Nuovi Modelli

Hyundai Kona
La gamma si allarga, arriva il mild hybrid

Hyundai Kona
La gamma si allarga, arriva il mild hybrid
Chiudi

Dopo un successo per alcuni aspetti oltre le previsioni, con oltre 34.000 esemplari in circolazione in Italia, per la Kona arriva un pesante restyling estetico e funzionale, nonché una revisione pressoché totale della lineup delle motorizzazioni. Con questo modello, la Hyundai è uno dei pochi costruttori del mondo che può vantare tutti i tipi di propulsione in gamma: i benzina e diesel mild hybrid a 48V, il full hybrid, il 100% elettrico e pure le versioni a trazione integrale. C'è persino lo spazio, come entry level, per una variante semplice ma dal prezzo invitante, 22.000 euro: senza ibrido, con l'1.0 turbo da 120 CV e il cambio manuale.

Una faccia tutta nuova. Con il nome ispirato a una spiaggia hawaiana famosa per il surf, la Kona del 2017 aveva un'aria avventurosa, ampie pannellature di plastica, il muso alto e la griglia anteriore ininterrotta che scendeva dal cofano alla presa d'aria anteriore. Oggi - come vedete dalla nostra foto gallery - lo stile si alleggerisce e si "velocizza" con una nuova ampia curvatura orizzontale del paraurti, che va da un parafango all'altro e che sormonta una calandra più larga. Quest'ultima non ha più il marchio al centro, i fari a Led sono inediti e il paraurti abbraccia completamente l'anteriore. Anche le Drl sono più sottili e incorniciano la "H" di Hyundai (che, per chi non lo sapesse, stilizza due persone che si stringono la mano). Aggiornamenti meno visibili caratterizzano la coda, che guadagna una skidplate color alluminio e fari più grandi, dalla cornice meno spessa: sono questi, fondamentalmente, gli unici pezzi nuovi insieme al paraurti.

Molto è sotto il cofano. Nonostante il netto calo della richiesta di diesel nell'ultimo anno, la Hyundai ha deciso di mantenere questa tipologia di motore nel listino, anche se con il mild hybrid a 48V: una soluzione abbastanza raffinata, con una batteria da 0,44 kWh (nel bagagliaio) per recuperare energia e far scendere i consumi del già parco 1.6 CRDi da 136 CV, disponibile con cambio automatico (nelle varianti 4x2 e 4x4) o manuale (solo a trazione anteriore, con prezzo d'ingresso di 25.250 euro).

2021-Hyundai-Kona-04

Declinazioni a benzina. All'interno della gamma a benzina troviamo versioni mild hybrid e full hybrid, rispettivamente con il motore da un litro e 120 CV (a partire da 23.350 euro) e 1.6 da 141 CV (da 27.150 euro), entrambe solo con la trazione anteriore; il fatto di non disporre di una versione 4x4 fra le proposte a benzina potrebbe essere un minus rispetto ad altri marchi, che però non hanno una gamma così articolata di propulsori.

Elettrica da record. Per finire con le alimentazioni, viene confermata la Kona EV, offerta con due taglie di batteria, da 39 e 64 kWh, e prezzi che salgono leggermente (a partire da 35.850): rispetto a prima, si arricchiscono però gli equipaggiament (cosa che, peraltro, vale per tutta la gamma). La Kona EV presenta anche un'estetica anteriore diversa dalle versioni endotermiche, con meno feritoie, anche se lo sportello della presa di ricarica è ora un po' più visibile di prima. La Kona EV, lo ricordiamo, è una delle elettriche provate da Quattroruote con l'autonomia cittadina più elevata.  

2021-Hyundai-Kona-N-1

Kona, con la N. La Hyundai ha annunciato anche un allestimento "Nürburgring" N Line, piuttosto diverso nell'estetica e negli equipaggiamenti: scompaiono le sottolineature di plastica grigia non verniciata, le fasce paracolpi sui lati, nonché gli archi passaruota, che diventano tutt'uno con il colore della carrozzeria; inoltre, le ruote sono da 18". All'interno troviamo poi finiture "N Line" con colori specifici. Ma la N non si limita ai dettagli estetici: alla fine di aprile, arriverà una versione corsaiola da 280 CV.

COMMENTI