Nuovi Modelli

NAMX HUV
Design italiano per la Suv con le "bombole" portatili

NAMX HUV
Design italiano per la Suv con le "bombole" portatili
Chiudi

Rendere disponibile su larga scala veicoli alimentati a idrogeno ai clienti privati: è questo l’obiettivo della NAMX, startup afro-europea fondata dall’imprenditore Faouzi Annajah e dal designer Thomas de Lussac, che nella sede di Pininfarina a Cambiano (TO) ha svelato oggi la sua prima concept car, la HUV, una Suv alimentata da un propulsore a idrogeno. Imponente nelle dimensioni, ma slanciato nelle forme, il prototipo è stato concepito (in gran parte virtualmente) grazie al supporto dell’azienda torinese: la carrozzeria da Suv-coupé, con la linea del tetto discendente e il lunotto particolarmente inclinato, si sposa con un motivo a “X” che si evidenzia in più parti della carrozzeria, dal disegno dei fari a Led alle linee tese delle fiancate che si incrociano al centro, tra le due portiere.

Un nuovo modo di fare rifornimento. Sotto la carrozzeria, la vettura di produzione monterà uno o due propulsori elettrici per una potenza massima di 300 CV nella versione a trazione posteriore e 550 CV nella variante integrale. Questi utilizzano una piccola batteria agli ioni di litio per garantire le performance e la reattività tipica dei propulsori a corrente, ma sono alimentati dall’idrogeno, contenuto in un serbatoio “tradizionale” nella parte posteriore dell’abitacolo e da sei capsule rimovibili posizionate sotto al bagagliaio. Una soluzione originale, che secondo NAMX permetterà di abbattere molte delle problematiche legate alla limitata diffusione delle stazioni di servizio di idrogeno. Grazie a un modello di distribuzione dell'energia on demand, i futuri clienti potranno ricevere le capsule di idrogeno direttamente dove si trovano, allargando così il raggio di fruibilità delle auto fuel cell.

Arriverà tra tre anni. Per ora la NAMX HUV è solo un prototipo, ma secondo i suoi creatori bisognerà aspettare poco per vederla in azione: al Salone di Parigi del prossimo autunno sarà presentato il primo esemplare marciante; successivamente sarà avviata la fase di sviluppo e collaudo su strada con l’inizio della produzione atteso per il terzo trimestre del 2025. "Abbiamo una doppia ambizione, ovvero diventare un nuovo punto di riferimento nel mondo delle auto a emissioni zero ed esplorare costantemente nuovi territori in modo da facilitare la mobilità dei nostri consumatori. NAMX è un progetto collettivo creato con i migliori partner industriali e tecnici di Europa e Africa", ha dichiarato Faouzi Annajah, fondatore e presidente del marchio.

COMMENTI