Primo contatto

BMW Serie 1
Al volante del prototipo

BMW Serie 1
Al volante del prototipo
Chiudi

La BMW Serie 1 è sempre stata una mosca bianca, sin dal suo arrivo sul mercato nel 2004: l’unica compatta dell’era recente a trazione posteriore. Ma anche per lei è arrivato il momento di voltare pagina. E di adeguarsi agli “altri”, che da sempre affidano alle ruote anteriori l’onere della spinta.

Ricetta alla bavarese. Questo non vuol dire mescolarsi a tutti i costi. E poi, il grande passo è la logica conseguenza di un programma già ben avviato nella fascia dei modelli d’ingresso della Casa dell’Elica. Un’operazione di razionalizzazione dei costi e della localizzazione produttiva, iniziata qualche anno fa in occasione del lancio delle Serie 2 Active e Gran Tourer e della Suv X1 che sfruttano, appunto, la trazione anteriore (o integrale) e il motore disposto trasversalmente. Offrendo, peraltro, una dinamica di guida più che apprezzabile. Ebbene, questi modelli, insieme alla prossima Serie 1, avranno in comune la piattaforma Ukl2 (altrimenti denominata Faar), che troviamo pure sulla Mini Countryman. La Mini, già, perché pure la piccola sportivetta inglese c’entra, in qualche modo, con la prossima Serie 1: nel senso che, nello sviluppo della nuova BMW, ha messo a disposizione il proprio know-how una parte del team che aveva lavorato sulla dinamica della hatch.

2019-BMW-Serie-1-07

Rivoluzionata sottopelle. Ok, il progetto della Serie 1 è stato “ribaltato”, ma quali sono ora i suoi punti forti? Del cambio di piattaforma e della differente disposizione meccanica abbiamo detto: c’è, ovviamente, molto altro, di specifico. Intanto il nuovo modello sarà commercializzato nella sola versione a cinque porte, con misure che non dovrebbero discostarsi più di tanto rispetto a quelle odierne. Semmai, la diversa impostazione meccanica ha variato la “distribuzione” dei volumi, con un cofano sempre abbastanza lungo, ma forse un filo più alto, e la posizione di guida che pare meno arretrata rispetto a prima. Il tutto è stato combinato “alla BMW”, a partire dalle sospensioni, che sono di tipo MacPherson all’avantreno e multilink a tre leve su tutta la gamma al retrotreno (niente ponte torcente, quindi, nemmeno sulle entry level). Tre le tipologie di sospensioni offerte: standard, sportive (che si possono avere da sole o nell’M Sport package) e adattive (variable damping). Quest’ultime, optional, riservate alle versioni a quattro cilindri, mentre le prime due sono disponibili per le tre cilindri.

Più larga, per migliori inserimenti in curva. Le carreggiate sono state allargate di tre cm davanti e di un cm dietro, mentre il passo dovrebbe essere di poco inferiore ai 269 cm della generazione a listino. Cambia, ovviamente, la distribuzione dei pesi, dall’ideale “fifty-fifty”, o quasi, di oggi (dovuto al motore longitudinale arretrato e, appunto, alla trazione posteriore) alla media, sulla nuova gamma, che dovrebbe attestarsi sul rapporto 60:40 tra i due assi. "La massa serve sull’avantreno" fanno notare i tecnici di Monaco, "perché ci aiuta a scaricare meglio a terra i cavalli". Poi, per tenere a bada una dinamica diversa, la filosofia dei controlli elettronici è stata ripensata, con l’introduzione di nuovi sistemi, focalizzati sul controllo e il piacere di guida. Le specifiche di progetto, per una BMW compatta tuttoavanti, erano precise: realizzare un’auto dallo sterzo comunicativo, ma senza ritardi, sottosterzo ridotto all’osso, miglior compromesso possibile fra guidabilità e confort. Puntando, quindi, ad allargare la forbice dei possibili utenti.

