Nuovi Modelli

Kia Sportage
Primo sguardo alla versione europea

Kia Sportage
Primo sguardo alla versione europea
Chiudi

La Kia ha diffuso i primi bozzetti della versione europea della nuova Sportage. La Suv, che ha già debuttato sul mercato coreano, sarà presentata online l’1 settembre prossimo e successivamente potrebbe essere esposta all’IAA Mobility di Monaco. Per conoscere i dettagli su allestimenti, motorizzazioni e prezzi bisognerà però attendere ancora qualche settimana.

Poche differenze. Gli sketch, che ritraggono la versione GT Line, sembrerebbero suggerire che la variante europea della sport utility sarà caratterizzata da un design molto simile a quello del modello asiatico, contraddistinto dalla filosofia Opposites United e dall'integrazione della nuova Digital Tiger Face, che si concretizza in un frontale caratterizzato da un'ampia calandra che integra i gruppi ottici a Led a forma di boomerang. Quello che potrebbe cambiare rispetto alla Sportage coreana, invece, è il disegno della parte bassa del paraurti, che nella versione destinata al Vecchio Continente sembra essere più aggressivo e sportivo. Lo stesso vale anche per la fiancata e la coda: in generale, le forme dovrebbero essere pressoché uguali (con tagli e nervature che sottolineano la muscolosità della vettura), mentre le differenze parrebbero concentrarsi nelle zone inferiori, dove sono presenti elementi dallo stile più dinamico in tinta con la carrozzeria.

Interni asiatici. Il costruttore non ha invece anticipato nulla degli interni, ma è lecito aspettarsi che ricalchino quelli della variante asiatica. In tal caso, l'abitacolo sarebbe dominato da un grande pannello di vetro che incorpora due schermi affiancati: uno per l'infotainment e uno per il quadro strumenti digitale. La plancia, inoltre, dovrebbe essere caratterizzata da alcuni dettagli, come le bocchette del climatizzatore, che riprendono il design squadrato degli esterni. Il numero di comandi fisici sarà ridotto al minimo, così da conferire alla cabina un aspetto più minimalista rispetto al passato.

COMMENTI