Nuovi Modelli

Ineos Grenadier
Svelati gli interni della fuoristrada

Ineos Grenadier
Svelati gli interni della fuoristrada
Chiudi

La Ineos ha svelato gli interni della Grenadier. La fuoristrada sarà ufficialmente ordinabile dal prossimo ottobre, mentre le prime consegne sono previste a partire da luglio 2022. Il progetto nasce per colmare il vuoto lasciato dalla Land Rover Defender classica, proponendo al contempo una tecnologia al passo coi tempi: il telaio a longheroni specifico, il powertrain fornito dalla BMW e l'elettronica, nella fattispecie, consentono, secondo la Casa, di sfruttare la Grenadier in molteplici contesti.

Infotainment al passo con i tempi. Se le linee della carrozzeria rimangono quelle squadrate - e per certi versi vintage - del modello di riferimento, gli interni costituiscono invece un vero e proprio mix tra elementi classici e altri più moderni e attuali, con un piglio decisamente originale. Il guidatore, infatti, può contare su di un piccolo cruscotto digitale collocato dietro al volante, ma non solo: l'infotainment con schermo da 12,3", posizionato al centro della plancia, è compatibile con Apple CarPlay e Android Auto e include anche un sistema di navigazione specifico per la fuoristrada, che permette di salvare il proprio percorso a ritroso.

Come il cockpit di un aereo. I comandi secondari sono numerosi e rimangono rigorosamente, come da tradizione, "fisici". Distribuiti tra la console centrale e il padiglione, presentano un design che ricorda quello del mondo dell'aeronautica. Tuttavia, il vero scopo del progetto e dell'ergonomia interna consiste nell'offrire la massima accessibilità in ogni condizione di guida. I rivestimenti interni, incluso il tessuto dei sedili Recaro, sono pensati per poter essere lavati e sostenere l'usura nel tempo. In opzione, comunque, sarà possibile optare per più lussuosi interni di pelle. Nella console centrale, oltre a un vano portaoggetti con serratura, spiccano tre comandi: quello by-wire del cambio automatico ZF e quelli fisici del freno a mano e del selettore della trazione integrale.

COMMENTI

  • Rimando dell'opinione che un vero fuoristrada deve portarti senza rischi attraverso il deserto. la tundra, la palude, il ghiacciaio. Deve essere semplice riparabile in un villaggio dal fabbro, se non ha queste caratteristiche non la considero sicura, non deve servire per farsi solo lo sterrato sotto casa, ho avuto problemi anche con la montero e la range rover, mentre nessuno con la 109 o 88/90
  • Mi pare un pasticcio incredibile, componenti presi a destra e a manca, pare il design di un bambino. Si tratta di una vettura comunque assurda, un residuo per nostalgici che mi auguro di non vedere in giro. Come estetica, meccanica, efficienza e sicurezza questi sono riusciti a scendere addirittura al di sotto della Mercedes G-Class, direi un primato.
     Leggi le risposte
  • Tutto molto bello ed originale, tranne per il joystick del cambio da vecchia BMW.