Nuovi Modelli

XPeng P5
La berlina elettrica punta sulla guida assistita via Lidar

XPeng P5
La berlina elettrica punta sulla guida assistita via Lidar
Chiudi

In occasione del Salone di Shanghai, la XPeng ha mostrato al pubblico la P5, una berlina dotata di sensori Lidar per la guida assistita. La vettura, della quale non si conoscono ancora le specifiche tecniche complete, diventa così il terzo modello elettrico della Casa cinese, andando ad affiancare la sorella maggiore P7 e la Suv G3: inizialmente sarà commercializzata solo nel Paese del Dragone, con le prime consegne previste entro la fine dell’anno.

2021-xpeng-p5-02

Stile semplice ed elegante. Lunga 4,81 metri, l’auto è caratterizzata da un design morbido e sinuoso a partire dal frontale, contraddistinto dai fari a Led triangolari collegati tra loro tramite una linea luminosa che attraversa la calandra. Osservando la fiancata si nota invece il profilo spiovente del tettuccio, che conferisce alla P5 una linea da fastback, oltre alle porte con maniglie a scomparsa. Anche la coda, solcata da una lunga fascia a Led che integra i gruppi ottici posteriori, mantiene forme pulite e lineari.

2021-xpeng-p5-04

Interni spaziosi e versatili. Salendo a bordo ci si ritrova in un abitacolo spazioso, che riprende le linee semplici ed eleganti degli esterni. La plancia, in particolare, è dominata dallo schermo della strumentazione digitale e dal touchscreen da 15,6" dell’infotainment, posizionato in verticale. Quest'ultimo è dotato del sistema operativo Xmart OS 3.0 e vanta un’interfaccia uomo-macchina basata principalmente sui comandi vocali. Con un passo di 2,768 metri, la P5 promette di offrire a cinque passeggeri un confort di alto livello, grazie anche ai sedili, la cui imbottitura è stata studiata per offrire il miglior sostegno possibile. Gli interni, inoltre, possono essere riconfigurati in due modalità: "cinema" e "sleep". La prima, opzionale, consente di abbattere le poltrone anteriori e sfruttare un piccolo proiettore posizionato tra i poggiatesta posteriori, che invia le immagini su un grande schermo avvolgibile che scende dal tettuccio. La seconda modalità, invece, permette di creare una superficie completamente piatta, creando una sorta di letto per due persone. Completano la dotazione un frigorifero da 18 litri e un profumatore d’ambiente integrato nell'impianto di climatizzazione.

Capitolo Adas. Il punto forte della P5, però, sono i sistemi di guida assistita. La berlina elettrica può infatti contare sull’architettura XPilot 3.5, che comprende 32 sensori (tra cui due Lidar integrati nel paraurti anteriore, cinque radar a onde millimetriche e 13 telecamere) e un Gps ad alta precisione. Grazie a questa sensoristica, l’auto è in grado di distinguere pedoni, ciclisti e motocicli, ostacoli statici e lavori stradali, anche in scenari come durante la guida notturna e in circostanze di illuminazione alternata, per esempio nelle gallerie. La P5, inoltre, promette di assistere il conducente in differenti contesti: in autostrada, su strade extraurbane e anche in città, seguendo le auto che la precedono e adattandosi automaticamente ai limiti di velocità e al traffico, riconoscendo la segnaletica stradale (semafori inclusi). In ogni caso, sulla berlina cinese il guidatore dovrà essere sempre concentrato sulla strada, in modo da poter riprendere il controllo del veicolo in caso di necessità o di un pericolo imminente.

COMMENTI