Nuovi Modelli

Audi Q4 e-tron
Il nuovo corso elettrico di Ingolstadt

Audi Q4 e-tron
Il nuovo corso elettrico di Ingolstadt
Chiudi

La strategia di elettrificazione dell'Audi giunge a un momento cruciale con il debutto delle Q4 e-tron e Q4 Sportback e-tron. Le due Suv elettriche, infatti, sono basate sulla piattaforma Meb del gruppo Volkswagen e portano il marchio tedesco in un segmento di più ampia diffusione rispetto a quelli delle e-tron ed e-tron GT. L'Audi Q4 sarà in vendita da giugno in Germania con prezzi a partire da 41.900 euro nei due allestimenti di lancio denominati Elegant Edition One e Progressive Edition One, mentre per il mercato italiano il prezzo di partenza sarà di 45.700 euro (2.050 in più per la versione Sportback), dovuti alla scelta consueta di puntare su allestimenti più completi.

Abitabilità da grande per la Suv media. Il progetto Q4 nasce per offrire una grande abitabilità interna in rapporto alle dimensioni totali: la Suv misura infatti 4,59 metri, ma garantisce spazio pari a quello delle vetture di categoria superiore grazie al passo di 2,79 metri e agli sbalzi ridotti. Il divano posteriore è rialzato di 7 centimetri rispetto alle sedute anteriori e il bagagliaio offre una capacità variabile tra 520 e 1.490 litri, valori che sono invece pari a 535 e 1.460 litri per la Sportback. La possibilità di disegnare la vettura dal foglio bianco con un frontale praticamente privo di prese d'aria ha permesso all'Audi di ottenere valori ottimali di efficienza aerodinamica con un Cx di 0,28 per la Q4 e-tron e di 0,26 per la variante Sportback. La linea del posteriore di quest'ultima è più slanciata ed è dotata di spoiler nella parte bassa del lunotto: un'abbinata che permette di ottenere una decina di chilometri di autonomia extra.

Realtà aumentata da 70 pollici. Gli interni confermano l'impostazione con doppio display e console centrale orientata verso il guidatore. Al Virtual Cockpit da 10,25" è abbinato uno schermo da 10,1" o 11,6" in base agli allestimenti, inoltre molte funzioni sono gestite attraverso le superfici touch sul volante. L'Mmi è disponibile in tre livelli e già dal secondo sono incluse le funzioni di navigazione e l'e-tron route planner che pianifica e ottimizza le soste di ricarica. A questo si aggiunge l'inedito head-up display con realtà aumentata che copre un'area virtuale di 70" e consente quindi di integrare nel campo visivo del guidatore preziose informazioni sulla guida e sul percorso.

Audi Q4 e-tron

Quattro grafiche selezionabili per i Matrix Led. Tra gli optional l'Audi ha inserito i gruppi ottici Matrix Led dotati di un'inedita funzione che permette di scegliere attraverso l'infotainment quattro grafiche distinte formate dai Led stessi. Sono inoltre previsti accessori più tradizionali come l'assetto sportivo ribassato di 15 mm, le sospensioni a controllo elettronico, lo sterzo progressivo, i paddle al volante (che qui controllano il recupero d'energia e non la trasmissione) e i cerchi di lega fino a 21" con varianti maggiormente indicate per l'efficienza aerodinamica e altre più votate all'estetica. Altri pacchetti sono invece dedicati agli Adas, visto che ai sistemi di serie possono essere affiancati, per esempio, anche l'adaptive cruise assist e le telecamere a 360 gradi.