2019-BMW-Serie-1-04

Interni nascosti. Gli esemplari del test, di pre-produzione, sono tutti camuffati: hanno la dinamica definitiva, ma gli interni sono quasi completamente occultati dalle classiche “veline”. Il posto guida, come da tradizione, è basso, con gambe tendenzialmente semidistese e sedile che sostiene bene. Tre le vetture da provare: 120d xDrive (2.0 turbodiesel 190 CV, automatica 8 marce, sospensioni Sport); 118i (tre cilindri 1.5 turbobenzina, 140 CV, cambio Dct a sette marce, sospensioni standard); 118d (2.0 turbodiesel, 150 CV, cambio manuale a sei marce, sospensioni adattive).

Efficace e versatile. Su strada la Serie 1, ora, è un’altra cosa. Lo si capisce sin dai primi metri. Tutto sembra intuitivo, e il sapore è diverso da prima. Ma non c’è nulla di già visto, è l’interpretazione BMW al tema. Con un’attenzione all’efficienza di guida in curva e al confort che non vengono mai meno. Si va dalla corposa e potente 120d, ben supportata dal cambio automatico Aisin, alla 118i, più leggera e agile, abbordabile per un’utenza trasversale e nuova. E alla 118d, che si trova a proprio agio anche su fondi molto sconnessi. E il feeling? Beh, ora vogliamo lasciarvi con un pizzico di suspense: troverete altre risposte sulla Serie 1 (e una sorpresa) sul numero di Quattroruote di aprile, da oggi in edicola.  

