Primo contatto

Nissan Qashqai
A tu per tu con la nuova generazione - VIDEO

Nissan Qashqai
A tu per tu con la nuova generazione - VIDEO
Chiudi

Poche cose restano da scoprire della nuova Nissan Qashqai, che sarà in vendita dall’inizio di giugno con l’obiettivo di prolungare il successo ottenuto dal 2007 a oggi. I cambiamenti di stile sono importanti, ma ancor più lo sono quelli che non si vedono al primo sguardo, a cominciare dal fatto che la piattaforma Cmf-C rende questa terza generazione della Suv più lunga, più larga e più alta di quella precedente, arrivando a 4,43 metri di lunghezza e 1,63 di altezza. 

Anteprima: faccia a faccia con la nuova Nissan Qashqai

Fari intelligenti. La Qashqai non è ingombrante, ma vista da vicino s’impone grazie a un frontale ampio, caratterizzato dalla "V" che si estende verso il basso e dai gruppi ottici con tecnologia Matrix Led, i quali si sdoppiano in due rami. Le feritoie triangolari, più grandi, servono invece a convogliare l’aria verso i passaruota e la griglia inferiore, delimitata dai fendinebbia.

Specchietti "silenziosi". Il nuovo stile emerge anche guardando il tetto, soprattutto nella parte dove si raccorda con il terzo montante, in cui le linee di cintura e del padiglione si uniscono per formare una fascia nera. Al posteriore, invece, è presente uno spoiler con finlet laterali e un largo scivolo metallizzato che ricorda una skid plate. Un'altra novità non da poco è il posizionamento degli specchietti retrovisori sulla porta anziché sul montante, che dovrebbe ridurre il rumore dei fruscii aerodinamici.

All-new Nissan Qashqai

Sedili luxury. La nuova Qashqai incrementa il volume dell'abitacolo grazie a un passo più lungo di 2 cm, ai sedili posteriori in posizione leggermente più alta di quelli anteriori e alla maggiore altezza del soffitto. A proposito di sedili, sono notevoli la fattura e la qualità del materiale pregiato impiegato per la versione di lancio.

Baule spazioso. La zona per il carico è molto più grande di prima, con un incremento dichiarato di 74 litri che porta il volume totale a 504 litri, quasi un record in rapporto alle dimensioni esterne. Il risultato è dovuto anche al fatto che la nuova piattaforma vanta uno schema delle sospensioni posteriori diverso, con gli ammortizzatori posti verticalmente.

All-new Nissan Qashqai

Arriva la risparmiosa "seriale". Le novità nel campo delle motorizzazioni si conoscono da tempo: viene confermato l’abbandono senza appello del diesel (di cui molti hanno un ottimo ricordo, soprattutto per i bassi consumi) a favore di un 1.3 turbobenzina declinato in due potenze e dotato di un sistema mild-hybrid a 12 V (per circa 6 Nm di coppia in più). Il bello, però, deve ancora arrivare: all’inizio del 2022 sbarcherà in Europa la tecnologia e-Power, con il motore ibrido seriale. La Nissan utilizza già questo schema per la Note e la Serena, due vetture vendute in Giappone: il powertrain dovrebbe garantire consumi assai contenuti grazie al regime di funzionamento ideale per l'endotermico, il quale sfrutta diverse tecnologie raffinate, come il rapporto di compressione variabile. 

Efficienza a benzina. La Qashqai, ovviamente, è molto più grande e pesante rispetto ai modelli giapponesi dotati di e-Power, quindi tale efficienza andrà verificata. In ogni caso, il powertrain, già omologato Euro 7, pare essere eccellente: a riprova di ciò, la Nissan ha esibito un sondaggio condotto tra i proprietari della Note, i quali hanno espresso una soddisfazione elevata sia in termini di prestazioni, sia sul fronte delle economie d’esercizio. I prezzi della Qashqai spinta dal sistema e-Power non sono ancora noti, ma dovrebbero collocare la Suv al di sotto della concorrenza full hybrid.

COMMENTI

  • Non mancano gli ottimi designer. Con tutti i ritardi accumulati, Nissan fa uscire insieme, la Rogue Sport (Qashqai), Rogue (X-Trail) e la sorellona Pathfinder. Sguono nel complesso la Rav4 toyota con il suo cuneo spiccato. Spero in bene per questo brand.
  • A questo segmento preferisco Mazda
  • Anche Nissan, che comunque è apparentata strettamente con una casa europea che da sempre eccelle nella produzione di motori diesel (li adotta persino Mercedes....) rinuncia a tale motorizzazione su un crossover. Forza delle politiche commerciali cinesi ed americane che mi paiono a dir poco miopi e dettate più che altro da convenienze economiche nazionalistiche più che da reali motivazioni ecologiste. Per quanto mi riguarda, pur apprezzando la nuova Qashqai dal punto di vista stilistico, non la prenderò mai in considerazione per un futuro acquisto.
  • Scsi, bellati. Non c'è collegamento MECCANICO fra il termico e le ruote.
  • Io invece trovo brutto il paracolpi posteriore.. troppo esteso. Spero si possa scegliere
  • Sembra una bella macchina, ma come sempre, bisogna vederla dal vero e salirci a bordo. Esteticamente la trovo abbastanza valida, ma un paio di appunti negativi li trovo: avrei fatto a meno del "taglio" verticale sul parafango posteriore. Non "sa" di niente... Inoltre, il 3° montante, mi sembra "pasticciato" con linee che non si intersecano nelle loro vie di fuga fra di loro, Interni ottimi e sedili (pare) altrettanto validi. Ma aspettiamo a toccarla con mano e verificare il motore con prova di 4R.