Nuovi Modelli

Opel Astra
Primi teaser della nuova generazione

Opel Astra
Primi teaser della nuova generazione
Chiudi

Il conto alla rovescia per il lancio della nuova Opel Astra inizia ufficialmente: la Casa ha infatti diffuso i teaser della vettura, anticipando alcuni dettagli sulla sesta serie, la prima a beneficiare dell’elettrificazione. Costruita in Germania, a Rüsselsheim, sulla stessa piattaforma della nuova Peugeot 308 (Emp2), la tedesca andrà in produzione entro l’anno e verrà proposta nelle classiche varianti di carrozzeria a cinque porte e Sports Tourer.

2021-opel-astra-03

Lo stile. “La prossima Astra inaugurerà un nuovo capitolo nella trentennale storia di questo modello”, dice l’ad della Opel Michael Lohscheller. Nell’immagine che ritrae una porzione del frontale si nota subito il family feeling con la Mokka, caratterizzato da un’evoluzione del Vizor, la mascherina già “indossata” dalla Suv compatta. Lo sguardo, con i sottili fari Intellilux che sembrano disegnare delle sopracciglia inarcate, è di quelli decisi. Al posteriore spicca la scritta sul portellone con il nome del modello, come ormai va per la maggiore tra i costruttori automobilistici.

2021-opel-astra-02

L'abitacolo. Dai teaser è possibile farsi un’idea anche di come cambiano gli interni della media tedesca, anzitutto per quanto riguarda la plancia, che sarà dominata da un doppio schermo digitale per strumentazione e infotainment. I due monitor sono affiancati, con quello dedicato al multimedia che si avvale di una pulsantiera di comando posizionata alla base: nonostante il touchscreen, dunque, alcuni comandi, come per esempio quelli del clima, mantengono tasti fisici. Basterebbe questo per aspettarsi un abitacolo completamente rinnovato rispetto a quello dell’Astra che conosciamo: dalle immagini si evince però che anche i sedili e il volante sono completamente ridisegnati.  

2021-opel-astra-04

I motori. Sul fronte delle motorizzazioni non ci sono indicazioni ufficiali, a parte la conferma che questa sesta generazione aprirà le porte a propulsioni elettrificate. Per farsi un’idea, comunque, basta andare a spiare in casa della “cugina” 308 da poco presentata, che al lancio verrà proposta con motori a benzina da 1.2 litri e a gasolio da 1.5 litri, oltre che nelle inedite varianti ibride plug-in. Sebbene non sia scontato che la gamma della tedesca sia destinata a copiare quella della francese, è dunque lecito attendersi, oltre alla prima Astra ibrida ricaricabile, diverse opzioni più in linea con la tradizione.  

COMMENTI