Primo contatto

Porsche Panamera
Al volante del restyling in tre versioni: GTS, Turbo S e 4S E-Hybrid

Porsche Panamera
Al volante del restyling in tre versioni: GTS, Turbo S e 4S E-Hybrid
Chiudi

Giunta a metà del suo ciclo di vita, la seconda generazione della Porsche Panamera si rinnova nel look e con il Model Year 2021 va alla ricerca di un nuovo e miglior equilibrio tra eleganza e sportività, confort e prestazioni. Delle novità introdotte con questo facelift vi avevamo già parlato in dettaglio in un articolo pubblicato circa un mese fa, in occasione della diffusione delle prime foto ufficiali. Ora è giunta finalmente l’ora di vedere anche come si comporta su strada l’ammiraglia tedesca dopo gli affinamenti fatti dai tecnici di Zuffenhausen.

In punta di matita. Da un punto di vista estetico non ci sono stravolgimenti alla linea della Porsche Panamera. La differenza principale rispetto al passato è l’adozione di serie su tutti gli esemplari del grintoso frontale Sport Design, che prima era offerto solo a richiesta. L’unica a non averlo è la versione Turbo S, dotata di una grembialatura specifica con prese d’aria maggiorate. Nella zona posteriore spiccano nuove luci a Led che attraversano tutta la coda mentre nell’abitacolo si notano un diverso volante multifuzione e un più ampio assortimento di rivestimenti. Il sistema Porsche Communication Management si aggiorna a sua volta e propone funzioni e servizi inediti a livello di connettività e infotaiment.

Interventi sostanziosi sottopelle. Le novità principali si concentrano lontano dalla vista e riguardano sia la parte telaistica sia quella meccanica, con interventi mirati sulle versioni più rappresentative della gamma. A livello di assetto, in particolare, gli ingegneri della Porsche hanno lavorato a tutto campo. Gli ammortizzatori a controllo elettronico del Porsche Active Suspension Management, o Pasm che dir si voglia, sono stati sviluppati per filtrare meglio le sconnessioni, mentre il Porsche Dynamic Chassis Control Sport (Pdcc Sport) è stato modificato per limitare il coricamento laterale con barre antirollio riviste. Non manca poi uno sterzo riprogettato per migliorare la precisione e il feeling di guida.

Panamera Turbo S. La punta di diamante della gamma in questa fase di lancio è la versione Turbo S. Il suo motore V8 4.0 biturbo è stato rivisto in quasi tutti i componenti e vede salire la potenza e la coppia di 80 CV e 50 Nm. I nuovi picchi sono rispettivamente di 630 CV e 820 Nm, quanto basta per scattare da 0 a 100 km/h in 3,1 secondi e toccare i 315 km/h. Numeri a parte, impressiona la spinta che si averte a ogni pressione sull’acceleratore, complice anche l’ottima motricità assicurata dalla trazione integrale. Messa alla frusta sulla pista di Bilster Berg, un toboga d’asfalto nelle vicinanze di Hannover, la Panamera Turbo S sfoggia tenuta e stabilità eccezionali in ogni situazione. Nonostante una massa di 2.080 kg, affronta con grande disinvoltura scollinamenti in curva, rapidi cambi di direzione e svolte a raggio variabile o in contropendenza. In questo senso giocano un ruolo determinante i nuovi pneumatici sportivi opzionali Michelin Pilot Sport Cup 2 da 21 pollici, progettati su misura per questa Panamera, e le quattro ruote sterzanti, molto utili anche quando si affrontano i tornanti più stretti o si manovra in poco spazio. Impossibile sfruttare su strada tutto il potenziale della Turbo S, ben sintetizzato dal tempo di 7:29.81 ottenuto al Nürburgring: nel traffico si apprezzano soprattutto elasticità di marcia e comodità da berlina di lusso.

Panamera 4S E-Hybrid. Nella gamma Panamera 2021 c’è poi una vera e propria debuttante. È la Panamera 4S E-Hybrid, la scelta ideale per chi desidera un’ammiraglia ibrida plug-in dinamica e dal temperamento vivace. Questa versione abbina il V6 2.9 biturbo da 440 CV a un motore elettrico da 136 CV integrato nel cambio PDK a otto marce. La potenza totale di sistema è di 560 CV, un centinaio in più di quelli erogati dall’attuale 4 E-Hybrid. L’unità elettrica è alimentata da una nuova batteria da 17,9 kWh e vanta un’autonomia in modalità elettrica di 54 km nel ciclo Wltp. Il dato è credibile: su un percorso extraurbano ricco di saliscendi sono riuscito a percorrere 49,6 km in modalità E-Power prima che la carica si esaurisse. Utilizzando invece la funzione Hybrid Auto il motore termico e quello elettrico mostrano di avere un’intesa perfetta e danno vita a una staffetta tanto discreta quanto efficace. In alcune fasi di guida il V6 funge anche da generatore per ricaricare le batterie. La ricarica è poi puntale anche durante le frenate, mentre in rilascio il sistema privilegia la scorrevolezza, rendendo possibili percorrenze superiori ai 10 km/litro anche quando le batterie sono a terra. La Panamera 4S E-Hybrid sa comunque anche tirare fuori gli artigli: con i driving mode più sportivi e grazie allo Sport Chrono Package di serie scatta da 0 a 100 in 3,7 secondi, complice una coppia massima di 750 Nm.

Panamera GTS. Per chi desidera una vettura più accessibile ma vuole comunque vivere emozioni intense, il listino Porsche propone la Panamera GTS. Questa versione ha una marcata indole sportiva, sottolineata da dettagli ad hoc, come le luci posteriori scurite. Anche in questo caso i motoristi non si sono risparmiati e hanno spremuto altri 20 CV dal motore V8, che eroga ora 480 CV. Questo biturbo ha un carattere molto particolare: da una parte vanta una notevole elasticità, con la coppia massima che è disponibile già a 1.800 giri/min; dall’altra sa prodursi in allunghi impetuosi, ricordando i motori aspirati di vecchia scuola. Nel complesso la GTS è dunque un’auto molto coinvolgente, che regala un piacere di guida ben superiore alla media della categoria.

I prezzi. La Panamera restyling è già ordinabile e sarà in consegna da ottobre con tre varianti di carrozzeria: berlina, Executive a passo lungo e Sport Turismo, con taglio shooting brake. Il primo prezzo è di 97.080 euro e si riferisce alla Panamera berlina da 330 CV con la sola trazione posteriore. Per le tre auto provate il listino è invece più salato: per la Panamera 4S E-Hybrid si parte da 134.412 euro, cifra che sale almeno a 145.026 euro per la Panamera GTS e a 190.044 euro per la Panamera Turbo S.

COMMENTI

  • Penso che la nuova plug-in con 18 kw di batteria e un motore termico molto potente sarà nettamente la più venduta. Nei centri abitati si muovere in assoluto silenzio e ad emissioni zero, in autostrade e tangenziali userà un motore adeguato al blasone e alla massa della vettura. E senza nessuna ansia da autonomia come le elettriche pure