Audi presenta la vettura con la quale tenterà l'assalto dalla Dakar 2023. Parliamo della RS Q e-tron E2, evoluzione del modello che ha corso l'edizione 2022 della massacrante gara e che è stato profondamente rivisto in funzione dei preziosi feedback ottenuti durante le competizioni. La vettura, che nella sigla E2 rende omaggio alle evoluzioni della Quattro Gruppo B, debutterà al Rally del Marocco in ottobre per fare esperienza in vista della Dakar. Gli equipaggi sono stati confermati: in abitacolo troveremo le coppie formate da Mattias Ekström con Emil Bergkvist, Stéphane Peterhansel con Edouard Boulanger e Carlos Sainz con Lucas Cruz.

Dimagrita e più efficiente. L'E2 è subito riconoscibile perché la carrozzeria è stata pesantemente modificata e ridotta alla ricerca di una maggiore efficienza aerodinamica e all'abbattimento del peso. In realtà, anche la scocca è stata modificata per offrire maggiore spazio in larghezza ed è stato abbassato anche il centro di gravità, lavorando persino sulla disposizione degli strati della fibra di carbonio. Audi dichiara di aver ridotto il drag del 15% e di aver migliorato allo stesso tempo i flussi di raffreddamento. La prima versione della RS e-tron non era arrivata al peso minimo e questo ha rappresentato un ulteriore spunto per dare priorità a questo elemento: le vetture della categoria T1U devono infatti raggiungere i 2.100 kg senza l'equipaggio a bordo. 

Per l'equipaggio più spazio e migliore ergonomia. Il complesso powertrain formato dai motori elettrici e dal range extender a benzina è stato manutenuto e il lavoro più grande è stato quello della messa a punto elettronica. I tecnici Audi hanno lavorato molto sul limite di potenza trasmesso alle ruote (e controllato dal regolamento) per sfruttare ogni singolo Nm di coppia entro i limiti anche in condizioni difficili come quelle in cui le ruote perdono il contatto con il terreno. Anche il climatizzatore per l'abitacolo è stato modificato: la prima versione era fin troppo potente e non regolabile e comportava un dispendio di energia eccessivo. Ulteriori modifiche di dettaglio sono state apportate ai display e ai comandi interni per rendere la vita più semplice agli equipaggi, che possono ora contare su procedure semplificate in caso di foratura per accedere alla ruota di scorta. Non manca un nuovo disegno dei cerchi in lega per garantire una miglior presa.