Nuovi Modelli

Alfa Romeo Giulia
La "radiografia" della GTAm - FOTO GALLERY

Alfa Romeo Giulia
La "radiografia" della GTAm - FOTO GALLERY
Chiudi

La nuova Alfa Romeo Giulia GTA non è solo una halo car, una supersportiva fatta per entrare nell'olimpo delle vetture ad altissime prestazioni. La quattro porte di Arese è un omaggio al glorioso passato del marchio, fatto di successi nelle competizioni e auto - stradali e da corsa - che hanno fatto sognare generazioni e generazioni di appassionati. E continuano a farlo tuttora. La nuova GTA, o meglio, la più estrema GTAm, è stata progetta con il solo obiettivo di diventare un punto di riferimento nel segmento delle berline sportive (dove già la sorella minore Quadrifoglio aveva detto la sua) e inserirsi di diritto tra i modelli più performanti della storia del Biscione. 540 CV, trazione posteriore e aerodinamica pensata per la pista: la tre volumi è un manifesto di sportività, un nuovo punto di partenza per l'Alfa Romeo del domani. Che potrà essere pure ibrida o elettrica, ma non smetterà mai di regalare emozioni agli appassionati.

L'attesa è quasi finita. Realizzata in edizione limitata e proposta con un prezzo di partenza di 175 mila euro, la Giulia GTA ha mosso i suoi primi passi senza camuffature sul circuito di Balocco proprio nelle scorse ore. Per celebrare l'imminente arrivo sul mercato delle due versioni della berlina di Arese, abbiamo raccolto in questa Foto gallery alcuni dei dettagli che differenziano le GTA dalle altre Giulia, in attesa di raccontarvi, con un video speciale, cosa vuol dire mettersi al volante di questa sportiva.

COMMENTI

  • Il mito Giulia si è esaurito quando M4 ha dato 2 secondi (una enormità) alla Quadrifoglio a Vairano
     Leggi le risposte
  • Quest'auto rappresenta la bandiera tecnologica del Marchio, quello che sono in grado do fare. Peccato che sono stati sempre gestiti da gente che non ne ha mai compreso fino in fondo le potenzialità.
  • Beh, almeno il canto del cigno l'hanno fatto superlativo, a testimonianza, se ce ne fosse bisogno, che sul lato tecnico ancora non ce n'è per nessuno e che il problema sono, da sempre, i bassissimi piani alti. Peccato solo che non esista la coupé
     Leggi le risposte
  • @Quattroruote: data la esclusività di questa vettura e, più in generale, del prodotto Giulia, sarebbe pensabile, come accadde già in altri casi (esempio: Alfetta del 1972) dedicare alla prova più spazio (al limite su 2 numeri consecutivi)? Sarebbe interessante soffermarsi sulle particolarità del suo motore, della sua aerodinamica, della sua trasmissione, del suo telaio e delle sue sospensioni. Magari, per maggiore chiarezza, si potrebbero fare dei richiamini ad alcuni concetti teorici per fornire degli spunti a chi è curioso e vuole approfondire.
     Leggi le risposte
  • Slide 4: i tecnici di Arese...quali tecnici di Arese?
     Leggi le risposte