Nuovi Modelli

Cizeta
La V16T di Giorgio Moroder all’asta con un esclusivo Nft

Cizeta
La V16T di Giorgio Moroder all’asta con un esclusivo Nft
Chiudi

RM Sotheby’s, la più importante casa d’aste automotive del mondo, è nuovamente pronta a far parlare di sé. All’incanto, questa volta, ci sarà una Cizeta-Moroder V16T, immacolata. Non un esemplare qualunque — se così si può dire, visto che ne vennero prodotti dieci in totale — bensì il primissimo prototipo che, a suo tempo, servì anche da show car. Il telaio 001 in questione, infatti, fu la star dell’anteprima mondiale tenutasi al Century Plaza Hotel di Beverly Hills nel dicembre 1988. Come se non bastasse, questa è l’unica vettura dell’esiguo lotto a vantare la sigla Cizeta-Moroder sul posteriore ed è stata poi posseduta da Giorgio Moroder in persona.

Non è tutto. A deliziare colui che s’aggiudicherà il lotto 168, oltre all’indiscutibile fascino di questo autentico unicorno bianco, ci sarà anche un esclusivo pacchetto Nft. Questo comprenderà un Ep con quattro tracce inedite confezionate appositamente dal padre della disco music Moroder, un render 3D della V16T 001 preparato ad hoc dall’artista Jeremy Ian Thomas aka Soulajit, una scansione 3D — sempre della V16T 001 — e, naturalmente, tutta la documentazione possibile sul mezzo in questione in formato digitale. “La Cizeta-Moroder è frutto della mia ricerca professionale, che ha sempre cercato di unire tecnologia e creatività partendo dai sintetizzatori e dalla musica elettronica dei primi anni Settanta: la diffusione planetaria di Nft e blockchain che viviamo oggi ha la stessa energia che si respirava in quegli anni. Questo progetto con RM Sotheby's, Iconoclast e Soulajit combina tutte le mie passioni ovvero musica originale, tecnologia e supercar. Associare la vendita di un’auto come questa ad un NFT audio è stato del tutto naturale”, ha commento Moroder.

Unica nel suo genere. Moroder è una delle figure più leggendarie nell'industria musicale, ha collezionato tre premi Oscar ed è celebre per le sue collaborazioni con star del calibro di Donna Summer — “I feel love” — David Bowie o i Daft Punk. Nato nel 1940 a Ortisei, è una vera icona degli anni Ottanta proprio come questa splendida vettura, creata dalla sua joint venture con l'ingegner Claudio Zampolli e il designer Marcello Gandini. La produzione del modello di serie venne avviata nel 1991, ma a causa del prezzo troppo elevato e dei costi di produzione eccessivi — le Cizeta venivano realizzate interamente a mano — la V16T non ottenne il successo sperato e, tre anni dopo, il marchio dichiarò bancarotta. Una supercar senza precedenti e che non ebbe futuro, ma che tuttavia diede vita — indirettamente — a una valorosa stirpe, prima fra tutte la Lamborghini Diablo. Il sedici cilindri aspirato di 6.0 litri a 64 valvole della Cizeta-Moroder — mai visto prima su una vettura di produzione, eccezion fatta per la Cadillac V-16 del 1930 — produceva 540 cavalli ed era in grado di lanciare l’esotica supercar fino a 328 km/h.

Save the date. L’appuntamento è per il 27 gennaio, online o all’Arizona Biltmore & Spa di Phoenix, in occasione della 23esima asta Arizona di RM Sotheby’s. Quale sarà il prezzo finale? Difficile a darsi. Le stime degli esperti s’attestano intorno al milione di dollari.

COMMENTI

  • L'attrattiva dell'asta saranno i pezzi inediti del maestro Moroder più che l'automobile, la quale invece si è dimostrata essere un progetto palesemente fallimentare...