Nuovi Modelli

Opel Astra Sports Tourer
Più piccola fuori, più grande dentro

Opel Astra Sports Tourer
Più piccola fuori, più grande dentro
Chiudi

La Opel torna a proporre uno dei suoi best seller europei: l'Astra Sports Tourer. Dopo aver svelato la sesta generazione in versione hatchback nel luglio scorso sono, la Casa tedesca ha svelato le prime immagini della variante station wagon, attesa entro breve sul mercato.

La familiare con il look del nuovo corso. Tutti i passi avanti compiuti con il salto generazionale del modello, nato grazie alle sinergie interne al gruppo Stellantis, si riflettono anche sulla wagon rafforzandone alcuni punti chiave. La Sports Tourer riprende il design personale e spigoloso della nuova Astra con il caratteristico frontale Opel Vizor e nel volume di coda mantiene un'impostazione simile alla cinque porte con i gruppi ottici sottili e il paraurti scavato sui lati. Il portellone è sormontato da un profilo aerodinamico, mentre il tetto nero lucido alleggerisce visivamente il montante posteriore e integra le barre per il supporto di accessori da trasporto. Gli interni con Pure Panel puntano alla digitalizzazione con un doppio display da 10" che assolve alle funzioni principali (ma il climatizzatore rimane separato), inoltre sono previsti l'head-up display e il comando digitale della trasmissione automatica. Il confort è garantito dai sedili certificati Agr e nella variante con interni di pelle Nappa sono previsti accessori premium come le funzioni di ventilazione e massaggio del sedile guidatore e il riscaldamento di sedute e schienali di entrambe le file.

Più corta, eppure più spaziosa. La piattaforma Emp2, comune anche alla rinnovata Peugeot 308, garantisce alla wagon un favorevole rapporto tra dimensioni esterne e spazio interno. La Sports Tourer è lunga 4,64 metri con un passo di 272 centimetri: l'interasse è quindi cresciuto di 70 mm rispetto alla cinque porte, ma l'intera vettura è più corta di 60 mm rispetto alla Wagon della serie precedente senza ridurre lo spazio a disposizione. Il bagagliaio offre infatti una capacità variabile da 608 a 1.634 litri con due peculiarità: l'altezza minima della soglia di carico di soli 600 mm con portellone elettrico e il ripiano Intelli-Space con due altezze regolabili o inclinabile a 45 gradi (non disponibile per le plug-in hybrid). I tecnici hanno inoltre spostato il kit di riparazione per i pneumatici in un vano sotto il ripiano di carico accessibile dai sedili posteriori, così da non dover scaricare i bagagli in caso di foratura.

2021-Opel-Astra-Sports-Tourer-04

Da subito ibrida plug-in. Fin dal lancio l'Astra Sports Tourer potrà essere ordinata anche nelle varianti plug-in hybrid: per il 2023, invece, la Opel ha confermato l'arrivo di allestimenti a propulsione esclusivamente elettrica. Al lancio troveremo quindi i benzina da 110 e 130 CV, il diesel da 130 CV e la plug-in hybrid benzina da 180 e 225 CV. Oltre ai gruppi ottici Intelli-Lux Led, infine, la Opel offre la propria suite di Adas denominata Intell-Drive 2.0 che integra anche il controllo della presenza della mani sulla corona dello sterzo.

COMMENTI

  • La sottovalutazione del potenziale residuo delle SW sul mercato europeo ( e italiano) è stato un grosso errore di FCA ; prima del caso Giulia ricordo il caso Bravo : Tempra , Marea e Stilo nella variante SW avevano avuto una discreta (buona in Italia) penetrazione sul loro mercato di riferimento. Con Bravo fu deciso di non presentare una versione SW causando una perdita di volume significativa specie nel settore delle flotte aziendali.
  • Erano 3 generazioni di Astra che la lunghezza arrivava ai 4.70 metri, decisamente "oversize" per una segmento C e addirittura più lunga di alcune segmento D, ben venga dunque questo leggero ridimensionamento. ...... PS. Ora che Stellantis ha un management più "centrato" sul prodotto, vedremo se la nuova generazione della Giulia avrà anche la sua versione station wagon, stupidamente negata da chi c'era prima....
     Leggi le risposte