Primo contatto

Citroën C4
Al volante della nuova generazione - VIDEO

Citroën C4
Al volante della nuova generazione - VIDEO
Chiudi

Era una berlina, ora è a tutti gli effetti una crossover. La nuova Citroën C4 interpreta in modo del tutto nuovo il concetto di segmento C: sbalzi ridotti, altezza da terra di quasi 16 centimetri, una carrozzeria che strizza l’occhio alle coupé, per via del padiglione spiovente, e grandi ruote da 18 pollici, di serie su tutti gli allestimenti per il nostro mercato. Prezzi a partire da 22.900 euro e tre tipologie di motori: benzina, diesel ed elettrico.

Nuova Citroën C4: le nostre prime impressioni di guida

Nessuna come lei. L’abbiamo guidata prima con il 1.2 PureTech da 130 cavalli e poi in versione a emissioni zero, la ë-C4. Per entrambe, la parola d’ordine al volante è confort, per diversi aspetti. Un po’ per la silenziosità con cui è isolato l’abitacolo da fruscii e rumore di rotolamento dei pneumatici, un po’ per il buon lavoro delle sospensioni a smorzamento idraulico Progressive Hydraulic Cushions. Non sono una novità, va detto, le abbiamo viste qualche anno fa anche sul restyling della Cactus, ma tutte le volte si fanno apprezzare per come incassano le imperfezioni stradali.

Più spazio di quanto si pensi. Parlando di confort entrano in partita anche i sedili che, attraverso schiume a diversa densità sostengono molto efficacemente schiena e gambe. Anche in questo caso non sono una prima assoluta, ma debuttano sulla nuova segmento C della Citroën. La seduta più alta rispetto a quella delle classiche due volumi fa godere di una migliore visibilità sulla strada. L’abitacolo, poi, è ampio e molto luminoso grazie al grande tetto di vetro e offre una buona visuale in quasi tutte le direzioni. Già, perché il lunotto, tagliato in due da uno spoiler (come sulla prima C4 del 2004) limita un po' la visuale e in manovra costringe ad affidarsi alla retrocamera.

2021-Citroen-C4-04

Si gode il viaggio. Su strada si apprezzano il comportamento prevedibile e la presenza di tanti assistenti alla guida: la C4 predilige le andature tranquille, va detto. Lo sottolineano lo sterzo, leggero in manovra e sempre facile da gestire, e il comando del cambio manuale a sei marce (sulla benzina), dagli innesti un po’ lunghi e, quando viene chiamato in causa con troppa verve, contrastati. L’ormai noto tre cilindri 1.2 turbobenzina è brillante e ha un bel caratterino: corposo in basso, permette di riprendere rapidamente velocità, anche senza scalare. L’unico appunto va alla sua timbrica che, ai regimi più elevati, filtra più di quanto ci si aspetterebbe nell'abitacolo.

Quella strumentazione piccola. La piccola strumentazione digitale, strano ma vero, riporta un contagiri minuscolo, difficile da consultare. Le informazioni principali, invece, sono ben visibili, ma le personalizzazioni sono limitate. Una scelta voluta dalla Citroën, che in teoria dovrebbe portare l’attenzione sull’head-up display a colori. Pochi effetti speciali anche alla voce materiali. C’è molta plastica: più morbida per la parte alta, più rigida in basso e per qualche dettaglio sulle portiere. Finiture piano black e una trama speciale per la plancia fanno il resto.  

Anche 100% elettrica. Oltre alla versione a benzina, la C4 è disponibile anche con un motore elettrico da 136 CV (0-100 km/h in 9,7 secondi) alimentato da un pacco batterie da 50 kWh, per 350 km teorici di autonomia nel ciclo Wltp, ancora in fase di omologazione. Interessante sapere che tra elettrico e termico non cambiano le misure di abitacolo e bagagliaio. Viaggiare a zero emissioni è sempre molto piacevole se accompagnati da un abitacolo ben fatto come quello della C4, senza rumori di fondo o fastidiosi scricchiolii. A bordo regna una sensazione di solidità. A batterie cariche, l’autonomia segnata era di 326 chilometri, un dato che si avvicina molto al dichiarato. In base alle necessità ci sono tre modalità di guida: Normal, Eco e Sport e si può impostare, attraverso un tasto vicino al selettore del cambio, un freno motore più vigoroso per aumentare il recupero dell'energia.  

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Citroën C4 - Al volante della nuova generazione - VIDEO

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it