Fino a 520 km di autonomia e 299 CV. Al lancio l'Audi ha previsto tre varianti del powertrain e due tagli delle batterie comuni alle due varianti di carrozzeria. La versione d'ingresso siglata 35 e-tron da 170 CV e 310 Nm a trazione posteriore è l'unica ad adottare le batterie da 52 kWh (del peso di 350 kg) grazie alle quali può arrivare a percorrere fino a 349 km nel ciclo Wltp. La Q4 40 e-tron da 204 CV e 310 Nm, invece, promette un'autonomia di 520 km con batterie da 77 kW (dal peso di 500 kg). All'apice della gamma troviamo la Q4 50 e-tron quattro da 299 CV e 460 Nm (con un motore aggiuntivo anteriore asincrono da 109 CV), che tocca i 100 km/h in 6,2 secondi con una punta massima autolimitata di 180 km/h (contro i 160 km/h delle altre versioni): per la top di gamma, l’autonomia dichiarata è di 488 km. La ricarica avviene con sistemi rapidi a 125 kW (circa 130 km di autonomia in dieci minuti) oppure con un caricabatterie di bordo da 11 kW (7,4 kW per la 35 e-tron). L'autonomia può essere infine ottimizzata installando sulla vettura la pompa di calore opzionale. Al momento del lancio, per la Q4 e-tron non è prevista, nemmeno nei prossimi mesi, una versione RS.

COMMENTI

  • bmw batti un colpo! dopo il cricetone è sparita. ripeto qui, ma perchè la SPB.. con quell'alettone , che brutta! L' altra invece...
  • ma anche questa ha i freni a tamburo dietro?
     Leggi le risposte
  • Linee sovraccariche per mascherare la stretta derivazione dalle cugine e rendere più aggressiva e suvveggiante un'auto che nasce monovolume: basta osservare la linea laterale con cofano corto e tozzo, parabrezza molto avanzato e portiera attaccata al parafango. Per cercare di alleggerire la visione hanno replicato la scalfatura trapezoidale nella parte inferiore della fiancata due volte, con quella più bassa a contrasto, ma devo dire che ai miei occhi il trucco non ha funzionato molto, anzi... Riguardo gli interni il tunnel centrale in semplice plastica opaca con due nudi portabicchieri non fa un bell'effetto. Chiaramente il livello complessivo appare nettamente superiore a ID3, ma non ci voleva molto. Mi sembra chiaro che sui modelli elettrici il gruppo VW stia continuando una spietata politica di riduzione della qualità dei materiali già avviata negli ultimi modelli termici, dalla quale si salvano forse solo le Audi più grandi e le Skoda.
     Leggi le risposte
  • Costa poco, da da pensare.
     Leggi le risposte
  • Eh. Designer in bolla, li mortacci loro.
  • Mi pare ormai assodato che sulle elettriche la condivisione di pianale/powertrain/batterie/elettronica sarà sempre più spinta, inutile addurla come motivazione per screditare questo o quel modello. Molto bella sia esternamente che come interni.
     Leggi le risposte
  • 45k € per 350km se tutto va bene, ottima come city car(a)
  • Puo' darsi che questa non sia nient'altro che una ID.4 ricarrizzata. Ma hanno fatto un gran bel lavoro, dentro e fuori. Sono spariti tutti quei dettagli ed anche l'impostazione cheap delle ID3/4. Per quello che vedo dalle foto, vetture convincenti, l'unica pecca non salire sulla capacita' delle batterie ai 100 Kwh.
  • la sportback mi ricorda la Citroen
  • ma il marchio Q4 non è solo di Alfa Romeo?
     Leggi le risposte
  • Questa e' l' Audi piu' bella della gamma. Semplicemente spettacolare. sono sorpreso per i prezzi che sono abbastanza modici per un elettrica e anche ti tale bellezza. Le note dolenti appunto il fatto di essere elettrica. Fosse anche Ibrida giuro l'avrei ordinata. Auto Fantastica.
  • Audi deve lasciar perdere le SPB , basta insistere. So tutte brutte a parte la Q3. Q5,Q8, Q4 ... pessime
     Leggi le risposte
  • Lasciamo per un attimo da parte il modello in sé; ieri c'era l'annuncio della 508 Phev al modico prezzo di listino di 70mila euro o giù di li. Questa Q4, che è una iD3 con i 4 anelli ma che ha, appunto, i 4 anelli, parte da 45mila; facciamo quindi che un modello vero stia sui 55 o 60. Ora, d'accordo che i prezzi di listino non significano più niente e che, soprattutto per le generaliste, sono gonfiati in modo da far vedere che si concedono sconti generosi, ma il dubbio rimane: in Stellantis ce l'hanno ben presente dove stanno nel mercato e, soprattutto, nella percezione del cliente?
     Leggi le risposte