COMMENTI

  • Super felice possessore del modello che sarà sostituito. Come anticipato al concessionario già l'anno scorso, questa nuova non la prenderò nemmeno sotto tortura.
  • Secondo me è un'auto che non ha più senso di esistere con la trazione anteriore e, tra l'altro, i motori più piccoli a 3 cilindri. Sarà un flop colossale, la Serie 1 è comprata da gente attenta al fatto che sia a trazione posteriore, se passano alla anteriore molti compreranno la nuova Giulietta a trazione posteriore e tanti altri che non vogliono lasciare Bmw o compreranno la 2 AT o la Serie 3. Penso che Bmw si pentirà amaramente di questa scelta folle e verrà punita dal mercato. In fondo di compatte eleganti a trazione anteriore il mondo ne é pieno, Audi A3, Volvo V40, Lexus CT giusto per citare le più blasonate... Poi per carità, si saranno fatti i loro calcoli ed avranno pensato che ci guadagnano comunque anche con un tracollo delle vendite... Paragonare il passaggio alla trazione anteriore come quello del X1 è sbagliato, la X1 è un Suv che nessuno comprava per le velleità sportive, e comunque vorrei sottolineare che la nuova X1 fa dei numeri di vendita importanti solo grazie a degli sconti esorbitanti (in prima fase di contrattazione mi hanno proposto un 14%)... Io spero solo che Bmw non faccia la follia di passare alla trazione anteriore anche sulla Serie 3, altrimenti dopo 15 anni e ben 6 serie 3 dovrei divorziare da Bmw
  • Una bmw a trazione anteriore è come una citroen senza le sospensioni idropneumatiche. In giro c'è di meglio, spendendo anche meno....
  • la meccanicamente e internamente identica bmw 1 sedan in messico è in vendita da molti anni. Complimenti a bmw per spacciare come brand-new nel 2019, un veicolo invece progettato e messo in vendita in altri mercati nel 2016
  • Aisin? Ma BMW non usa l'automatico ZF a 8 marce?
     Leggi risposte
  • Sarà pure novità ma indubbiamente snaturata. La politica di tutte le case automobilistiche sulla riduzione costi che toglie le caratteristiche che contraddistinguono un' auto da un'altra per arrivare ad un uniformarsi generale che toglie appeal, estetica ed in questo caso dinamica di guida. Trazione anteriore quindi indubbiamente cofano più elevato e motore più avanzato, con distribuzione pesi sbilanciata inevitabilmente sull'anteriore, è indubbio che il comportamento di guida sarà totalmente diverso, posizione di guida più avanzata e meno incassata, comportamento sottosterzante, ecc ecc alla fine sarà come guidare una classe A, una A3, una Golf ecc Personalmente quando ho scelto BMW preferendola a classe A è stato sia per le prestazioni che per il piacere di guida ed il senso di sportività... Secondo me molti clienti aficionados del marchio verranno persi, compreranno golf se vogliono un TA a buon prezzo o Giulietta quando uscirà il modello nuovo, che tra l'altro per tradizione sportiva Alfa Romeo ha voluto a trazione posteriore così come avvenuto per la Giulia.. Quindi grazie lo stesso ricomprerei ad occhi chiusi la mia 125d M Sport(il cui motore molto probabilmente non verrà più prodotto) senza pensarci nemmeno un millisecondo 😉👍
  • Sembra interessante, finalmente trazione anteriore (benvenuti nel 2019) e quindi anche maggiore abitabilitá.
  • Che si può dire....La serie 3, di cui sono felicissimo possessore (320d touring sport F31), è tornata ad essere la piu piccola delle BMW....quelle vere naturalmente!
  • Serie 1 a trazione anteriore…che tristezza e che delusione! Snaturata la Serie 1, che perde la sua caratteristica peculiare che la distingueva dalla concorrenza in maniera sostanziale e che compensava anche la mancanza di appeal estetico della 2ª serie. Gioco forza con l’avvento della trazione anteriore la 3ª sarà ancora meno attraente viste le mutate proporzioni che una trazione anteriore obbliga ad adottare (cofano più corto, più alto e sbalzo accresciuto). A questo punto, da potenziale acquirente di un'auto del segmento C e purista della guida, la Serie 1 ha ancora meno carte da giocarsi nel confronto con la concorrenza più diretta: oggi comprerei sicuramente l’attuale serie a trazione posteriore, tanto più che ci sono forti sconti, pur sapendo che la nuova è in uscita. Certo, la stragrande maggioranza di potenziali clienti (che ignorano totalmente le caratteristiche tecniche, pertanto ignoranti) continueranno a comprarla solo perché lì sul cofano c’è sempre l’elica, ma BMW perderà sicuramente in immagine e buona parte della sua clientela più competente. Purtroppo le case automobilistiche sanno come far soldi, costi di produzione ridotti e prezzi uguali se non più alti…e le solite pecore sono già lì, pronte a comprare. Alla faccia del blasone e della sportività del marchio!!
  • quelle ruote anteriori spostate così indietro per alloggiare il motore non si possono vedere ma non potevano rimanere a tp??
     Leggi risposte
  • "Le specifiche di progetto, per una BMW compatta tuttoavanti, erano precise: realizzare un’auto dallo sterzo comunicativo, ma senza ritardi, sottosterzo ridotto all’osso, miglior compromesso possibile fra guidabilità e confort": vabbè che è tutto relativo ma su un'auto di questo genere sottosterzo ridotto all'osso fa proprio ridere
  • "Le specifiche di progetto, per una BMW compatta tuttoavanti, erano precise: realizzare un’auto dallo sterzo comunicativo, ma senza ritardi, sottosterzo ridotto all’osso, miglior compromesso possibile fra guidabilità e confort": vabbè che è tutto relativo ma su un'auto di questo genere sottosterzo ridotto all'osso fa proprio ridere
