Nuovi Modelli

Maserati
Parte dal MiMo la nuova stagione del Tridente

Maserati
Parte dal MiMo la nuova stagione del Tridente
Chiudi

Lo aveva detto Carlos Tavares, visitando qualche mese fa lo stabilimento di Grugliasco: “Stellantis rilancerà il marchio Maserati”. Quel rilancio parte dal centro di Milano, dal MiMo, dove la Casa del Tridente è presente con la MC20, la supersportiva da 630 cavalli, che si fa ammirare in piazza della Scala, e la Levante Trofeo, la Suv con il V8 da 580 cavalli esposta in piazza del Duomo. Per la MC20 si tratta del debutto davanti al grande pubblico, dopo l’unvealing avvenuto a Modena a settembre del 2020. “È l’inizio di una nuova era per noi”, conferma Fabio Lambertini, responsabile vendite Maserati per il Sud Europa. “Questa supercar delle linee pulite e dalla meccanica raffinata, a partire dal V6 Nettuno, unisce prestazioni straordinarie (bastino a esempio i 2,88 secondi sullo stacco 0-100) a uno stile unico, ma anche a una grande funzionalità, testimoniata per esempio dalla facilità di ingresso e uscita dall’abitacolo garantita dalle portiere ad ali di farfalla”. Entro la fine del mese saranno consegnati i primi esemplari ai clienti. “Il riscontro è molto positivo”, prosegue Lambertini, “le tempistiche di consegna sono di circa 8 mesi e abbiamo già quasi saturato la produzione di quest’anno per l’Italia e in altri mercati, come il Regno Unito, stiamo assegnando già anche tutta la produzione prevista per il 2022”. La nuova era, in realtà, aveva già fatto capolino lo scorso anno, a luglio, con primo passo; quello dell’elettrificazione. Il modello a dotarsi per primo di un sistema mild hybrid a 48 Volt è stata la Ghibli, alla quale, seguirà, il prossimo luglio, la Levante.

Vento di novità. Ma la vera svolta è attesa verso la fine dell’anno, quando debutterà la Grecale. La Suv di segmento D, che sarà proposta in versione a benzina e mild hybrid, promette grande piacere di guida (nascerà sulla piattaforma Giorgio, base di Alfa Romeo Giulia e Stelvio), ma anche di allargare la platea del marchio in più direzioni. “Entriamo in un segmento inesplorato per noi, che ci porterà volumi di vendita aggiuntivi e anche clientela nuova”, prosegue Lambertini. “Per esempio, la clientela femminile e quella corporate”. Cina e Stati Uniti restano i due primi mercati per la Casa di Modena, e in ogni Paese chi compra le Maserati ha caratteristiche diverse. “In Europa in maggioranza sono uomini over 50, appassionati di guida”, spiega Lambertini, “negli Stati Uniti sono più giovani, over 40, e cercano quasi unicamente i V8, mentre in Cina gli acquirenti sono ancora più giovani, con una maggiore presenza femminile, alla ricerca di un mondo, dell’italian style”. L’anno prossimo, poi, sarà la volta della MC20 Spider, delle nuove GranCabrio e GranTurismo, disponibili in versione benzina e full electric. L’anno seguente, invece, arriveranno la MC20 full electric e la Grecale a emissioni zero.

Ritorno in pista. E guardando al futuro non si può non pensare al ritorno in pista del Tridente. MC20, del resto, sta per Maserati Corse e la sua missione è quella di riportare la Casa nelle competizioni. “Vogliamo tornare per essere protagonisti,per questo stiamo valutando il campionato migliore”, conclude Lambertini. “È un ritorno alle origini, perché la Maserati nasce per le corse: la prima vettura con il Tridente fu la Tipo 26, che debuttò alla Targa Florio. L’ultima a correre è stata la MC12. La MC20 ne è l’erede designata”.

COMMENTI