Nuovi Modelli

Lightyear One
L’auto "solare" adotta gomme Bridgestone e punta ai 725 km di autonomia

Lightyear One
L’auto "solare" adotta gomme Bridgestone e punta ai 725 km di autonomia
Chiudi

Si avvicina il lancio della Lightyear One, un’avveniristica berlina a energia solare attesa in consegna sul finire di quest’anno. Da tempo preordinabile al prezzo di 150 mila euro (tasse escluse), quest’auto è dotata di ben 5 metri quadrati di pannelli fotovoltaici ed è frutto di un progetto votato alla massima efficienza. Nella realizzazione ha preso parte anche la Bridgestone, che ha fornito alla vettura pneumatici progettati ad hoc.

2021-bridgestone-lightyear-one-004

Tecnologie green. Le gomme montate sulla Sev (acronimo di solar electric vehicle) olandese rappresentano una particolare evoluzione delle Turanza e combinano due tecnologie green della Casa: la Enliten e la Ologic. Il risultato è un set in grado di garantire al veicolo un’efficienza che, secondo la Bridgestone, corrisponde a quella che si otterrebbe con una riduzione di oltre 90 kg delle masse in marcia. Nel dettaglio, migliorando il consumo energetico di 3,1 Wh/km, il treno di pneumatici della multinazionale giapponese – più leggero di 3,6 kg rispetto alle gomme tradizionali – aumenterebbe di 28 chilometri l’autonomia della Lightyear One, per un totale di 725 km.

L’incontro. Com’è noto, la Bridgestone è da anni title sponsor della World Solar Challenge, una gara in cui i veicoli partecipanti percorrono più di 3 mila km nel deserto australiano. La multinazionale giapponese è partner di quest’iniziativa per “promuovere la sostenibilità, ma anche per essere in contatto con giovani ingegneri”, ha detto Emilio Tiberio, coo di Bridgestone Emia. Proprio in Australia è nata la collaborazione con l’Università di Eindhoven, presente all’evento con il Solar Team della città olandese. Da questa esperienza, che ha fruttato alla squadra quattro vittorie nella competizione, è nata nel 2016 la start-up Lightyear, che oggi conta 128 impiegati di 14 nazionalità diverse. 

2021-bridgestone-lightyear-one-002

La vettura. La berlina One è il primo modello di produzione (946 gli esemplari previsti) della Lightyear, che per il futuro punta a realizzare auto a energia solare anche in volumi superiori. Com’è evidente dalle immagini, la silhouette a goccia della vettura, lunga ben 5,05 metri, è improntata alla massima efficienza aerodinamica, peraltro rafforzata dalla presenza dei fender skirt che nascondono le ruote posteriori (ricordando, per esempio, auto come la GM EV1). Le batterie del veicolo, ricaricabili anche dall’esterno, hanno una capacità di 60 kWh, mentre i pannelli fotovoltaici, secondo la start-up olandese, sono in grado di fornire 12 miglia (19,3 km) di autonomia per ogni ora di “carica” solare.

COMMENTI

  • l'avrà scritto la Bridgestone direttamente questo articolo?
  • E giusto sperimentare , ma sarà dura venderne 946 pz. a 150.000 euro...
     Leggi le risposte