  • "Le specifiche di progetto, per una BMW compatta tuttoavanti, erano precise: realizzare un’auto dallo sterzo comunicativo, ma senza ritardi, sottosterzo ridotto all’osso, miglior compromesso possibile fra guidabilità e confort": vabbè che è tutto relativo ma su un'auto di questo genere sottosterzo ridotto all'osso fa proprio ridere
  • "Le specifiche di progetto, per una BMW compatta tuttoavanti, erano precise: realizzare un’auto dallo sterzo comunicativo, ma senza ritardi, sottosterzo ridotto all’osso, miglior compromesso possibile fra guidabilità e confort": vabbè che è tutto relativo ma su un'auto di questo genere sottosterzo ridotto all'osso fa proprio ridere
  • Parabrezza è lo stesso della x2?
     Leggi risposte
  • Troverei insensato sviluppare la nuova Giulietta con trazione posteriore, inutili costi aggiuntivi x vendere sempre lo stesso numero di macchine.. nuova Giulietta che farà le scarpe a tutti! ...quando arriverà nel 2032 salvo ripensamenti..
  • Vi invito a legger meglio la cartella stampa. For example, legroom for rear-seat passengers has increased by 33 millimetres and headroom at the back by 19 millimetres. È lo spazio per i passeggeri al posteriore ad esser cresciuto di 33 mm ed aver maggior spazio sulla testa per 19 mm. BMW non ha dichiarato ancora le misure finali. https://www.press.bmwgroup.com/global/article/detail/T0293686EN/the-new-bmw-1-series-final-test-phase-in-miramas
  • Apprezzabile lo sforzo a livello di design di non variare troppo le proporzioni e quindi "camuffare" per quanto possibile la sua natura TA. Non c'è dubbio però che la perdita di una caratteristica unica la renda molto più soggetta alla concorrenza, anche se per la maggior parte il fascino del marchio riuscirà a superare il downgrade tecnico.
  • Guardando le foto, soprattutto la foto 8, il cofano motore della nuova serie 1 sembra lungo quanto quello della F20. Inoltre, nell'abitacolo, rimane il tunnel della trasmissione che serve per l'albero delle versioni xDrive. Dubito di significativi miglioramenti a livello di abitabilità (che era un punto da migliorare del nuovo modello) rispetto alla F20, visto che anche le dimensioni non sembrano cambiate. Esteticamente, non si può ancora dare un giudizio, ma dalle foto trovo il cofano motore troppo alto. Inoltre sono curioso del prezzo di vendita, vista la semplificazione meccanica (trazione anteriore, muktilink a tre leve, niente 6 cilindri). Dovrebbero, a rigor di logica, calare a parità di motorizzazione e allestimento rispetto alla F20.
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21801/poster_003.jpg BMW Serie 1 2019: ora a trazione anteriore http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/bmw-serie-1-2019-ora-a-trazione-anteriore Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21745/poster_002.jpg Teaser - BMW i3s: ecco le prime immagini della nostra prova http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-bmw-i3s-ecco-le-prime-immagini-della-nostra-prova Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21737/thumb bmw i3s.jpg Nuova BMW i3S: cambio di taglia http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/nuova-bmw-i3s-cambio-di-taglia Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21515/Thumb bmw serie 3.jpg BMW Serie 3 2019: ecco perché è più estrema della Giulia http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/bmw-serie-3-2019-ecco-perche-e-piu-estrema-della-giulia Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21493/poster_007.jpg La nuova BMW serie 3: ecco il primo teaser della prova http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/bmw-serie-3-teaser-mov Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21480/Max lai.jpg Presa per un giorno. Le impressioni di un motociclista 2 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/presa-per-un-giorno-max-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21479/_DSC3084.jpg Presa per un giorno. Lo stupore di Erica. http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/spina-per-un-giorno-erika-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21478/Paola.jpg Presa per un giorno. Quando la mamma si fa taxi. http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/presa-per-un-giorno-quando-la-mamma-si-fa-taxi- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21466/_DSC2879.jpg Presa per un giorno. Le impressioni di un motociclista 1 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/presa-per-un-giorno-garbin-ok-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21465/Traccanella.jpg Presa per un giorno. La parola alla memoria storica http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/presa-per-un-giorno-traccanella-mp4 Prove

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >

    logo

    ASSICURAZIONE? SCOPRI QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con In collaborazione con Facile.it

    CERCA IL FINANZIAMENTO AUTO SU MISURA PER TE

    RISPARMIA FINO A 2.000 €!

    In collaborazione con Facile.it

    Calcola il tuo tagliando

    QTagliando

    Cerca annunci usato

    LA STORIA AUTOMOBILISTICA A PORTATA DI MANO

    Oltre 1500 recensioni di attività commerciali del mondo automotive

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!