Nuovi Modelli

Subaru
La Suv elettrica si chiamerà Solterra

Subaru
La Suv elettrica si chiamerà Solterra
Chiudi

La Subaru ha svelato nuovi dettagli sulla sua prima auto elettrica, la Solterra. Come già anticipato, sarà una Suv di segmento C e si baserà sulla piattaforma e-Subaru Global, sviluppata in collaborazione con la Toyota. A differenza di quanto comunicato precedentemente, però, il lancio del nuovo modello a batteria avverrà prima del previsto: il debutto della sport utility sui principali mercati, incluso quello europeo, era infatti programmato "entro il 2025", ma è stato anticipato ai primi mesi dell’anno prossimo.

Gemelle diverse. La Casa delle Pleiadi ha anche diffuso due teaser: il primo, che ritrae la Solterra in controluce, mette in risalto i fari a Led, le superfici vetrate laterali e il cofano, solcato da due nervature che collegano i gruppi ottici ai montanti anteriori. Nel complesso, la Suv ricorda molto le forme della concept Toyota bZ4x, la cui versione di serie sarà basata sulla medesima piattaforma.

Radici latine. La seconda foto, invece, mostra un dettaglio del portellone posteriore, dove è riportata la denominazione del modello: il nome "Solterra" è stato creato unendo le parole della lingua latina "Sol" e "Terra" che, com’è intuibile, significano rispettivamente "Sole" e "Terra". Secondo la Casa giapponese, questa nomenclatura è stata scelta per sottolineare il legame con la natura e per rappresentare "la capacità di andare ovunque, anche in un veicolo completamente elettrico".

Una partnership molto stretta. La Subaru ha inoltre dichiarato che non solo la piattaforma, ma tutta la Suv è stata progettata insieme alla Toyota, inclusa la pianificazione del prodotto, il design e la valutazione delle prestazioni. I due costruttori hanno infatti unito i rispettivi punti di forza, come il know-how della Casa delle Pleiadi riguardo la trazione integrale e le tecnologie di elettrificazione, di cui la Toyota è pioniera. La Subaru ha anche affermato che durante lo sviluppo della Solterra ha posto l’accento soprattutto sulla sicurezza passiva e sulla stabilità del veicolo, in modo da garantire una miglior dinamica di guida.

COMMENTI