che invocano Sacco, ad ogni BMW quelli che rivogliono Bangle e ad ogni Audi quelli che rivogliono De Silva.
     Leggi le risposte
  • questo "nuovo" stile MB non mi piace, dicevano di volerlo svecchiare ma non ci siamo, gli interni poi, escluso il tablet (sempre figo) è pesante. La "qualità", invece, sempre al top
  • La Station Wagon vista da dietro sembra la Classe A .. (-_-) .... ironia a parte, molto bene che vengano mantenute le varianti di carrozzeria e di alimentazione e non si ceda alla banalizzazione dell'offerta come stanno facendo diversi altri costruttori...
  • Interni molto belli. Esternamente un linea un po confusa e indecisa. Mercedes comunque ha una qualità molto alta. Personalmente adoro la mia Classe C. Quello che manca però è una versione full electric. Se spendi 50k + per un automobile nel 2021 ne vale la pena a prenderla elettrica.
     Leggi le risposte
  • Molto bella, interni di classe superiore e dalle misure direi anche abitabilità migliorata. Potrebbe cannibalizzare un pò la classe E ma in sostanza direi che con 50 k euro o poco più ti porti a casa una vettura quasi a livello della serie S . Penso proprio di acquistarla e brava Daimler sempre più ai vertici di tecnologia e classe.
     Leggi le risposte
  • Linea pulitissima, come ha osservato qualcuno magari un po' anonima. Interni molto belli, con grande pannello centrale che mi pare posizionato bene. Ora i soliti cagoni, quelli che si lamentano del fatto che Tesla ha solo touch panel, no so cosa diranno pero'. Modelli plug-in un po' in ritardo purtroppo.
     Leggi le risposte
  • Nulla di nuovo dal punto di vista del design. Tuttavia il difetto maggiore, é che non si distingue piú una classe C da una classe E o da una classe S. Gli interni riprendono anche qui lo stile della classe S, ma mi trasmettono una sensazione di economico. La modanatura a T che corre sul tunnel e sulla plancia, cosí lucida, sembra fatta solo di plastica (invece magari é legno o carbonio o alluminio). Anche il design di pannelli porta con l´inserto in pelle liscio (invece che con qualche piega) mi da la sensazione di economico, finta pelle. Vedremo quando sará possibile vederla dal viero che effetto fará.
     Leggi le risposte
  • Consiglierei alle case automobilistiche tedesche di applicare la targhetta di identificazione de modello anche davanti, così non si sarà più costretti a dover andare a vedere di che modello si tratta sul portellone posteriore! Credo sia finito il tempo dei modelli dalla linea originale, oggi le auto sono una la fotocopia dell’altra
     Leggi le risposte
  • Bella e' bella. Ma fantasia zero alla Mercedes. sono anni che propongono versioni matrioska( l' esempio delle Classe E e' sconvolgente) Ottimi gli ibridi, i migliori al mondo direi al momento con 100Km di autonomia abbiamo fatto un passo avanti. Quando arriveremo tra una decina d'anni ad avere 200Km e piu' di autonomia sulle ibride allora le comprero' anche io.